ULTIME NOTIZIE Motori
TEST DRIVE
1 gior
Toyota C-HR 2.0L Hybrid, crescono prestazioni e ambizioni
Con il restyling di metà carriera arriva il sistema ibrido da 184 cv, che assicura una bella iniezione di brio insieme ad una guida più fluida e piacevole. Aggiornati anche design e tecnologie.
TEST DRIVE
3 gior
EQC 400, anche per Mercedes arriva il “pieno” di corrente
La prima elettrica della Casa sfoggia un carattere a tratti esuberante grazie ai 408 cv dei due motori elettrici, senza trascurare una valida autonomia. Comfort ed accoglienza di qualità.
TEST DRIVE
6 gior
V60 D4 Cross Country, oltre i confini
L’accogliente wagon svedese declinata nell’allestimento crossover si lascia apprezzare per l’isolamento aggiuntivo, senza perdere le conosciute ad apprezzate qualità stradali delle altre versioni.
TEST DRIVE
1 sett
Mazda3 Skyactiv-X, arriva la rivoluzione nel motore a scoppio
La nuova media giapponese porta in dote il 2.0 benzina con accensione spontanea da 180 cv, che promette più efficienza e minori consumi. Abitacolo accogliente, bagagliaio sufficiente.
TEST DRIVE
1 sett
Ford Ranger Raptor, fascino e qualità d’Oltreoceano
Allestito da Ford Performance, è rinforzato, allargato, rialzato per un look tutto muscoli: in 4x4 è spettacolare, ma va bene anche su asfalto. Forte di un 2.0 TD da 213 cv con cambio a 10 marce.
TEST DRIVE
1 sett
Porsche 911 GT2 RS, in pista a Misano Adriatico
Una giornata da piloti: abbiamo provato la più potente delle 911 affrontando cordoli e staccate, gestione delle gomme ed esuberanza dei 700 cv del suo boxer 3.8 biturbo. Ecco come è andata.
PRIME IMPRESSIONI
2 sett
Renault Captur, cambia tutto tranne lo stile
La seconda generazione del crossover segue la scia della Clio e conserva un design “di casa”, in verità evoluto per stile e dimensioni accresciute. Con comfort e accoglienza in evidenza.
Novità
2 sett
Anche Mazda si dà all’elettrico: arriva il crossover MX-30
Strizza l’occhio al fuoristrada ma insiste sulla linea sportiva, ispirata alle coupé. Sotto il cofano un’unità elettrica da 143 cv. Sarà in vendita dalla seconda metà dell’anno prossimo.
TEST DRIVE
2 sett
Hyundai i30 Fastback N, gustosa e pure “cattiva” a comando
Alla grinta del 2 litri turbo da 275 cv, la due volumi con allestimento sportivo N Performance abbina una guida notevolmente reattiva ed incisiva: il coinvolgimento è assicurato.
TEST DRIVE
3 sett
Ford Mondeo Hybrid Wagon, l’economia è servita
La versione ibrida permette una marcia docile e briosa con consumi sempre piacevolmente contenuti. Spazio ed accoglienza generosi ne accompagnano il carattere fluido e rilassante.
NOVITA'
3 sett
Yaris, la compatta Toyota sempre più regina in città
La nuova generazione conserva ingombri “tascabili”, con più abitabilità e look ispirato. Disporrà di tutti gli ausili attivi alla guida, insieme alla variante ibrida ben più potente ed efficiente.
TEST DRIVE
3 sett
718 T: la Porsche Cayman “semplice” sa come farsi adorare
L’allestimento semplificato esalta le doti dinamiche della compatta coupé, attrezzata accuratamente sul piano tecnico: sterzo eccezionale e boxer da 300 cv regalano un “sapore” particolare.
TEST DRIVE
4 sett
Aston Martin Vantage AMR: l'anima prima di tutto
Generosa ed interessantissima la nuova offerta Aston Martin: la nuova Vantage è ora disponibile anche con il cambio manuale. Quale scegliere? La risposta è... dentro di voi.
TEST DRIVE
1 mese
Supra, nuova vita per la sportiva “top” Toyota
Dopo lunga attesa torna in vita la tradizionale coupé sportiva di punta della marca giapponese: forte del sei cilindri da 340 cv, spicca per la guida guizzante, incisiva e rapidissima.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
Morde la strada, aggredisce la pista: BMW M8 Competition
La grande coupé bavarese sfrutta tutta la tecnologia della divisione M per offrire un potenziale dinamico capace di renderla davvero rapida ed incisiva. Ma sempre piacevolmente “trattabile”.
TEST DRIVE
1 mese
Kia Sorento, regina di viaggio e di relax
La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
Turismo di gran carriera per la McLaren GT
Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto
La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.
TEST DRIVE
1 mese
Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”
L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
Taycan, velocità e curve nel cuore anche con anima elettrica
La berlina “zero emissioni” a quattro posti offre prestazioni entusiasmanti e un carattere dinamico cristallino. Accompagnando la notevole esuberanza con un’autonomia di tutto rispetto.
PRIME IMPRESSIONI
18.09.2013 - 18:100
Aggiornamento : 25.11.2014 - 07:05

Sembra un'automobile nuova, questa Opel Insignia

È la solita storia: cambia poco nell’aspetto ma tanto nella sostanza, che alla fine è quella conta. Inoltre spunta la Country Touer (foto) per ampliare la gamma.

