Immobili
Veicoli

STATI UNITISi sveglia dal coma dopo due anni: «È stato mio fratello»

18.07.22 - 17:05
Wanda Palmer, di 51 anni, era ricoverata da giugno 2020 a seguito di una brutale aggressione avvenuta a casa sua.
Jackson County Sheriff’s Office
Si sveglia dal coma dopo due anni: «È stato mio fratello»
Wanda Palmer, di 51 anni, era ricoverata da giugno 2020 a seguito di una brutale aggressione avvenuta a casa sua.
Quando la donna si è risvegliata ha sorprendentemente indicato il fratello come responsabile della violenza.

COTTAGEVILLE - I fatti risalgono a giugno del 2020, quando i poliziotti avevano trovato Wanda Palmer nella sua abitazione nel Cottageville «distesa sul divano, ricoperta di sangue probabilmente a causa di un’aggressione con un’ascia o un macete», ha detto lo sceriffo della contea di Jackson, Ross Mellinger. «Inizialmente pensavamo che fosse morta» ha aggiunto Mellinger. Ma Palmer è sopravvissuta miracolosamente ed è stata portata in ospedale dove è caduta in un profondo coma.

Le indagini della polizia non erano riuscite a indicare il responsabile dell’aggressione. «Le piste da seguire erano molto vaghe, non avevamo prove concrete sull’autore delle violenze» ha aggiunto lo sceriffo. «Non c'erano testimoni oculari, nessun filmato di sorveglianza e nessuna registrazione del cellulare. Non c'era nulla su cui basarsi».

Il giallo rischiava di rimanere irrisolto per sempre. Ma poi la scorsa settimana Mellinger ha ricevuto una chiamata dalla clinica annunciando che Palmer aveva ripreso conoscenza. La donna non poteva ancora parlare a causa del danno cerebrale, ma poteva dare risposte chiare a semplici domande sì-no. Così è stata in grado di identificare il suo aggressore agli investigatori: suo fratello Daniel. Sono scattate immediatamente le manette all’uomo 55enne con l'accusa di tentato omicidio e lesioni personali intenzionali.

L’aggressore non ha opposto resistenza durante l’arresto. La polizia sta ancora indagando sul movente della violenza. 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO