Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Emergenza sbarchi a Lampedusa: come si prepara la Svizzera?»

18.09.23 - 12:24
In un'interpellanza Lorenzo Quadri chiede a Berna misure per contrastare l'immigrazione illegale.
Ti Press
«Emergenza sbarchi a Lampedusa: come si prepara la Svizzera?»
In un'interpellanza Lorenzo Quadri chiede a Berna misure per contrastare l'immigrazione illegale.

BERNA - L'ondata di sbarchi non si ferma a Lampedusa. Circostanza che ha spinto il consigliere nazionale Lorenzo Quadri a scrivere un'interpellanza al Consiglio federale. «La situazione a Lampedusa sul fronte degli sbarchi di migranti economici è notoriamente catastrofica. Gli arrivi hanno raggiunto punte di 5000 al giorno», riporta Quadri. «Avrà conseguenze - continua -per tutta l’Europa, e in particolare per la Svizzera, dato che i clandestini si sposteranno verso nord. Francia e Austria hanno annunciato di voler potenziare, rispettivamente reintrodurre, i controlli ai confini con l’Italia».

Nero su bianco Quadri mette cinque domande, in cui chiede di rivedere le previsioni sull'arrivo di asilanti per l'anno in corso e rispettivi costi, di intensificare i controllo alle frontiere con la Penisola italiana senza però intralciare l'entrata quotidiana dei frontalieri. Consiglia poi di utilizzare i soldi promessi all'Italia, pari a 20 milioni di franchi, per incentivare la capacità di accoglienza dei migranti per scopi legati alla sicurezza dei confini.

Di seguito le domande poste al Consiglio federale nell'interpellanza:

Alla luce della situazione a Lampedusa, le previsioni sull’arrivo di asilanti in Svizzera per il 2023, e sui relativi costi, sono ancora attuali, o andranno riviste al rialzo?

In considerazione delle iniziative di Francia e Austria, è intenzione della Svizzera reintrodurre controlli sistematici alle frontiere con l’Italia per combattere l’immigrazione clandestina? Se no, perché?

Il CF si preoccupa forse di non creare, tramite controlli doganali potenziati, “disagi” agli 80mila frontalieri (dichiarati) che entrano quotidianamente in Ticino? Al di là del fatto che frontalieri e migranti economici sono facili da distinguere già a prima vista, non reputa il CF che la sicurezza interna debba avere la priorità rispetto alla comodità d’accesso dei permessi G (la grande maggioranza dei quali attivi in settori professionali in cui non c’è alcuna carenza di manodopera locale)?

Non ritiene il CF che i 20 milioni di Fr promessi all’Italia, in teoria per sostenerla nell’aumentare la propria capacità di accoglienza di migranti, andrebbero invece investiti nel potenziamento della sicurezza dei confini nazionali?

Quali misure verranno prese per espellere rapidamente dalla Svizzera gli eritrei protagonisti della recente maxi-rissa a Zurigo? Un sostenitore del regime del paese da cui scappa raccontando però alle autorità elvetiche di essere “un perseguitato”, può avere qualità di rifugiato?

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Elisa_S 9 mesi fa su tio
C e ben poco da fare. Ma di certo e che se apri o confini poi devi accoglierli. La domanda da porsi e cosa possono fare una volta giunti nel paese ospitante. Se la risposta è un punto interrogativo allora ci saranno problemi futuri e spiace dirlo anche provabili atti criminali (perché non un hanno futuro garantito e si sentiranno abbandonati). La domanda e cosa significa dare protezione ? Include anche un nuovo futuro in una nuova nazione ? O magari la Europa deve accordarsi per creare zone specifiche dove costruire nuovi centri abitativi per i migranti, una specie di nuova Nazione. E creare li un nuovo futuro. Sono troppo visionario ?

Elisa_S 9 mesi fa su tio
Risposta a Elisa_S
Scusate gli orrori ortografici...ho inserito lo "scorrettore" automatico 🤣

vulpus 9 mesi fa su tio
Ma quante domande inutili che continua a fare. E già sa le risposte.Questo è ben cosciente che noi possiamo fare poco o nulla. L'unica cosa che può fare è far schieare tutta quella moltitudine di poliziotti che abbiamo in Ticino sulla ramine, a respingerli fisicamente. Quello che arriva è un esercito, senza armi, inviatôci dalla Russia che ha tutto l'interesse a continuare a sobillare questi popoli disgraziati, per farli emigrare.

Yoebar 9 mesi fa su tio
Effettivamente il problema è già attuale e peggiorerà, quando chi di dovere aprirà gli occhi sarà troppo tardi, come sempre.

Voilà 9 mesi fa su tio
Risposta a Yoebar
Non ci sono soluzioni praticabili dalla Svizzera, è un problema Europeo e può essere risolto unicamente creando le condizioni che gli permettano di restare nel loro paese. Non facile vero?

Ri-educa 9 mesi fa su tio
Mi vien da pensare che nulla o poco si farà. L'Italia ti da 20 milioni di Fr., cosa fai? gli vai contro creandogli problemi?? E poi c'è sempre chi ci guadagna ad accogliere migranti... forse penso male??

Voilà 9 mesi fa su tio
Risposta a Ri-educa
Ri-educa, non è l'Italia che ci da 20 milioni, ma è la Svizzera che li darebbe all'italia.

Ri-educa 9 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
Chiedo scusa, ancora peggio se mi è permesso, per i cittadini svizzeri i soldi non ci sono mai. Ho un'idea, ogni volta che si decide di dare soldi a stati esteri, chi prende la decisione dovrebbe far partecipare con una percentuale dello stipendio che prendono i politici (pagati con le nostre tasse), come partecipazione. D'altra parte stanno togliendo liquidità anche a noi (- potere d'acquisto), magari ponderano meglio le uscite.

Ulk 9 mesi fa su tio
Non sei pagato per questo

Urca che roba 9 mesi fa su tio
Tutti a Lugano da te .semplice

Scherpa61 9 mesi fa su tio
Risposta a Urca che roba
Quanti commenti di gente che criticano soltanto perché è Quadri che ha posto il problema. Ma li guardate i TG?,ma vi rendete conto che cavolo e scrivo cavolo per non usare in alta parola che inizia con la C , che mi bloccano di sicuro sta succedendo a Lampedusa?

TheQueen 9 mesi fa su tio
Risposta a Scherpa61
Il problema è reale ed è giusto parlarne. Quadri ormai fa solo ridere. Dovrebbero essere politici di più alta caratura ad interessarsene, e non questo scalda-cadrega

Signore 9 mesi fa su tio
Risposta a Scherpa61
Sono d'accordo. C'è gente che critica i politici a prescindere e il Quadri non piace a molti (hehehe, sospetto anche il perché...) Forse però oltre che parlare, dovrebbe intraprendere qualcosa di più concreto.

UtenteTio 9 mesi fa su tio
Perché prepararsi, ci sono i politici e manifestanti della sinistra che se ne prendono cura accogliendoli a casa loro o a far da taxi. I nostri giornalisti dormono sereni, l'altro giorno, ma evidentemente avranno ben altro da fare, il "Local Team" era a Lampedusa a fare un servizio, addirittura si vedevano migrati fuggire dalla struttura come se nulla fosse, ma nessuno lo ha detto. I migranti vogliono andare in Francia e Germania, infatti Spagna, Francia, Portogallo hanno blindato le frontiere acqua e terra. Se poi pensiamo che giornalmente entrano 85'000 frontalieri dove a nessuno viene controllato il permesso di lavoro è una pacchia, durante il covid girava la cifra di 2500 permessi scaduti o non più validi durante i famosi controlli per la frottola sulle frontiere chiuse, nel frattempo questi 2500 che saranno poi 3000 oggi, sono ancora in mano ad ex-dipendenti (alcuni miei colleghi frontalieri pensionati hanno ancora il permesso a casa)?

pag 9 mesi fa su tio
Risposta a UtenteTio
COMPLIMENTI, NON HO MAI LETTO TANTE BAGGIANATE TUITTE INSIEME COME NEL SUO COMMENTO. SI FACCIA VEDERE DA UNO BRAVO
NOTIZIE PIÙ LETTE