MUSICAIl Concerto di Natale dell'OSI alle Officine FFS

08.12.22 - 08:00
Appuntamento il 10 dicembre con l'Orchestra, che sarà diretta dal Maestro Enrico Calesso
OSI
Il Concerto di Natale dell'OSI alle Officine FFS
Appuntamento il 10 dicembre con l'Orchestra, che sarà diretta dal Maestro Enrico Calesso

BELLINZONA - Per il Concerto di Natale 2022, l’Orchestra della Svizzera italiana torna sabato 10 dicembre alle ore 20.30 nella suggestiva cornice della Cattedrale delle Officine FFS di Bellinzona.

Il programma della serata prevede, nella prima parte, la celebre Sinfonia n.9 Dal Nuovo Mondo di Antonín Dvořák, l’ultima scritta dal compositore boemo, profondamente influenzata dalla cultura americana della frontiera e dall’interesse dell’autore per gli spirituals, i canti della comunità afroamericana che riecheggiavano nelle piantagioni. Nella seconda parte, invece, ci si sposterà virtualmente in Ungheria per le spumeggianti Danze ungheresi di Johannes Brahms: ispirate al folclore magiaro, hanno ritmi particolari e soluzioni “ungheresi” che diventeranno poi parte integrante del linguaggio brahmsiano.

A guidare l’OSI sarà il direttore d’orchestra italiano Enrico Calesso, attualmente primo direttore ospite presso il Landestheater di Linz (Austria), nonché direttore musicale del Mainfranken Theater di Würzburg in Germania.

Gli ultimi biglietti sono disponibili in prevendita sul sito www.osi.swiss e allo sportello OTR presso l’InfoPoint Bellinzona in Piazza Collegiata (lu – ve 9.00 – 17.30, sa 9.00 – 15.30, do 10.00 – 15.30), secondo le seguenti categorie di prezzo: intero posto sedia CHF 50.-, ridotto posto sedia (AVS, AI, studenti) CHF 40.-, infine intero e ridotto posto panca CHF 30.-. Considerato il luogo, suggestivo ma che conserverà anche in occasione del concerto il suo aspetto “industriale”, si invita il pubblico ad indossare scarpe senza tacco e indumenti caldi. Si raccomanda inoltre di raggiungere le Officine con i mezzi pubblici; qualora questo non fosse possibile, è a disposizione un ampio posteggio in Via al Prato.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE