keystone-sda.ch
Navalny in collegamento video dal carcere di Vladimir
RUSSIA
01.06.2021 - 08:310

Navalny svegliato ogni ora perché «a rischio fuga»: «Smettetela, è una tortura»

L'oppositore politico russo al giudice: «Impazzirebbe in una settimana».

VLADIMIR - L'oppositore politico russo Alexei Navalny ha chiesto che le guardie del carcere in cui è imprigionato la smettano di svegliarlo ogni ora perché considerato a rischio evasione. La pratica, ha sostenuto, «equivale di fatto a tortura».

«Voglio solo che la smettano di venire da me a svegliarmi di notte», ha dichiarato lunedì in tribunale il 44enne come riferisce Dozhd TV, citata dall'Associated Press. «Che cosa ho fatto? Mi sono arrampicato sulle recinzioni? Ho scavato un tunnel? O ho puntato una pistola a qualcuno? - ha continuato -. Spiegatemi semplicemente perché sono stato classificato a rischio fuga!». 

Navalny parlava in collegamento video dal carcere di Vladimir, 190 km a est di Mosca, dove è detenuto. L'oppositore ha denunciato che il trattamento riservatogli dai secondini «equivale di fatto a tortura»: «Impazzirebbe in una settimana», ha detto al giudice.

L'udienza è stata aggiornata a mercoledì.

Navalny è stato arrestato in gennaio dopo il suo ritorno in Russia dalla Germania, dove era stato curato per un sospetto avvelenamento in patria. È in carcere per violazione dei termini della libertà condizionale di una sentenza del 2014 per appropriazione indebita. Deve scontare due anni e mezzo di reclusione.         

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-28 22:19:07 | 91.208.130.85