Keystone
New York è preda di un aumento della violenza.
STATI UNITI
15.07.2020 - 19:140

Omicidio brutale a New York perpetrato da "un ninja"

La vittima è il noto imprenditore Fahim Saleh, l'Elon Musk dei paesi emergenti

NEW YORK - La polizia di New York indaga sulla morte di Fahim Saleh, imprenditore tecnologico famoso per aver fondato Gokada, start up della Nigeria per lo sharing di motorini.

Il 33enne è stato trovato morto, decapitato e fatto a pezzi, nel suo lussuoso appartamento nel Lower East Side. Accanto al cadavere è stata trovata una sega elettrica.

L'uccisione di Saleh è, secondo la polizia, l'opera di un "professionista": nonostante sia stato decapitato e fatto a pezzi, nel suo appartamento infatti non è stato rinvenuto molto sangue.

Nato in Arabia Saudita da una famiglia del Bangladesh, Saleh è cresciuto a Rochester, nello Stato di New York, frequentando un liceo di Poughkeepsie e la Bentley University in Massachusetts.

Dopo aver fondato Gokada ne ha assunto la guida come amministratore delegato nel 2018, anno in cui ha lanciato anche la società di venture capital Adventure Capital.

Alcuni suoi amici lo hanno descritto come «l'Elon Musk dei paesi emergenti»: oltre a Gokada in Nigeria, ha infatti co-fondato anche la start-up Pathao in Bangladesh ed era un investitore in Picap, società della Colombia.

L'omicidio - Il killer di Saleh era vestito come un ninja - con un abito nero, cappello, maschera nera e guanti - quando ha attaccato l'imprenditore 33enne. Lo riportano i media americani citando alcune fonti, secondo le quali l'uomo sarebbe fuggito dall'appartmento di Saleh in fretta e furia tramite le scale per sfuggire alla sorella dell'imprenditore che stava suonando alla porta.

La ragazza era andata a visitare il fratello in piena notte, intorno alle 03.30 del mattino, per accertarsi che stesse bene non avendolo sentito per l'intera giornata. È lei che lo ha trovato e ha allertato la polizia.

Il video di sorveglianza esaminato dagli investigatori mostra Saleh rientrare nell'edificio intorno all'01.40: in ascensore con lui il presunto killer con una valigetta, quella in cui teneva probabilmente la sega elettrica con cui ha tagliato le gambe e le braccia di Saleh. La vittima è stata attaccata non appena uscita dall'ascensore.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-10 23:51:43 | 91.208.130.89