foto Fvr - Franjo
+ 6
LOCARNO
12.06.2019 - 17:200
Aggiornamento : 20:28

Il Ticino è diventato marrone

Il fiume è in piena e si è riempito di detriti, dopo le piogge dei giorni scorsi. Ma l'allerta è stata ritirata

LOCARNO - Un Ticino traboccante, a un passo dall'esondazione. Le piogge dei giorni scorsi hanno gonfiato i fiumi della Svizzera italiana, con strascichi di fango e detriti che si sono riversati sulle rive e nei laghi.

La conta dei danni (comunque non ingenti) è ancora in corso. Intanto Meteo Svizzera ha ritirato oggi a mezzogiorno l'allerta per il rischio di esondazione dei fiumi, diramata lunedì. In particolare nel Sopraceneri (dove l'allerta era massima, livello 3) sono caduti fino a 150 litri d'acqua per metro quadro, spiegano da Locarno Monti. 

Le precipitazioni hanno raggiunto il picco lunedì nell'Alta Valle Maggia e in valle di Blenio. I segni dello sconquasso però sono arrivati oggi in pianura, con un fitto strato di detriti accumulatisi nel golfo di Locarno (vedi foto). Nuove piogge sono attese per questa sera in alta montagna, ma con quantitativi contenuti. Il bel tempo dovrebbe reggere almeno fino al weekend.

foto Fvr - Franjo
Guarda tutte le 10 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 01:09:14 | 91.208.130.89