Foto: Davide Saporiti
ULTIME NOTIZIE Mobilità
MARBELLA
13 ore
Urbet Ego, fantasia (e prestazioni) al potere
Dalla Spagna una moto elettrica che sembra uscita da un fumetto
ORANGE
1 gior
XP-1, sul web il profilo del “mistero” Hyperion
L’azienda californiana ha lanciato un video in cui si intravede la supercar a idrogeno
STOCCOLMA
2 gior
Podride: più di una bici, meno di un’auto
Il mezzo elettrico progettato da un ingegnere svedese per muoversi anche sotto la pioggia
ATENE
3 gior
Spin Cycle, la super e-bike col motore di una lavatrice
L’ha inventata un utente greco di Reddit: può raggiungere i 150 km/h
Schiranna
4 gior
MV Agusta Brutale 1000 RR: un missile a due ruote
La casa della Schiranna ha creato una hyper naked con 208cv che raggiunge i 300 km/h.
BIRMINGHAM (USA)
6 gior
Confederate Motorcycles: tre moto per pochi
La casa dell’Alabama sta per lanciare nuovi modelli per veri appassionati
VARESE
1 sett
Sem, tre nuove e-bike estreme
La casa italiana lancia tre modelli destinate a gare e divertimento
SAN CARLOS
1 sett
Tesla, un’innovazione per abbattere i costi del Model Y
Una nuova tecnica di costruzione del telaio potrebbe aiutare a ridurre il prezzo
THIRSK
1 sett
Il kit per rendere elettrico il Defender
Dalla Twisted Automotive un sistema che “trasforma” il classico Land Rover
SHENZHEN
1 sett
Da Ninebot il go-kart elettrico da corsa
L’azienda cinese lancia N°9 Kart Pro: 2.400 W di potenza e 4 modalità di guida
AFFALTERBACH
1 sett
GT Black Series: una Mercedes-AMG da urlo
Un nuovo motore per la Gran Turismo più potente mai progettata ad Affalterbach  
BERLINO
1 sett
Tesla, Musk mostra una foto della Giga Berlin
Pubblicata su Twitter l’immagine 3D della megafabbrica che aprirà in Germania nel 2021
SEOUL
2 sett
XCient Fuel Cell, il camion a idrogeno di Hyundai
Il mezzo può percorrere 400 km con un rifornimento che dura massimo 20 minuti
MONACO DI BAVIERA
2 sett
Le Mansory: la Ford GT diventa un fulmine blu
L’americana vincitrice a Le Mans 2016 rivista dal brand specializzata in elaborazioni
TEST DRIVE
27.05.2017 - 13:380

Porsche Macan GTS - Equilibrio ad ogni costo

Più sportiva della S, meno irruente della Turbo: anche la Macan viene arricchita della versione GTS. L’abbiamo provata.

Per ogni Porsche c'è una versione GTS e la Macan non poteva essere da meno. Non un gran salto rispetto alla Macan S, in verità, ma i dati sono comunque interessanti: il V6 biturbo di 3 litri eroga ora 360 Cv (+20 Cv) e una coppia di 500 Nm (+50 Nm, che fanno sempre comodo), la velocità massima sale a 256 km/h (+10 km/h) e il tempo impiegato per accelerare da 0 a 100 km/h  scende a 5 secondi netti con il pacchetto Sport Chrono di serie. Dati che ci sentiamo di confermare perché la Macan GTS va forte, davvero. Il V6 è muscoloso, generoso, sfoggia un'erogazione maschia ma pulita, forse a corto di fiato giusto nella parte bassa del contagiri; dialoga con piacere con il sempre favoloso PDK, un cambio inappuntabile, velocissimo, talmente veloce da anticipare di gran lunga la risposta del motore e calibrato in modo lievemente differente rispetto alla Turbo per dare alle ruote anteriori un ruolo un po' più importante.

A caratterizzare la GTS, proprio come su altri modelli della gamma, ci pensa un set-up più sportivo del PASM (sospensioni regolabili) ribassato peraltro di 15 mm, unitamente allo scarico sportivo con quattro terminali e ai cerchi in lega “Rs Spyder” da 20 pollici con finiture nere opache. Il nero è infatti un colore preponderante delle GTS: in lucido impreziosisce numerosi dettagli presenti al di sopra della linea di cintura mentre in opaco è presente nella parte bassa della vettura. Anche l’abitacolo non manca di colpire gli animi più sportivi con sedili sportivi parzialmente in Alcantara, materiale ampiamente impiegato per rifinire di tutto punto il pregiato abitacolo.

In occasione di un trasferimento autostradale a medio-lungo raggio, come la parte iniziale del nostro test, la Porsche Macan GTS è davvero un’ottima compagna di viaggio: il motore, a velocità da codice, ronfa placido e appena percettibile attorno ai 2000 giri/min, i fruscii dell'aria che accarezza la carrozzeria vengono sapientemente filtrati e il rotolamento dei pur importanti pneumatici non invade l'abitacolo. Lungo curve medio-veloci, il suo splendido equilibrio ispira tanta fiducia, che poi è l'elemento fondamentale per innescare la scintilla di quella magia che si chiama ‘piacere di guida'; molte auto vanno forte, molte meno sanno offrire la stessa precisione e altrettanto feedback in ingresso di curva e in uscita, con un avantreno e un retrotreno che vanno d'accordo fra loro. La Macan GTS è sincera, assorbe le asperità, gli avvallamenti e li filtra per eliminare tutto ciò che è superfluo. La Macan GTS ha un rollìo quasi inesistente, altro segno di un reparto sospensioni e di un telaio di prim'ordine; ciò nonostante, il paradosso è che spesso non si sente la necessità di intervenire sulla dinamica dell'auto, se non per limitare ulteriormente il rollìo stesso, perché l'equilibrio di quest'auto è talmente elevato che finisce per sarificare un po’ il coinvolgimento. Alla forza ‘bruta’ della Turbo la GTS antepone infatti la precisione e l’armonia, un guidabilità ancora più affilata che permetta di non disperdere nemmeno uno dei cavalli erogati dal motore. L’unico neo si presenta quando le dolci colline cedono la scena alle pendici delle grandi montagne e la strada si fa più contorta, con curve più frequenti e dal raggio più stretto in cui la Macan GTS ha meno spazio per dimostrare l'efficacia del brillante assetto e dell'invidiabile equilibrio. Il grip in uscita c'è eccome, grazie all’efficace la trazione integrale PTM, ma in ingresso lo sterzo sembra diventare poco diretto e la vettura perdere un filo di agilità a causa del suo peso, che è comunque assai importante. Com’è naturale che sia, la Macan GTS si trova più a suo nelle curve a lungo raggio, come dimostrato poc’anzi.

C’è una Macan per ogni esigenza e, di riflesso, anche la GTS ha la sua specifica clientela. Premesso che già il modello base ha già tutte le carte in regola per offrire un’esperienza di possesso ricca di soddisfazioni, tra una Macan S e una Macan GTS ballano circa 16'000 franchi, , motivo per cui la GTS comincia ad avere senso se per la vostra Macan desiderate tante dotazioni di serie (in particolare quelle sportive) siano esse estetiche o meccaniche.

 

SCHEDA TECNICA

Modello, versione Porsche Macan GTS
Motore 6 cilindri a V, 3 litri, turbo-benzina, 360 cv, 500 Nm
Trasmissione Cambio doppia frizione a 7 rapporti, trazione integrale
Massa a vuoto 1'895 kg
Accelerazione 0-100 km/h 5 secondi
Velocità massima 256 km/h
Consumo medio 8,8 l/100 km
Prezzo 91'600 CHF

 

Foto: Davide Saporiti
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:38:57 | 91.208.130.85