Tipress (archivio)
Ivan Pau-Lessi, ex capo ufficio del DSS.
ULTIME NOTIZIE Ticino
CANTONE
25 min
Tutti i numeri degli accertamenti fiscali
A chiederli è il Gruppo del PS in Gran Consiglio in vista del dibattito parlamentare del 5 novembre: «È efficace, equo e garante di parità di trattamento tra contribuenti?»
FOTO E VIDEO
LUGANO
37 min
Studente espulso: i compagni protestano fuori dal carcere
Il rimpatrio forzato di un 19enne - da ieri alla Stampa - ha innescato una manifestazione di solidarietà da parte degli allievi della Csia
CANTONE
42 min
Mensa obbligatoria negli asili, il tamtam diventa mediatico
L’Aripe, associazione che critica l’impostazione ticinese, si sta muovendo con una serie di articoli sulle testate d’oltralpe per segnalare «in negativo l’unicum del nostro cantone».  
LOCARNO
46 min
Delta Resort: «Quando arriva la sentenza?»
Interpellanza di Fabrizio Sirica e cofirmatari: «Il Consiglio di Stato ha cambiato idea?»
FOTO
BEDRETTO
1 ora
Veicolo in fiamme sulla Novena, lievi ustioni per il conducente
Sul posto sono intervenuti i Pompieri dell'Alta Leventina, la Polizia, e un'ambulanza che ha prestato i primi soccorsi al ferito e l'ha trasportato in ospedale
CANTONE
1 ora
Acqua di nuovo potabile ad Alto Malcantone
I parametri sono rientrati nella normalità. Resta in vigore la non potabilità a Cademario, Aranno e nelle frazioni di seo, Cimo, Gaggio e Pianazzo a Bioggio
CANTONE
2 ore
Visita di cortesia a Palazzo delle Orsoline
Il Consiglio di Stato ha ricevuto oggi la Console generale di Svizzera a Milano Sabrina Dallafior
CANTONE
2 ore
Minorenne violentata. Condannato a 4 anni, poi sarà espulso
Il legale del 29enne kosovaro valuta il ricorso in Appello. La giovane riceverà 12mila franchi di risarcimento
CANTONE
3 ore
Ecco Lu, il nuovo agente a 4 zampe della Polizia cantonale
Il nuovo collega della sezione cinofila è stato presentato oggi sulla pagina Instagram del corpo
GIUBIASCO
4 ore
Col furgoncino nel fiume, arrestato il guidatore-ladro
Il veicolo, di proprietà di una ditta di pompe funebri, era rubato. Dopo due incidenti l'automobilista aveva tentato la fuga. Invano
CANTONE
5 ore
La Valle di Blenio si presenta unita per la stagione invernale
Le 2 stazioni sciistiche, Campo Blenio e Nara, propongono una nuova stagionale valevole per entrambi i comprensori
AGNO
6 ore
Nuove nubi sulla Mikron
La società ha inoltrato la domanda per introdurre il lavoro ridotto
LOCARNO
6 ore
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
CANTONE / ITALIA
7 ore
Sciopero in Italia, limitazioni per i Tilo
Il servizio ferroviario su territorio svizzero non subirà ripercussioni
LOCARNO
8 ore
Scherrer parla di pace con l’Ambasciatrice del Perù
Il Sindaco ha accolto nella Sala delle cerimonie a Palazzo Marcacci la Signora Ana Rosa Valdivieso Santa María: «Una preziosa occasione di interscambio»
CANTONE
18.09.2019 - 15:390
Aggiornamento : 19:56

Pau-Lessi: «Mai coperto nessuno». E chiede di essere sentito dal Gran Consiglio

L'avvocato dell'ex capo ufficio del DSS risponde a seguito della discussione parlamentare che ha visto il rinvio della nomina dei vertici dell'ACR

BELLINZONA - Ivan Pau-Lessi, già capo ufficio presso il DSS, ha formalmente richiesto al presidente del Gran Consiglio Claudio Franscella di essere sentito - anche nell’ambito di un’eventuale inchiesta parlamentare - in seguito all’animato dibattito parlamentare che ha visto il rinvio della nomina dei vertici dell’Azienda cantonale dei rifiuti proprio per la presenza dell’ex funzionario (già sentito in qualità di teste nell’ambito dell’inchiesta penale per abusi sessuali a carico di un suo ex collaboratore) nella rosa dei nomi proposti.

Pau-Lessi «non ha nulla da nascondere»  e «ritiene di avere sempre agito nel massimo della correttezza, sia nello svolgimento delle proprie mansioni, sia al momento in cui rivestiva la carica di Capo ufficio presso il Dipartimento della sanità e socialità» si legge in un comunicato firmato dall’avvocato Andrea Bersani, che sottolinea inoltre come il suo assistito non abbia «mai coperto qualsivoglia atteggiamento di natura penalmente rilevante del suo ex collaboratore».

Di conseguenza, assicura il legale, ulteriori addebiti «fuori luogo» non saranno tollerati e in caso di altre affermazioni e frasi lesive «saranno intrapresi i passi necessari, compresa la segnalazione al Ministero pubblico».

Dadò e l'inchiesta parlamentare - Ad avversare la nomina nel corso del dibattito parlamentare sul rinnovo dei membri del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda cantonale dei rifiuti sono stati in particolare i deputati Boris Bignasca (Lega) e Fiorenzo Dadò (PPD). Quest’ultimo in particolare ha confermato a tio/20minuti l’intenzione di presentare una richiesta formale al Gran Consiglio per istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sulla vicenda.

Nel frattempo, la Presidente della Corte di appello e revisione penale ha accolto la richiesta di Bersani di «poter disporre delle motivazioni della sentenza, debitamente anonimizzate, così da poter permettere al mio mandante di intraprendere i passi necessari a tutela dei propri legittimi interessi». Un passo, conclude l’avvocato, che «sarà fatto a tempo debito».

1 mese fa Abusi al Dss: la nomina fa discutere
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 18:27:14 | 91.208.130.89