Novità
10.04.2019 - 09:400

Torna il fascino della 917 nel prototipo celebrativo

Il traguardo dei 50 anni della più leggendaria e vincente Porsche da corsa è festeggiato dalla speciale concept, ideata e realizzata per la ricorrenza. Sarà esposta nel Museo della Casa a Stoccarda.

 

I compleanni, in casa Porsche, portano sempre con sé sempre qualcosa di speciale e l’occasione delle 50 candeline per la gloriosa 917 – l’auto da corsa tra le più vincenti nella storia sportiva della prestigiosa marca – non poteva certo essere trascurata: il traguardo viene salutato al meglio attraverso uno speciale prototipo, che ne celebra forme e fascino in chiave moderna.

La leggenda sboccia nel 1970
La storia sportiva della 917, del resto, meritava questa ed altre attenzioni; indimenticata dominatrice delle stagioni 1970-1971, quando vinse due 24 Ore di Le Mans oltre a due 24 Ore di Daytona nonché due titoli consecutivi nell’allora Campionato del Mondo Sportprototipi, famosa ai più nella livrea più suggestiva dello sponsor Gulf, con carrozzeria color celeste e grafiche arancione-nero-bianco. La vettura era stata presentata in anteprima proprio in Svizzera, in occasione del Salone di Ginevra del 1969, mentre la sua “erede” potrà essere ammirata – in occasione dei festeggiamenti dedicati all’originale – presso il Museo Porsche di Stoccarda (Germania) dal 14 maggio al 15 settembre, in occasione della mostra “Colours of Speed – 50 Years of the 917”.


Al Museo Porsche anche l’esemplare 001 restaurato
L’inedita 917 concept non sarà la sola protagonista della rassegna, poiché tra i 14 esemplari che ravvieranno la mostra non mancheranno diverse altre unità tra cui il primo esemplare della sportiva originale, telaio 001, di cui la marca tedesca sta completando il restauro iniziato oltre un anno fa: lo scopo, in questo caso, è quello di conservare il più possibile i materiali originali della vettura, peraltro usurati in diversi punti stante età e successive modifiche cui venne sottoposta. La 917 originale montava un 12 cilindri con cilindrata iniziale di 4,5 litri, poi saliti fino a 5,0 litri; la potenza massima arrivò a superare i 1100 cv nella versione turbo impiegata nelle successive stagioni americane CanAm (dal 1972). Lunga 4,78 metri, la vettura venne costruita in 25 esemplari tra fine ’69 e inizio 1970, mentre l’anno successivo si aggiunse la variante K (“Kurz”) con carrozzeria più corta. La 917 prototipo riprende graficamente proprio la colorazione rossa con strisce bianche dell’esemplare N. 23 trionfante a Le Mans nel 1970 in versione 917K, pilotata da Hans Hartmann e Richard Attwood; al pari dell’originale, la coda è dunque meno slanciata, ma restano il fascino dell’estrema pulizia di carrozzeria – esaltato dall’assenza di un’ala posteriore separata – nonché la congenita eleganza di linee e proporzioni ancora oggi in grado di “scaldare” l’emozione.

 

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-17 21:08:52 | 91.208.130.86