Deposit
Nella struttura gioca la squadra di hockey su ghiaccio Wipptal Broncos (immagine generica)
ITALIA
10.02.2021 - 13:130
Aggiornamento : 16:18

Il tetto dello stadio del ghiaccio crolla sotto il peso della neve: nessun ferito

Nella struttura giocano i Wipptal Broncos. Quest'inverno, il Sudtirolo registra nevicate prossime al record.

STERZING / VIPITENO - Nessun ferito ma danni enormi questa mattina a Vipiteno, nella provincia autonoma di Bolzano, dove è crollato il tetto della pista del ghiaccio coperta (vedi foto più sotto). Il cedimento, avvenuto verso le 7, con ogni probabilità è stato causato dal peso della neve, che questo inverno sta cadendo abbondantemente, come in queste ore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per mettere in sicurezza la zona. Fortunatamente l'impianto era chiuso.

Nella struttura gioca la squadra di hockey su ghiaccio Wipptal Broncos, che milita nella Alps Hockey League. Ieri si erano allenati proprio nello stadio del ghiaccio.

Il manto nevoso attualmente non è particolarmente alto, a Vipiteno e San Candido circa 30-50 centimetri. La neve è però particolarmente pesante perché nelle scorse settimane con l'escursione termica giornaliera si è molto compattata. Anche questa mattina sta nevicando in vaste zone del Sudtirolo.

Questo inverno, con gli impianti chiusi a causa della pandemia di Covid-19, la Provincia autonoma di Bolzano sta registrando nevicate record. Come spiega il meteorologo provinciale Dieter Peterlin all'agenzia di stampa italiana ANSA, dall'inizio dell'inverno sono caduti 285 litri/mq, ovvero tre volte il valore della media pluriennale. È ormai a portata di mano il record assoluto che risale all'inverno 1950/51, quando si registrarono 317 litri/mq.

La procura avvia accertamenti - La procura di Bolzano ha intanto avviato accertamenti sul crollo. La struttura, di circa 30 anni, contava 1'700 posti. Sul caso l'associazione dei consumatori Codacons ha annuncia un esposto in procura e alla Corte dei Conti del Trentino-Alto Adige/Südtirol. «Si tratta di una tragedia sfiorata, e solo per un caso il crollo è avvenuto quando la struttura era vuota - spiega il presidente Carlo Rienzi - È necessario ora capire come sia stato possibile che un impianto, considerato un importante polo per lo sport sul ghiaccio, abbia ceduto sotto il peso della neve, e avviare le dovute indagini del caso».

 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 09:57:45 | 91.208.130.87