Immobili
Veicoli

CANTONE / SVIZZERARomano chiede controlli sanitari in dogana

05.05.20 - 13:03
«I valichi minori dovrebbero quindi essere aperti, sotto presidio, solo nelle fasce orarie di lavoro»
TiPress - foto d'archivio
Romano chiede controlli sanitari in dogana
«I valichi minori dovrebbero quindi essere aperti, sotto presidio, solo nelle fasce orarie di lavoro»

BERNA - Controlli sanitari in dogana, soprattutto alle frontiere con regioni che evidenziano una situazione epidemiologica più grave della Svizzera. È quanto chiede una mozione indirizzata al Consiglio federale da Marco Romano. «La misura va mantenuta in vigore fintanto che necessario per questioni di salute pubblica e/o laddove il Paese confinante attua un approccio comparabile».

In vista delle riaperture e allentamenti, il consigliere nazionale ticinese PPD definisce «fondamentale» un’efficacie gestione delle frontiere con «controlli sanitari diffusi e per quanto possibile obbligatori». L’approccio, basato sulla situazione sanitaria, potrebbe essere differenziato per regione.

Al Consiglio federale viene chiesto che i valichi minori vengano aperti, «sotto presidio, solo nelle fasce orarie di lavoro».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO