+ 1
Novità
02.10.2019 - 06:000

Koenigsegg Regera, nuovo record di accelerazione… e frenata

La hypercar svedese da oltre 1500 cv abbassa ulteriormente il proprio record nella prova combinata di accelerazione fino alla velocità massima e successivo arresto. In condizioni non ottimali…

Poco più di 30 secondi per traguardare i 400 km/h vi sembreranno forse tantini per una “hypercar”, ma in questo caso il tempo include anche il successivo rallentamento fino all’arresto: la Koenigsegg Regera, supercar artigianale di produzione svedese, è infatti riuscita a battere il suo stesso record fatto segnare in precedenza, nel 2017.

Fino ai 400 km/h e ritorno in spazi ristrettissimi…
I 31,49 secondi impiegati dalla Regera nel corso della recente prova, tenutasi lo scorso fine settembre sulla pista dell’ex aeroporto militare di Rada, in Svezia, hanno infatti abbassato di quasi due secondi il precedente primato (- 1,7 secondi), detenuto dalla stessa vettura; secondi i tecnici della Casa, tra l’altro, le condizioni non ottimali del fondo stradale hanno obbligato il pilota Sonny Persson – tester ufficiale e campione nazionale svedese di kart – a deviare leggermente dalla traiettoria ideale perfettamente rettilinea, perdendo così qualche decimo prezioso sul tempo complessivo. Ma è ad ogni modo interessante valutare il record, specie per i ristretti spazi impiegati, non solo per l’accelerazione mostruosa e l’altrettanto potentissima frenata necessaria: alla fuoriserie scandinava sono infatti bastati poco più di 2 km, per la precisione 2.048 metri e 46 cm, per completare la prova. E per il futuro a breve termine, l’obiettivo del titolare Christian von Koenigsegg è proprio quello di scendere sotto i due km. Quanto allo scatto puro, la Regera è riuscita a traguardare i 400 km orari in appena 22,87 secondi, impiegando 1.613 metri, utilizzando i successivi 435 per rallentare fino alla sosta completa.



Trasmissione monomarcia e tre motori elettrici per la fuoriserie svedese.
La hypercar scandinava del primato ha subìto solo modifiche di sicurezza rispetto al modello standard, con l’aggiunta di un roll-bar cometo e le cinture di sicurezza professionali ad attacchi multipli. Gran parte del suo segreto prestazionale è dovuto alla speciale trasmissione KDD Direct Drive, brevettata dalla stessa Koenigsegg, che sfrutta di fatto un solo rapporto, combinata alla spinta iniziale generata dai motori elettrici: l’unità propulsiva si compone di un V8 biturbo e tre unità elettriche per oltre 1500 cv di sistema. Lo scatto iniziale è dunque affidato alla coppia generata dalle unità a corrente, mentre solo successivamente viene aggiunta la potenza del motore endotermico, per mezzo di uno speciale convertitore di coppia; non ci sono perdite di tempo per le cambiate e la spinta alle ruote è sostanzialmente costante fino al muro dei 400 km orari, persino qualcosina oltre visto che in realtà la Regera ha toccato i 403 km/h prima di iniziare la frenata…

Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-20 16:42:02 | 91.208.130.87