TiPress
SUPER LEAGUE
11.12.2018 - 10:010
Aggiornamento : 15:42

«Preoccupato? No, ma bisogna fare attenzione...»

Livio Bordoli ha analizzato il momento poco felice che sta attraversando il Lugano: «Mercato? Secondo me si può fare bene con la squadra attuale»

LUGANO - Quello bianconero rischia di essere un Natale triste. I soli due punti conquistati nelle ultime cinque gare hanno infatti "relegato" il Lugano nelle zone meno nobili di una classifica che, ad ogni modo, resta apertissima. In casa bianconera urgono punti: il bel gioco non basta...

«Se sono preoccupato? Non direi, ma bisogna fare attenzione - è intervenuto l'ex allenatore del Lugano Livio Bordoli - Se si guarda la qualità della squadra, sono stati conquistati pochi punti. Non giocano male, ma ora bisogna iniziare a vincere. Trascorrere il Natale al penultimo posto non sarebbe di certo una buona cosa. Servono punti già domenica pomeriggio a Zurigo. La squadra c'è ed è attrezzata per conquistare una salvezza tranquilla. Resto fiducioso, nel calcio ci sono quei momenti in cui non tutto gira come si vorrebbe».

Contro il Sion cosa è mancato?
«Reputo il 2-2 un risultato giusto. È vero che il Lugano ha sciupato diverse occasioni, ma bisogna pure riconoscere che ha realizzato due reti soltanto grazie a due regali degli avversari. Ho comunque visto una squadra viva che fino al 75' ha giocato una buona gara». 

Rispetto alle uscite precedenti il tridente Junior-Gerndt-Bottani è risultato un po' meno pericoloso...
«È vero, contro il Sion alla fine l'ho visto un po' stanco. I tre giocatori, spesso decisivi in passato, hanno speso molto in fase difensiva su un campo comunque pesante».

Con che obiettivi si dovrà ripresentare in campo la squadra nel 2019? 
«Secondo me l'obiettivo di arrivare in Europa non deve essere accantonato, il Lugano nelle ultime partite è stato molto sfortunato. Basterà partire bene nel 2019 con 2-3 vittorie per fare un bel passo avanti. A parte lo Young Boys, infatti, tutte le altre squadre se la possono giocare».

Nel mercato invernale bisogna intervenire? Se sì dove? 
«Secondo me il Lugano può fare bene con il gruppo attuale. Non dimentichiamo che ai box c'è ancora Janko, un giocatore che con la sua esperienza può tornare utile. La pausa invernale potrebbe giovare al giocatore, da febbraio infatti tutti ripartiranno da zero. Se proprio dovessi scegliere un innesto penso che opterei per qualcuno che possa dare un po' di fiato a Junior, Bottani e Gerndt, tre giocatori che spendono molte energie nell'arco di una partita. Dietro invece la squadra è ben messa». 

Come starà vivendo il presidente Angelo Renzetti questo momento difficile?
«Sicuramente anche lui si aspettava qualcosa in più, ma a mio avviso sarà tranquillo. Vede una squadra che gioca bene e non allo sbando. Come detto in precedenza, è mancata soltanto un po' di fortuna». 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-20 12:37:53 | 91.208.130.87