ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
6 ore
Ponte Morandi, crollato per un cedimento del cassone?
A fare l'ipotesi è Carlo Casini, responsabile della sorveglianza dell'Utsa e indagato per i falsi rapporti sui viadotti
STATI UNITI
8 ore
Google ha raccolto le cartelle di 50 milioni di pazienti
I dati sono stati recuperati dalla catena Ascension, il secondo operatore sanitario del Paese
ITALIA
8 ore
Vogliono estorcere denaro: si fingono dell'‘ndrangheta
I carabinieri hanno fermato cinque persone. La loro vittima è un albergatore del torinese
STATI UNITI
8 ore
Con Disney+ si entra nel vivo della guerra dello streaming
Dai film classici a quelli Pixar passando "Star Wars" e Marvel, il servizio offre un catalogo di spessore. E Netflix è sempre più sola
FRANCIA
8 ore
«Accuso Macron», lo studente si dà fuoco e il mondo studentesco scende in strada
Il 22enne è ora ricoverato in condizioni gravissime. E in Francia i giovani lanciano l'allarme sulla precarietà finanziaria nel settore accademico
THAILANDIA
9 ore
Sparatoria in tribunale, tre morti
È avvenuta a conclusione di una disputa legale relativa al possesso di alcuni terreni
POLONIA / STATI UNITI
10 ore
Lager nazisti «attribuiti» alla Polonia: Varsavia e Netflix ai ferri corti
Alle autorità polacche non va proprio giù una mappa che compare nella nuova serie documentario "The Devil Next Door". Netflix: «Stiamo seguendo la questione»
FOTO
ITALIA
10 ore
Acqua alta a Venezia, allagata San Marco: «Sistema largamente insufficiente»
Danni alla basilica. L'allerta non è finita secondo il Centro Maree
TURCHIA
10 ore
Jihadista americano espulso resta "nella terra di nessuno"
È bloccato fra Grecia e Turchia, nella zona cuscinetto lunga pochi metri oltre il valico di frontiera di Pazarkule
ITALIA
11 ore
Nove mesi di carcere in più per Fabrizio Corona
Il tribunale di Milano ha annullato il periodo che l'ex "re dei paparazzi" ha passato in affidamento
VIETNAM
11 ore
Rarissimo topo-cervo avvistato dopo 30 anni
Sono quasi 2000 le foto dell'animale raccolte in cinque mesi grazie a delle videotrappole
ISRAELE
11 ore
Lanciati da Gaza circa 200 razzi
Israele sta rafforzando le proprie forze dislocate attorno alla Striscia
CINA
12 ore
287 arresti a Hong Kong
Le persone sottoposte a fermo sono di età compresa tra i 12 e gli 82 anni
GERMANIA
11.09.2018 - 06:000

La Germania è «a un bivio»: «Merkel intervenga»

Il giornalista tedesco di origine iraniana Michel Abdollahi lancia un accorato allarme: «Non vorrei lasciare di nuovo la mia patria»

BERLINO - Partita in sordina, sta circolando ampiamente sui media tedeschi la lettera aperta pubblicata da un giornalista dell’emittente NDR e attore di origine iraniana e indirizzata ad Angela Merkel. Nel lungo post su Facebook, il 37enne Michel Abdollahi reagisce ai fatti di Chemnitz e mette in guardia sul rischio che «la storia si ripeta» poiché il razzismo e la xenofobia, oltre che per strada, hanno preso posto nei piani più alti della politica.


Facebook

«L'atmosfera è minacciosa» - «L’atmosfera per strada è sempre più minacciosa. Ricevo quotidianamente messaggi di persone che, a causa del colore della loro pelle, della loro religione o delle loro origini vengono trattati in maniera svilente», scrive Abdollahi. Prima, precisa, liquidava queste denunce come «stupidaggini» o sintomo di «ipersensibilità», chiudendo egli stesso «sistematicamente» gli occhi sul razzismo che montava in Germania.


Jüdisches Forum für Demokratie und gegen Antisemitismus

Xenofobia ai vertici della politica - Ora, però, i fatti di Chemnitz l’hanno portato a reagire: l’attacco a un ristorante ebraico da parte di estremisti di destra del 27 agosto scorso emerso in questi giorni; gli slogan e i saluti nazisti che hanno trovato spazio nelle strade; il fatto che il presidente dei servizi di sicurezza tedeschi, Hans-Georg Maaßen - pericolosamente vicino al partito di estrema destra AFD - abbia sostenuto teorie complottistiche secondo cui a Chemnitz non ci sarebbe stata nessuna “caccia allo straniero”; e, soprattutto, il fatto che il ministro dell’Interno, Horst Seehofer (CSU), abbia definito la migrazione «la madre di tutti i problemi».


Keystone
Horst Seehofer

«Seehofer dà uno schiaffo in faccia a 19,7 milioni di cittadini» - «Ci definisce la madre di tutti i problemi - scrive Abdollahi -. Dà uno schiaffo in pieno volto ai 19,7 milioni di cittadini e cittadine i cui genitori sono venuti qui da un altro Paese. Dà uno schiaffo in pieno volto a tutte queste persone che lavorano duramente, che a milioni si sono integrate nella società, che pagano le tasse e danno il loro contributo al successo della Germania». E precisa: «Ovviamente respingo ogni forma di estremismo e la stragrande maggioranza dei migranti respinge ogni forma di estremismo», ma «io non posso davvero farci niente se alcuni migranti non si comportano bene in Germania». Seehofer, sottolinea Abdollahi, non dovrebbe «condannare tutti i migranti perché alcuni di loro delinquono»: «Non è forse anche il mio ministro dell’Interno?», si chiede provocatoriamente il 37enne.


Keystone

«Non vorrei abbandonare la mia patria una seconda volta» - Il giornalista - che ricorda il proprio passato di figlio di rifugiati iraniani fuggiti alla guerra Iran-Iraq - chiede ad Angela Merkel di agire perché la Germania è «a un bivio»: ciò che sta accadendo non sono «segnali», ma la prova che lo Stato di diritto «ha fallito», bisogna «agire». «Non lasciamo che la storia si ripeta», afferma. E conclude: «Non vorrei abbandonare la mia patria una seconda volta».

Jüdisches Forum für Demokratie und gegen Antisemitismus
Guarda le 3 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 04:35:36 | 91.208.130.85