CANTONE“Potenziare le settimane estive di lingua e sport”? Il Parlamento dice di no

24.01.23 - 15:31
Approvato il rapporto di maggioranza: «La situazione finanziaria non consente di attuare le proposte della mozione».
Tipress
“Potenziare le settimane estive di lingua e sport”? Il Parlamento dice di no
Approvato il rapporto di maggioranza: «La situazione finanziaria non consente di attuare le proposte della mozione».

BELLINZONA - Il Gran Consiglio respinge la mozione del Centro in cui si chiedeva di potenziare le settimane estive “lingua e sport”, rendendole accessibili anche dal punto di vista finanziario (si proponeva di studiare la possibilità di offrire settimane "lingua e lingua").

Come sottolineato da Maddalena Ermotti Lepori (Il Centro), «le lingue sono importantissime. Anche le aziende chiedono una migliore formazione. Si possono utilizzare le lunghissime vacanze estive per studiare il tedesco, senza sacrificare altre ore scolastiche importanti».

Nel rapporto di minoranza, presentato da Samantha Bourgoin (Verdi), si chiedeva al Parlamento di esplorare, con la fondazione L+S, «le possibilità di potenziamento dei corsi offerti», introducendo «modalità d'insegnamento immersive» e l’istituzione «di un contratto di prestazione, così come l’istituzionalizzazione di un contributo cantonale per implementare il potenziamento dei corsi L+S e diminuirne il costo per le famiglie, grazie all’istituzione di un contratto di prestazioni».

Nel rapporto di maggioranza, come sottolineato da Lelia Guscio (Lega), si riteneva che «la situazione finanziaria attuale» non desse spazio per «attuare le proposte contenute nella mozione». Di conseguenza, un gruppo di commissari si sarebbe impegnato a «inoltrare un’iniziativa per sondare la possibilità di poter disporre di una base legale».

L'aula ha approvato quest'ultimo documento con 45 voti favorevoli, 24 contrari e 11 astenuti.

 

COMMENTI
 
APR-DRONE 3 gior fa su tio
Lasciate perdere gli stregoni e politologi che vi seguono MADE IN SUD. Mi domando se presso gli uffici a Bellinzona, in particolare l’istruzione, MA LO SANNO IL TEDESCO ? Siete sicuri !!?? TICINESI SVEGLIA !!!!!! Vi rendete conto che ci sono diverse professioni, da anni insegnate nei cantoni germanofoni e francofoni, che in TICINO non vengono proposte per le quali chi vorrebbe portarle in Ticino trova un MURO dovuto alla lingua. Prima dovrebbero studiare Tedesco una pletora di maestri, maestrine, maestrini, politici, porta borse, leccalecca che girano per il Ticino. CHi lo sà seriamente ha i posti di lavoro TOP gli altri manovali. RAGAZZI SE LEGGETE SVEGLIATEVI TEDESCO - TEDESCO - TEDESCO- TEDESCO dormite pensando in TEDESCO. L'inglese o il frencese fate un A2 oppure un B1 dopo.....
APR-DRONE 3 gior fa su tio
Non posso che essere FELICE per i miei figli di aver abbandonato il Ticino nel 2007. Ora in Svizzera frequentano le lingue in modo serio e produttivo. Hanno un SERIO futuro lavorativo ….. In Ticino siete ancora al primo step. Discutendo come, dove, con che CHF e perché aumentare le ore di tedesco…. SCONCERTANTE. Vi domandate dove prendere le ore. Di non far più ore o altre menate del genere. NON STATE BENE fatevi organizzare il mondo della scuola dall’asilo al liceo da altre figure professionali. Che vengano da nord MOLTO a nord.
Giulietto 3 gior fa su tio
Per le cose buone chi sa come mai i soldi non ci sono mai… se si parla di soldi ai soliti noti ne escono fuori anche di più di quelli chiesti… che disastro
Bilbo 3 gior fa su tio
Ma si chiamano ancora cosi ? Pensavo fossero le settimane della droga e del sesso
NOTIZIE PIÙ LETTE