FRANCIAMorìa di pesci nel nord-est francese, denunciata Nestlè

14.08.20 - 17:28
«Abbiamo già recuperato tre tonnellate di pesci morti» ha detto il Presidente della Federazione pesca delle Ardenne
Archivio depositphotos
Fonte ats ans
Morìa di pesci nel nord-est francese, denunciata Nestlè
«Abbiamo già recuperato tre tonnellate di pesci morti» ha detto il Presidente della Federazione pesca delle Ardenne

PARIGI - Il capo della Federazione pesca delle Ardenne ha presentato una denuncia contro Nestlé Francia dopo che migliaia di pesci sono stati trovati morti in un fiume nel nord-est del Paese. Lo riporta il sito Franceinfo.

Diverse tonnellate di pesci morto sono state recuperate dal fiume Aisne durante il fine settimana, vicino a una fabbrica Nestlé a Challerange, a 50 km da Reims. Secondo la prefettura locale la morìa è stata causata da una diminuzione dei livelli di ossigeno nell'acqua e sono in corso test per determinare l'origine della contaminazione.

«Abbiamo presentato una denuncia contro Nestlé Francia per inquinamento e violazione dell'articolo 432.2 del codice ambientale», ha spiegato Michel Adam, presidente della Federazione secondo il quale il danno ammonta a «diverse migliaia di euro».

«Abbiamo già recuperato tre tonnellate di pesci morti. Ma ce ne sono altri. Sono state colpite circa 14 specie, comprese specie protette come le anguille», ha aggiunto.

Lo stabilimento Nestlé di Challerange, che produce latte in polvere, ha fatto sapere in un comunicato che domenica sera si è verificato una «perdita involontaria di effluenti di fanghi biologici, senza la presenza di sostanze chimiche» dal suo impianto di trattamento delle acque reflue. Non appena scoperta la fuoriuscita, ha detto la Nestlé, è stata interrotta la produzione della fabbrica per alcuni giorni.

COMMENTI
 
Tenero72 2 anni fa su tio
Era indirizzato ad Anna Michela, ma l’App per iPhone é fatta da schifo!
Corri 2 anni fa su tio
No è colpa del cellulare, perché Anna Michela ha messo il posto con fb e non sul tio.
klich69 2 anni fa su tio
La gran parte se non tutta la filiera nestle è frutto di truffa ai consumatori, un loro prodotto lo fanno pagare più del 400%. Siccome la gente sono dei pecoroni, conosco il loro sistema.
Corri 2 anni fa su tio
Latte contaminato per bébé con Danon, loro dicono tu ok, ma cercate su foodwatch.org quante volte figurano Nestlé, tutto per la loro business, militare-industriale, se ne fregano del male della gente, un colosso così, ma se c’è migliaia di gente che va contro, la solo cambiano qualcosa.
Tenero72 2 anni fa su tio
Non credi in una dichiarazione della stessa Nestlè? Nestlè ha dichiarato e confermato il fatto.
Tenero72 2 anni fa su tio
Scusa Corri, era indirizzato ad Anna Michela.
sedelin 2 anni fa su tio
se vi indignate per questo ennesimo disastro ambientale, votate SÌ il 29 novembre all’iniziativa “multinazionali responsabili”.
gigipippa 2 anni fa su tio
Da un lato il latte in polvere aiuta i neonati la cui mamma non ha latte a sufficienza. Dall`altro il prodotto, o meglio il processo per poterlo produrre e la grande richiesta del mercato probabilmente non sono sostenibili. Va comunque considerata anche una certa responsabilità del consumatore. "L'incidente è avvenuto intorno alle 21 di domenica scorsa, 9 agosto, nel sito che produce latte per le cialde Nescafé 'Dolce Gusto".
Tenero72 2 anni fa su tio
Mi piacerebbe fare un AUDIT a questa ditta per vedere quante non conformitá emergono. Sulla carta sono certificati ISO 9001 e 22000, come tanti (oggi le certificazioni le compri facilmente, con certi certificatori che girano)
NOTIZIE PIÙ LETTE