Ti Press
SVIZZERA
12.08.2019 - 16:360

«Il secondo seggio al Nazionale e una donna agli Stati»

Sono gli obiettivi dichiarati del Partito socialista per le Federali di ottobre

BELLINZONA - Il Partito Socialista ha consegnato alla cancelleria di Stato la lista per l’elezione al Consiglio nazionale. Al PS sono sottocongiunte la lista della Gioventù Socialista (GISO) e quella di PS 60+. Congiunti naturalmente a “Verdi e sinistra alternativa”, con l’obiettivo di rafforzare l’area rosso-verde al Parlamento federale. e quindi di riconquistare il secondo seggio al Nazionale. Inoltre, eleggere una donna, nella persona di Marina Carobbio, agli Stati.

«Il PS presenta una lista forte, paritaria, per una società migliore, “Per tutti non per pochi”», si legge nel comunicato. Una lista «attenta alle politiche giovanili, di genere e a quelle della terza età, determinata ad agire in difesa dell’ambiente». Fra gli obiettivi politici del partito ci sono pure la diminuzione dei costi fissi della vita (dall’alloggio ai costi sanitari con premi di cassa malati alleggeriti e accessibili), un mondo del lavoro dignitoso orientato al progresso (ma allo stesso tempo attento agli interessi del ceto medio e di chi vive la precarietà), delle famiglie, delle lavoratrici e dei lavoratori, dei disoccupati e sottooccupati: «Donne e uomini che meritano un lavoro ad un salario degno di questo nome».

Le liste - La lista del PS è composta da Marina Carobbio, Davide Dosi, Andrea Ghisletta (GISO), Martina Malacrida Nembrini, Chiara Orelli Vassere, Igor Righini, Bruno Storni e Cristina Zanini Barzaghi.

La lista Gioventù Socialista sotto congiunta al PS è composta da Federica Caggia, Clarissa David, Mattea David, Yannick Demaria, Angelo Mordasini e Santiago Storelli.

La lista di PS 60+ presenta sei candidature, con Marisa Filipponi, Carlo Lepori, Erto Paglia, Patrizia Pintus, Marilena Ranzi Antognoli, Marino Truaisch.

"Verdi e sinistra alternativa" - Secondo l’accordo di area firmato lo scorso mese di giugno, come avviene in molti Comuni e Cantoni della Svizzera, il PS si congiunge naturalmente a “Verdi e sinistra alternativa”. L’obiettivo è di rafforzare la presenza nella deputazione ticinese di figure progressiste e ambientaliste, «determinate a battersi nei fatti per delle politiche in favore della socialità e dell’ambiente». «L’area progressista è oggi sottorappresentata a Berna da una sola deputata del PS su 10, mentre in Ticino vi fanno riferimento circa ¼ degli elettori», rilava il PS, che ha quindi come obiettivo quello di recuperare il seggio al Nazionale perso dal partito nel 2011.

Oltre al Nazionale, il PS candida Marina Carobbio anche al Consiglio degli Stati. «Gli Stati sono da sempre un dominio maschile. Con la prima cittadina Svizzera tutto il Ticino ha l’occasione di eleggere finalmente una donna alla Camera alta».

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-21 03:15:30 | 91.208.130.85