ARRIVA LA COUNTRY TOURER - Visto che la Svizzera è un mercato in cui la trazione integrale ha una sua considerevole importanza, per spiegarvi quali sono le novità riguardanti la Opel Insignia, giunta al suo quinto anno d’età con oltre 600'000 esemplari venduti, prenderemo come esempio la Country Tourer. Questa rappresenta a tutti gli effetti una vera novità per la casa di Rüsselsheim che si è gettata nella nicchia delle familiari concepite per un uso più selvaggio di quelle tradizionali. Principale concorrente nel mirino: la Volkswagen Passat Alltrack. La direzione intrapresa è infatti la medesima, quindi troviamo protezioni per il sottoscocca, rivestimenti in plastica per paraurti, longheroni e passaruota nonché la trazione integrale. Tutto questo senza tralasciare una colorazione, come dire, campagnola. Disponibile in Svizzera da metà ottobre, il prezzo all’apparenza piuttosto elevato di 51'550 franchi è giustificato da una dotazione di serie davvero ricca la quale comprende assetto a regolazione elettronica, fari BiXenon attivi, portellone posteriore ad apertura e chiusura automatizzata, sedili in pelle traforata, climatizzatore automatico bizona, sensori di parcheggio anteriori e posteriori nonché un nuovo sistema di Infotainment chiamato InelliLink. Per quest’ultimo conviene davvero spendere qualche parola in più, che troverete nel prossimo paragrafo.

L'INFOTAINMENT CHE MANCAVA - Noi giornalisti abbiamo spesso criticato la plancia delle più recenti Opel perché sovraffollata di tasti i quali, almeno inizialmente, rendono difficili anche le operazioni più banali: sintonizzare una stazione radio, inserire una destinazione nel navigatore, attivare il ricircolo dell’aria condizionata. In occasione del restyling la consolle centrale è cambiata talmente tanto da non avere quasi più nulla in comune con quella che tutti conosciamo. I comandi per la ventilazione sono stati parecchio semplificati mentre tutto quello che riguarda radio, navigatore e simili è stato integrato in questo nuovo “IntelliLink” in cui i comandi del conducente posso essere impartiti tramite lo schermo touchscreen a colori da 8 pollici, i tasti del rinnovato volante multifunzione, per via vocale o utilizzando il touchpad ubicato tra il cambio e il bracciolo. Con questo, oltre a selezionare le diverse impostazioni quasi come fareste con un computer portatile, potrete anche scrivere numeri o lettere dell’alfabeto con un dito, così da semplificare la ricerca della navigazione limitando al tempo stesso le distrazioni.

IL RESTYLING - L’aggiornamento dell’Insignia però non si è limitato a questo. Sebbene siano visibili solo all’occhio più allenato sono tanti i piccoli dettagli estetici che hanno dato una rinfrescata all’ammiraglia Opel: calandra anteriore, fanali anteriori e posteriori, i fendinebbia e il loro contorno nonché la barra cromata posteriore hanno subito variazioni non solo finalizzate e scopi estetici ma anche tecniche, tant’è vero che ognuna delle modifiche è stata studiata nella galleria del vento durante un intenso programma di miglioramento dell’aerodinamica generale il cui risultato è un superlativo 0,25 quale coefficiente di resistenza all’aria. Oltre a svariate modifiche agli assali, al reparto sospensioni e allo sterzo (basti pensale che solo all’assale posteriore hanno cambiato il 60% dei componenti) sono stati introdotti alcuni nuovi a motori. I più rilevanti per il mercato svizzero sono sicuramente l’1,6 litri SIDI da 170 cavalli e il 2 litri SIDI da 250 cavalli, mentre tra i propulsori a gasolio spicca un nuovo 2 litri da 140 cavalli il cui consumo dichiarato è di appena 3,7 litri ogni 100 chilometri. Propulsore che abbiamo provato brevemente su una berlina e che nonostante i consumi dichiarati ci ha comunque stupito per i 350 Newtonmetri di coppia grazie a quali si è dimostrata tutt’altro che sottomotorizzata.

IMPRESSIONI DI GUIDA - Ma passiamo a quello che abbiamo scelto come piatto forte, ovvero la Country Tourer. Com’è da guidare? Innanzitutto silenziosa da fare invidia ad una Mercedes: evidentemente i lavori aerodinamici descritti nel paragrafo sopra hanno dato i loro frutti. Ad averci impressionato è stato anche il 2 litri turbo di nuova concezione chiamati SIDI (li avevamo già  provati in fase sperimentale) i cui 250 cavalli spingono a dovere caratterizzati dalla massiccia coppia di 400 Newtonemtri – 35 in meno della sportiva OPC, giusto per rendere l’idea – la quale permette di riprendere velocità anche ai regimi più bassi senza dover scalare rapporto. Inoltre alla guida mantiene intatte le valide caratteristiche di guida delle altre Insignia: sempre comoda e mai stancante nei lunghi trasferimenti ma dinamica e piacevole da guidare quando richiesto. Il tutto senza dimenticare l’affidabilità dell’ottima trazione integrale. Al di la delle mutazioni di tipo estetico si tratta quindi di una variante che mantiene intatte le caratteristiche delle altre Insignia, offrendo però il vantaggio di potersi “avventurare” lungo qualche percorso sterrato.

 

I MOTORI

Motore Potenza Coppia 0-100 km/h Velocità max. Consumo medio
2,0 Turbo 250 cv 400 Nm 7,9 sec. 235 km/h 8,1 L/100 km
2,0 CDTi 163 cv 350 Nm 10,9 sec. 205 km/h 5,4 L/100 km
2,0 CDTi 195 cv 400 Nm 9,9 sec. 210 km/h 6,4 L/100 km

 

I PREZZI

Motorizzazione Prezzo
2,0 Turbo 53'950 CHF
2,0 CDTi 51'550 CHF
2,0 CDTI (BiTurbo) 57'050 CHF

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 02:25:23 | 91.208.130.87