LOCARNOL'hotel tende la mano ai frontalieri: «Dormite da noi»

08.03.20 - 20:36
L'offerta arriva anche per contrastare il periodo di crisi: «Meglio che non vedere anima viva»
facebook
L'hotel tende la mano ai frontalieri: «Dormite da noi»
L'offerta arriva anche per contrastare il periodo di crisi: «Meglio che non vedere anima viva»

LOCARNO - L'Associazione industrie ticinesi (Aiti) aveva già suggerito ai frontalieri, in tempi non sospetti, di soggiornare in Ticino fino a che le acque non si fossero calmate. Con l'istituzione della "zona rossa" in Lombardia, c'è chi ha deciso di sfruttare il suggerimento per far girare un po' gli affari.

«Perché non offrire un aiuto. D'altra parte sono tempi difficili anche per noi che lavoriamo nel settore turistico», ci spiegano dall'hotel Garni Montaldi di Locarno. La struttura alberghiera, infatti, in queste ore ha teso una mano ai lavoratori italiani che vorrebbero restare in Ticino per poter lavorare senza dover incorrere nei limiti dettati dal Governo italiano.

«Abbiamo visto che ci sono aziende in difficoltà. Da qui l'offerta di camere a partire da 25 franchi a notte. Per agevolare un po' le ditte e i lavoratori. Per periodi lunghi siamo anche disposti a rivedere il prezzo».

Una scelta, questa, dettata anche dai tempi difficili che sta attraversando il settore turistico: «Il coronavirus certo non aiuta in questo periodo di crisi. Meglio prezzi bassi che non vedere anima viva».

Al momento, tuttavia, nessuno si è fatto avanti. «L'annuncio è stato messo da poco, staremo a vedere», concludono dall'hotel.

NOTIZIE PIÙ LETTE