Immobili
Veicoli

BELLINZONAPurgatorio finito: il Bellinzona è pronto a tornare tra i grandi

20.05.22 - 17:28
Il Bellinzona ha ottenuto la licenza per giocare in Challenge League
keystone-sda.ch (PETER KLAUNZER)
Purgatorio finito: il Bellinzona è pronto a tornare tra i grandi
Il Bellinzona ha ottenuto la licenza per giocare in Challenge League
Il Bellinzona è la "più meritevole" per la chiamata tra i professionisti.

BELLINZONA - La classifica al momento dice che la miglior squadra di Promotion League, quella che merita la promozione, è il Breitenrain. I bernesi, con i loro conti e le loro strutture, valgono però giusto il terzo livello del pallone rossocrociato. Nulla di più. Non certo la Challenge League. Frenati da uno Spitalacker inadeguato per il calcio professionistico e incapaci di trovare alternative valide, il presidente Claudio Engeloch e i suoi più stretti collaboratori hanno infatti gettato la spugna arrendendosi alla bocciatura arrivata dalla Commissione delle licenze.

A fine anno, la chiamata tra i professionisti del nostro calcio sarà dunque per il classificato “più meritevole” in possesso della licenza. Per quello che è riuscito a coniugare risultati sportivi a solidità strutturale. A fine anno la chiamata sarà per… il Bellinzona.

Per ora secondi della classifica del campionato (4 punti dietro al Breitenrain e a +6 dall’ottimo Chiasso di Andrea Vitali) quando mancano 270’ a fine corsa, secondo nostre informazioni i granata hanno infatti ottenuto il tanto agognato lasciapassare per la Challenge League. E questo dopo che, in prima istanza, tale documento era stato negato. Presentato il ricorso alla prima decisione della Commissione delle licenze, l’ACB è poi stato in grado di far valere le proprie ragioni fornendo le garanzie e la documentazione necessarie per comprovare la propria solidità.

La promozione, ormai solo da “vidimare”, va a premiare un club ripartito quasi da zero la scorsa estate. Il cambio di proprietà, il mercato, i grandi investimenti… le giravolte in panchina: nella primissima parte dell’anno, in cerca di stabilità, i granata hanno faticato a imporsi in una categoria estremamente competitiva. Poi però, con il passare delle settimane, la loro qualità è “venuta” fuori. E i risultati positivi si sono accumulati. Un 2022 impreziosito da 9 vittorie e 4 pareggi in 14 partite non è bastato a riacciuffare la lepre Breitenrain, tenuta a galla dal pesante successo colto al Comunale e dal pari interno nel gironcino di promozione. Le altre però si sono staccate e così, al momento della concessione delle licenze, il Bellinzona ha avuto la possibilità di passare all’incasso. 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT