Immobili
Veicoli
In viaggio oltre l'infinito con Perpetual Bridge

MUSICAIn viaggio oltre l'infinito con Perpetual Bridge

14.11.22 - 06:30
Suoni della natura e del cosmo nel nuovo lavoro della musicista ticinese, che sarà presentato il 18 novembre a Lugano
Roberto Mucchiut, Leo Matkovic - Perpetual Bridge
In viaggio oltre l'infinito con Perpetual Bridge
Suoni della natura e del cosmo nel nuovo lavoro della musicista ticinese, che sarà presentato il 18 novembre a Lugano

LUGANO - I suoni della natura e del cosmo in un album che spazia tra l'ambient e l'elettronica e che ha un obiettivo dichiarato: «Trasportare la mente in mondi interdimensionali, lontani e invisibili». Stiamo parlando di "Astral Departures", il nuovo album pubblicato negli scorsi giorni dalla musicista ticinese Nadia Peter, più conosciuta come Perpetual Bridge.

Uscito lo scorso 28 ottobre sotto l'egida della prestigiosa label bernese Everest Records, l'album - disponibile sulle piattaforme di streaming, nei negozi online e anche in supporto fisico in vinile - è stato realizzato grazie al sostegno dalla Città di Lugano e da Repubblica e Canton Ticino - Fondo Swisslos.

"Astral Departures" è il racconto di un viaggio verso l'infinitamente distante. Con la sua alternanza di brani ritmati e fughe verso un limbo onirico, l'album trasporta lo spettatore in una dimensione che può essere quella del sogno, ma anche soprannaturale. Nelle tracce troviamo ponti, archi tra il mondo terreno e la dimensione delle stelle. «Questa esperienza, per essere vissuta come tale, richiede una partenza, un sacrificio che porta con sé anche alcune emozioni e sentimenti». Un disco che richiede un'immersione completa, ma che sa offrire - come il viaggio di "2001 Odissea nello spazio" verso Giove e oltre l'infinito - atmosfere particolari ma estremamente vivide. Una sperimentazione, quella di Perpetual Bridge, che si spalanca all'ascoltatore ma non lo respinge e lo invita a partire verso lidi inesplorati.

Lo show di Lugano - E quale migliore esperienza, per immergersi in "Astral Departures", che ascoltarlo dal vivo? Lo si potrà fare nel corso del tour che vedrà Perpetual Bridge esibirsi in Svizzera e oltre confine. Ad esempio a Lugano: venerdì 18 novembre l'artista sarà allo Studio Foce, accompagnata da una performance audiovisiva di Roberto Mucchiut, nell’ambito della serata organizzata dalla label ticinese EEEE di Vasco Viviani. Un intero appuntamento dedicato alle Edizioni Etiche ed Estetiche, all’insegna di suoni trasversali, ora eterei, ora circolari, ora diretti. Tre i progetti: oltre ad "Astral Departures" il pubblico luganese potrà gustare le collisioni di Daniel Drabek e Francesco Giudici e gli ampi respiri di Danilo Ligato.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE