FRANCIA
28.10.2016 - 15:520
Aggiornamento : 20:36

Arrestato Nekkaz, l'imprenditore che paga le multe per il burqa

Il fermo, ripreso e messo in rete dal miliardario, è arrivato nel corso di una manifestazione sugli Champs Elysees

PARIGI - Rachid Nekkaz, il ricco algerino a cui piace pagare le multe per il burqa (lo ha fatto anche in Ticino con la prima sanzione comminata a Locarno), è stato arrestato ieri dalla polizia a margine di una manifestazione sugli Champs Elysees, a Parigi.

Se da una parte non è chiaro il motivo che ha portato al fermo dell'imprenditore, questi ha comunque voluto rendere pubblico il momento "clou" attraverso un video, a tratti quasi comico, pubblicato su Facebook.

Nekkaz sbraita davanti a un poliziotto allibito che non capisce bene se impedirgli o meno di proseguire con e riprese. In ogni caso l'imprenditore è stato rilasciato. E medita vendetta.

Su Facebook il video è corredato da un lungo commento. Qui alcuni stralci:

Salem, Azul,

In 45 minuti, la democrazia francese è diventata una vera e propria dittatura per gli attivisti anti-corruzione algerini, questo mercoledì 26 Ottobre alle 13:25.

In diretta su Facebook potete vedere il vero volto, vergognoso, ingiusto e colonialista, del governo francese.

Questo è quanto il popolo algerino ha dovuto subire per 132 anni! E noi non vogliamo più riviverlo.

La Francia è diventata un paese che ha sacrificato i suoi principi di libertà. Ha cominciato a inginocchiarsi davanti i 40 ladri di Algeri per continuare a godere del 65% del gas di Adrar fino 2043.

Questo è inaccettabile e inammissibile. E se Dio vuole che noi pensiamo al destino dell'Algeria InshaAllah, ci sarà rinegoziare il vergognoso contratto che ci ha fatto perdere 197 miliardi di dollari.

Dobbiamo cambiare questa situazione. Coraggio, la lotta pacifica continua.

Rachid Nekkaz tornerà ad Algeri il 30 ottobre. Al suo arrivo terrà una conferenza stampa per parlare del suo arresto a Parigi.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-16 13:35:39 | 91.208.130.85