Immobili
Veicoli

BELLINZONASerata di tensione, ancora botte al bar Viale: un ferito e un arresto

29.08.20 - 15:02
Nuovo episodio di violenza nel locale. Coinvolti diversi giovani.
Ti-Press (archivio)
Serata di tensione, ancora botte al bar Viale: un ferito e un arresto
Nuovo episodio di violenza nel locale. Coinvolti diversi giovani.
Alla base dell'accaduto ci sarebbero futili motivi. Varie pattuglie di polizia sul posto.

BELLINZONA - Ancora botte al bar Viale di Bellinzona. È accaduto nella notte tra venerdì e sabato, attorno alle 24. Sul posto sono intervenute quattro pattuglie di polizia. Nella lite sarebbero coinvolti diversi giovani. 

Da qualche tempo, un bar pacifico come il Viale sembra essersi trasformato in un luogo di tensione. Diversi i casi registrati dopo il lockdown legato al Covid. Su tutti quello di inizio giugno, con una vera e propria spedizione punitiva. 

Quanto accaduto nelle ultime ore, invece, sembra essere stato originato da futili motivi. Forse, da un banale scambio di bicchieri. Stando ad alcuni testimoni, anche il gerente, esasperato dalla situazione, a un certo punto avrebbe perso le staffe, alzando la voce. 

Almeno uno dei ragazzi coinvolti avrebbe già precedenti e sarebbe già noto alle forze dell'ordine. 

Aggiornamento

Il Ministero Pubblico, la Magistratura dei minorenni, la Polizia cantonale e la Polizia della città di Bellinzona hanno confermato la rissa avvenuta attorno alle 00.30. Spetterà all'inchiesta di polizia stabilire i motivi. Confermato anche il coinvolgimento di diversi giovani di due opposte fazioni. Durante lo scontro un giovane 21enne, cittadino croato residente nel Bellinzonese ha riportato ferite che hanno richiesto cure ospedaliere. Il ragazzo è già stato rilasciato in mattinata. Un 17enne, cittadino svizzero, domiciliato nel Bellinzonese è già stato arrestato.
Sono in corso accertamenti per chiarire ragioni, dinamica e responsabilità di quanto avvenuto nonché per identificare ulteriori persone coinvolte. L'inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini e dalla Magistratura dei minorenni. 

NOTIZIE PIÙ LETTE