Bang Showbiz
ITALIA
11.06.2019 - 15:000

Giannini: «Quella volta che ho fatto piangere Keanu Reeves sul set »

Capitò dopo una lite mentre i due giravano “Il profumo del mosto selvatico“: «Lui sparì per un giorno intero»

ROMA - Giancarlo Giannini ha rivelato che ormai quasi 25 anni fa fece piangere Keanu Reeves. L'attore italiano, oggi 76enne, ha raccontato che sul set del film 'Il profumo del mosto selvatico' gli fu chiesto dal regista di immedesimarsi completamente con il suo personaggio. Questo lo portò a insultare il collega, che all'epoca aveva poco meno di 30 anni. La situazione però degenerò.

In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, Giannini ha spiegato: «Giravamo 'Il profumo del mosto selvatico', Alfonso Arau (il regista, ndr) voleva che provassimo un'immedesimazione, dissi: "Guarda che sono cose pericolose per la mente". Niente. Dovevo insultare Keanu, facevo il padre di una ragazza che non volevo sposasse, e lui, immedesimandosi, si è messo a piangere, è scappato e non s'è più trovato. Dissi ad Arau: "Hai visto? Oggi non giriamo, pensa quanto costa alla produzione"».

Poi quando il giornalista ha cercato di capire meglio cosa fosse successo e ha chiesto a Giannini se comunque dopo qualche ora Keanu fosse tornato sul set, l'attore ha aggiunto: «No, no. Il giorno dopo».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-16 00:13:18 | 91.208.130.89