Fotolia
ULTIME NOTIZIE Ticino
BERNA / CANTONE
5 ore
Occhi della deputazione ticinese puntati su Posta e accesso al mercato finanziario italiano
I parlamentari ticinesi ribadiscono la loro contrarietà all'elezione di un germanofono nel Cda del gigante giallo.
LOCARNO
6 ore
Un sottocenerino per la Sopracenerina
Il nuovo direttore della Società Elettrica sarà Pietro Nizzola, che sostituisce Daniele Lotti
AGNO 
7 ore
"Cadrega" negata e Soldati scende dal treno
Dietro le dimissioni del presidente delle FLP le resistenze degli azionisti privati sulla nomina di un membro di CdA
VIDEO
MAGGIA
8 ore
I serpenti della Maggia conquistano TikTok
Il video di una lotta rituale ha valicato il Gottardo, e i contendenti si coprono di gloria
FOTO E VIDEO
LOCARNO
9 ore
Cade sulle rocce e si ferisce, infortunio a Ponte Brolla
L'incidente è avvenuto lungo la Maggia. Per soccorrere il ferito sono intervenuti Rega e Salva.
CANTONE
10 ore
Aperte le iscrizioni dei corsi «per imparare a studiare»
Anche nel 2021 torna il progetto di Pro Juventute dedicato ai ragazzi delle Scuole Medie.
CANTONE
10 ore
Quattromila posti liberi al Centro di Biasca
Le autorità sanitarie consigliano ai cittadini di prendere appuntamento in Riviera per il vaccino.
CANTONE
10 ore
C'è un nuovo direttore alla Federazione Pompieri Ticino
Si tratta di Nelson Ortelli che assumerà la carica il prossimo mese di novembre sostituendo Francesco Guerini.
CALCIO
11 ore
Brutta e senz'anima: questa Nazionale è al capolinea?
Euro 2020: cosa succede alla Svizzera? Gli esperti Livio Bordoli e Arno Rossini su Piazza Ticino. Guarda il live.
CANTONE
12 ore
«Fra gli impiegati c'è un costante deterioramento dei salari»
La denuncia dell'OCST: «L'aumento del numero di frontalieri trascina verso il basso i salari dei residenti».
BELLINZONA
12 ore
A Bellinzona tornano concerti e cinema all'aperto
La capitale si anima con la seconda edizione di "Estate in città".
CANTONE / SVIZZERA
12 ore
Bocciato il pedaggio al San Gottardo per vetture straniere
La mozione presentata da Marco Chiesa e ripresa da Piero Marchesi è stata respinta dal Consiglio nazionale.
CANTONE
14 ore
Dal Ticino parte la lotta al «ricercato speciale»
Agroscope ha lanciato uno strumento innovativo per monitorare la diffusione del coleottero giapponese.
LOCARNO
14 ore
Il tifo che sfocia in violenza: botte e insulti in centro a Locarno
Due giovani sostenitori della nazionale italiana sono stati presi di mira a seguito della sfida Svizzera-Italia
FOTO
CAPRIASCA
14 ore
Elementari di Tesserete, posata la prima pietra
La cerimonia si è svolta alla presenza, fra gli altri del direttore del DECS Manuele Bertoli
CANTONE / SVIZZERA
14 ore
CdA della Posta, Ticino a bocca asciutta?
Preoccupazione da parte della Deputazione alle Camere per l'assenza di un rappresentante della Svizzera italiana.
FOTO
CANTONE
15 ore
La Nufenen è tornata a popolarsi di centauri e automobilisti
Il Passo che collega Ticino e Vallese è stato riaperto questa mattina.
CANTONE
15 ore
Covid, in Ticino otto contagi e nessun decesso
Nel nostro cantone l'ultima morte legata alla pandemia risale allo scorso 27 maggio
VIDEO
CANTONE
15 ore
Sotto i 14 anni il monopattino elettrico è tabù
Il Dipartimento delle Istituzioni lancia una campagna incentrata soprattutto sui monopattini elettrici.
CANTONE
21.08.2018 - 10:000
Aggiornamento : 13:30

Studenti ticinesi che vanno a Napoli per la maturità. «Ora intervenga il Governo»

Un’interrogazione chiede al Consiglio di Stato di prendere posizione sul fenomeno, chiarendo le modalità di controllo applicate sugli istituti esteri operanti in Ticino

BELLINZONA - Intraprendere un viaggio di 800 km dal Ticino fino a Pomigliano d’Arco, nella periferia di Napoli, per conseguire la maturità liceale. Costo complessivo: circa 7’500 franchi. Il fenomeno - portato alla luce al termine dello scorso anno scolastico da Tio.ch/20minuti - aveva immediatamente creato un certo scalpore, soprattutto per le modalità d’esame che permettono agli studenti (una ventina gli iscritti durante lo scorso anno) di ottenere un risultato garantito senza alcuna difficoltà.

Risposte sottobanco, fornite dagli stessi professori durante le prove, con tanto di raccomandazione a non copiare tutto per non ottenere risultati «troppo positivi». Un malandazzo rilevato anche dal Ministero dell'istruzione italiano, che nel 2016 aveva già sanzionato l’istituto campano che ha promosso i giovani ticinesi per alcune gravi irregolarità in sede d’esame.

Sulla vicenda sarà ora chiamato ad esprimersi ufficialmente anche il Consiglio di Stato ticinese, sollecitato da un’interrogazione parlamentare - sottoscritta dai deputati democentristi Tiziano Galeazzi (primo firmatario), Sergio Morisoli, Lara Filippini, Paolo Pamini, Cleto Ferrari e dal leghista Massimiliano Robbiani - che chiede all’Esecutivo cantonale di prendere una chiara posizione in merito alla pratica «allarmante» di ottenere diplomi attraverso questi canali “alternativi”. In particolare nei casi in cui lo studente abbia già collezionato alcuni fallimenti al termine del suo percorso di studio presso gli istituti cantonali.

Al Governo viene inoltre chiesto di illustrare i controlli effettuati in materia di istruzione e conformità sugli istituti privati esteri operanti in Ticino, così come di quantificare il numero di studenti - crescente, secondo quanto dichiarato dalla direttrice dell’istituto italiano G.Papi di Pomigliano d’Arco - che ha fatto ricorso a questo sistema negli ultimi 5 anni per ottenere la maturità.

«La preparazione formativa e scolastica di questi studenti viene reputata di livello paragonabile rispetto a coloro che conseguono il diploma in Ticino?», chiedono i deputati, ponendo infine la lente anche sulle responsabilità del DECS e in particolare sul riconoscimento dei titoli di studio in questione all’interno delle scuole superiori post maturità ticinesi.

Le domande al Consiglio di Stato

A) Il DECS è a conoscenza di istituti privati sul nostro territorio che inviano studenti all'estero per affrontare gli esami di maturità? Se cosi fosse, sono poi riconosciuti questi diplomi nelle nostre scuole superiori post maturità?

B) Dalla responsabile dell’istituto di Napoli sotto accusa si menziona di “studenti ticinesi” che vengono reclutati da un istituto privato a Lugano per poi recarsi a Pomigliano solo il giorno dell’esame” (Tio del 26 giugno 2018). Ha potuto il DECS chiarire tale fattispecie e di che istituto si tratta?  

C) Quanti sono di regola gli studenti che in Ticino ottengono ogni anno la maturità da istituti privati italiani con la metodologia sopra descritta? (ultimi 5 anni)

D) Come reputa il Governo questo genere di ottenimento dei diplomi di maturità? Specie dopo aver conseguito gli studi fino agli esami in Ticino e non avendoli quindi superati, o aver collezionato ripetuti “fallimenti” presso i licei cantonali, e ripiegando quindi altrove per poter ottenere un diploma?

E) Che genere di controlli applica il Governo (istruzione, conformità e vigilanza) sugli istituti privati esteri ubicati sul nostro territorio?

F) La preparazione formativa e scolastica di questi studenti viene reputata di livello paragonabile rispetto a coloro che conseguono il diploma in Ticino? Se no, quali problemi si riscontrano maggiormente?

G) Come valuta il DECS questo fenomeno e in generale il problema degli istituti scolastici italiani sul nostro territorio con riferimento alla generale reputazione formativa e di istruzione del nostro Cantone?

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
VISIO 2 anni fa su tio
Libertà di scelta !!!!! Le dittature sono all‘Est !
Gus 2 anni fa su tio
E poi al DFA creavano problemi a chi aveva titoli svizzeri! Vergogna!
Um999 2 anni fa su tio
E cosa vogliono fare invalidare i diplomi? Che richieste assurde .. proprio niente da fare anche se il principio è giusto
raindog 2 anni fa su tio
E' cosi a confinare coi badola, cmq le scelte le facciamo noi, quando chiami un artigiano prendi solo chi ha personale locale, idem la spesa, e cosi via, poi in merito a questo articolo dubito che un maturando abbia 7.500 + spese varie per andare in teronia a fare l'esame, quindi il marcio comincia dai genitori, bell'insegnamento...
centauro 2 anni fa su tio
@raindog Hai scritto giusto...."le scelte le facciamo noi", ciascuno è liberissimo di fare ciò che vuole nei limiti della legalità, se io volessi chiamo la ditta varesotta per fare un lavoro che mi costa meno, le leggi non me lo vietano, se volessi uscire per cena vado a Ponte Tresa invece che farmi spennare in Ticino, se dovessi fare la spesa vado a Como che risparmio, le leggi non me lo vietano, se invece di confinare coi badola abitassi vicino all'Austria farei lo stesso, idem se confinassi con la Francia o la Germania.....poi sulla serietà degli esami del profondo sud penso che all'unanimità siamo dubbiosi, sta il fatto che i genitori TICINESI permetto ai propri figli di andarci.......vero o no!!!!
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Beh, io avrei pure qualche dubbio sugli studi di qualcuno dei firmatari di questa interrogazione parlamentare... :-)))))
Mat78 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato Sui tuoi invece non ce ne sono ;-)))))))
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@Mat78 hi hi hi... :-))))))
navy 2 anni fa su tio
Tanto siamo già da tempo un cantone italico. Pertanto cosa cambia a fare lavorare (poi) frontalieri perché hanno la conoscenza e lasciare a casa i nostri? Tanto vale smantellare tutto questo cantone di ipocriti.
mats70 2 anni fa su tio
EUR 100 nella busta e ti facciamo chirurgo diplomato. Capito mi hai?
ToMaTe_81 2 anni fa su tio
Si stende il tappeto rosso per persone con diplomi conseguiti all'estero quando chi segue l'università in svizezra nel caso specifico in ticino perchè conosco la situazione non sono sufficienti e sono necessarie altre scuole create ad hoc in ticino che hanno valore solo nel nostro cantone.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-18 01:39:42 | 91.208.130.87