Immobili
Veicoli

CANTONE«Le lavagne rischiano di scomparire»

21.06.22 - 09:28
Una petizione firmata da 550 insegnanti ticinesi vuole salvare l'ardesia, minacciata dagli schermi tattili nelle scuole
tipress
«Le lavagne rischiano di scomparire»
Una petizione firmata da 550 insegnanti ticinesi vuole salvare l'ardesia, minacciata dagli schermi tattili nelle scuole

BELLINZONA - Le buone vecchie lavagne di ardesia su cui è stata scritta, cancellata e riscritta gran parte dell'istruzione delle ultime generazioni, in Ticino, rischiano di scomparire dalle scuole. Cancellate a loro volta dalle nuove tecnologie, su cui il Cantone ha investirà milioni di franchi nei prossimi anni. 

L'allarme è stato lanciato dal Movimento della scuola, che ha consegnato al Decs una petizione per salvare le lavagne "d'una volta" dall'estinzione. Alla raccolta firme, si legge in una nota odierna, hanno aderito 550 insegnanti di ogni ordine e grado. 

L'iniziativa, lanciata nel mese di maggio, muove «dal timore che si proceda sistematicamente alla sostituzione delle tradizionali lavagne» con degli iper-moderni “Schermi Tattili Interattivi” (STI) sicuramente più performanti sotto molti punti di vista. Per i firmatari però, l'ardesia presenta «il vantaggio della sostenibilità economica e ambientale» oltre a una «particolare versatilità sul piano didattico».

Per quanto riguarda i costi, il Cantone sembra non badare a spese: con un credito di 47 milioni di franchi a partire dall'anno scolastico in corso è iniziato l'adeguamento dei supporti didattici in tutte le scuole cantonali. Il masterplan prevede di "svecchiare" e ammodernare il 70 per cento degli istituti entro il 2023.

I firmatari non sono contro la tecnologia, precisano. Ma a causa delle dimensioni dei nuovi schermi tattili, temono che nelle aule scolastiche non resti più spazio per la tradizione del gesso e cancellino. Niente più scarabocchi, annotazioni, mappe mentali disegnate più o meno bene, ma comunque espressione di una «scuola fatta anche di manualità e procedure mentali condivise» di cui la lavagna - scrive il Movimento - resta un simbolo. E come tutti i simboli, è difficile da cancellare. 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE