Tipress
ULTIME NOTIZIE Ticino
LOCARNO
2 ore
I festival ticinesi fanno i conti con il maltempo
Sia il LongLake che il Locarno film festival hanno però dei piani B.
LUGANO
3 ore
La Città opta per i 30 all’ora nelle vie del centro
Uno studio di ingegneria esterno analizzerà la fattibilità della proposta
MONTECENERI
4 ore
Monte Tamaro Music Day rimandato a settembre
L'evento previsto per sabato ha dovuto essere posticipato a causa del maltempo
CANTONE
5 ore
Coronavirus: in Ticino 29 nuovi casi e 10 ricoverati in tutto
I pazienti Covid che necessitano di cure intensive scendono a 3.
SORENGO
5 ore
Ars Medica e Sant’Anna, l'82% del personale è vaccinato
La tendenza a vaccinarsi fra il personale medico e infermieristico è in costante aumento
LUGANO
6 ore
È iniziato il conto alla rovescia in vista della StraLugano
Dopo diversi cambiamenti dovuti alla pandemia, fra meno di un mese si potrà tornare a correre.
FOTO
GIORNICO
8 ore
Auto contro il guard rail, incidente sull'A2
Nella notte il conducente di un veicolo con targhe tedesche ha perso la padronanza del suo mezzo.
CANTONE / SVIZZERA
8 ore
«È troppo presto per dire chi ha fatto meglio»
In Svizzera la seconda ondata è stata cinque volte più pesante della prima. In Ticino il rapporto è più bilanciato.
BELLINZONA
15 ore
Corona è di nuovo libera di volare
"Ammaccata" dalla forte grandinata degli scorsi giorni era stata soccorsa e curata dalla SPAB
LUGANO
19 ore
Demolizione dell'ex Macello? Se ne parlava già a marzo
Nell'inchiesta sui fatti avvenuti a fine maggio spuntano alcune mail in cui si ipotizzava l'intervento
CANTONE
21 ore
«Sabato pomeriggio potrebbero essere violenti»
Avviso di maltempo per il weekend, preoccupa la situazione idrologica e sono in arrivo altri temporali.
LOCARNO
21 ore
Loredana Berté in concerto per l'infanzia
La celebre cantante si esibirà a favore dell’Associazione Ticinese Famiglie Affidatarie
FOTO
TENERO
22 ore
Sbaglia manovra e termina contro un muro, ferita una donna
L'incidente si è verificato nel posteggio di un supermercato.
MENDRISIO
1 gior
Spunta l'idea di Festival del carnevale in versione estiva
Il progetto proposto dai comitati organizzatori dei carnevali del Mendrisiotto
MENDRISIO
1 gior
PS Mendrisiotto, costituito l'Ufficio presidenziale
A dirigere la sezione sarà Marco D'Erchie
MENDRISIO
1 gior
Un nuovo defibrillatore per il SAM
È stato consegnato Carlo Speroni, partner di S’nce group, digital agency di Stabio
COMANO
02.03.2020 - 12:400
Aggiornamento : 19:48

Quindici minuti per recuperare il materiale in ufficio e lavorare da casa

Avviata la “quarantena preventiva” in casa Rsi. Ecco le misure decise dalla direzione.

Chi ha soggiornato/pernottato dopo il 21 febbraio in una regione italiana a rischio dovrà lavorare da oggi al 15 marzo da casa, in regime di home office. Esclusi dalle misure quanti si sono recati oltreconfine per gite di poche ore o per far spesa.

COMANO - Affrettarsi. Da oggi i dipendenti della Rsi lavoreranno in regime di coronavirus. Dopo l’annuncio di sabato, la direzione dell’ente radiotelevisivo ha emanato un documento interno con le misure preventive decise per evitare la diffusione del virus in azienda.

Scatta l’home office - La circolare è indirizzata in particolare a quanti rientrano dal periodo delle vacanze. «Se dopo venerdì 21 febbraio hai soggiornato/pernottato in una regione italiana a rischio (Lombardia, Piemonte, Veneto) o ti sei recato in uno dei Paesi a rischio (Cina, Corea del Sud, Singapore e Iran) contatta immediatamente l’Ufficio sanità e sicurezza Rsi. Seguendo le direttive aziendali annunciate dovrai lavorare da oggi sino al prossimo 15 marzo da casa, in regime home office»

Toccata e fuga - Per i dipendenti che rientrano nel profilo a rischio l’azienda indica come recuperare il materiale per il lavoro da fuori. La parola d’ordine è affrettarsi. «Puoi andare in ufficio a recuperare il tuo computer portatile e tutti gli strumenti e documenti necessari per poter lavorare da casa. Ti chiediamo di farlo velocemente, per non superare i 15 minuti indicati come tempo necessario per un eventuale contagio».

Basta una notte all’estero - La direzione Rsi aggiunge una nota “importante”: «La quarantena viene richiesta quando si è stati in vacanza o si è soggiornato per almeno una notte nell’ultima settimana (da sabato 22 febbraio) nelle zone considerate a rischio». 

Non vale la spesa a Ponte - La quarantena non si applica per quanti sono stati per poche ore oltreconfine. «Tutti coloro che sono stati in Italia nelle zone di confine per alcune ore o in giornata (gite, negozi, pranzi o cene), se in buona salute, possono rientrare normalmente in azienda». Per situazioni particolari, come essere stati ad un concerto, l’azienda invita i dipendenti a contattare l’Ufficio sanità e sicurezza Rsi. 

A tutela del servizio pubblico - «È una misura precauzionale atta anche a garantire la messa in onda» osserva Rolando Lepori. «Dovesse scoppiare un'epidemia di coronavirus alla Rsi - continua il segretario del Sindacato svizzero dei massmedia - potrebbe esserci un blocco del servizio pubblico. Ed è ciò che si vuole scongiurare con questa misura che potrebbe sembrare esagerata. Ma che si giustifica». 

L'impatto - Difficile, per il momento, quantificare l'impatto del provvedimento: «Il numero esatto non lo conosco. Oltre ai dipendenti Rsi, sarà toccato anche il personale ingaggiato tramite le agenzie di collocamento. Ma chi ha contratti a giornata potrebbe semplicemente vedersi slittare la chiamata. Nel complesso i collaboratori toccati dovrebbero essere una cinquantina» conclude Lepori. La quarantena con "home office" non si potrà ovviamente applicare a tutti i profili...

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
sedelin 1 anno fa su tio
perché chiamano "quarantena" un periodo di 2 settimane? la quarantena é un periodo di quaranta giorni. qui si mettono in quattordicena.
MIM 1 anno fa su tio
Ma il telelavoro dall'estero, non è proibito?
migheleto 1 anno fa su tio
Ma avete prove concrete che non fanno niente tutto il giorno o ragliate tanto per ragliare?
fakocer 1 anno fa su tio
@migheleto Io le prove concrete le ho essendo nel cospicuo gruppo dello scalino basso utile e indispensabile ma che costituisce l'alibi dell'esistenza della piramide gerarchica, la cui cuspide dilapida il maggior costo del resto dell'azienda. E questo lo si vede senza occhiali per esempio rilevando i tempi al bar (non il Monte, ma il bar interno). E l'è ul men da la cavagna.
Galium 1 anno fa su tio
Non dimentichiamo che nei prossimi decenni si parlerà molto di home office, perché questa, secondo i futurologi, sarà una tendenza sempre più diffusa. Pertanto la scelta della RSI, seppure dettata dalla paura del contagio, è pienamente condivisibile, al di là dei soliti commenti polemici.
Lucadue 1 anno fa su tio
Per la RSI é semplice far svolgere il lavoro da casa, i suoi impiegati sul posto di lavoro non fanno un tubo e quel tubo possono farlo anche da casa. Per un'impresa di costruzioni la faccenda é più complicata.
Hardy 1 anno fa su tio
Insomma: misure preventive con l'introduzione di "Home office" e non va bene perché ci sarebbe gente "pagata per non fare nulla". In assenza di misure e avvertimenti Canetta sarebbe passato per "incosciente", "irresponsabile", "colui che mette in serio pericolo diritti e salute dei lavoratori" o nel peggiore dei casi "sterminatore di vite e famiglie innocenti". Insomma, non va mai bene nulla. E da quel che leggo chi sarà lasciato a casa dovrà comunque produrre, mica andare in vacanza ai Caraibi....
fakocer 1 anno fa su tio
"Home office". Suona very professional, continuità della dedizione all'azienda, indiscussa credibilità, detto da Marshall Mc Luhan : Outsourcing at home spot. Ma Mc Luhan non avrebbe trovato l'alibi per il "Sailing boat office at lake" golfo di Agno con Natel a valigetta un pomeriggio feriale...
LAMIA 1 anno fa su tio
Ecco la conferma : frontalieri e basta
volabas 1 anno fa su tio
Nella vicina e disastrata penisola, timbravano in mutande...qui neanche bisogno di fare quello
Tato50 1 anno fa su tio
Non fatemi più vedere la Principessa Sissi, perché vi denuncio per istigazione al suicidio-;))
GIGETTO 1 anno fa su tio
Li lasciano pure a casa a "grattarsi" sti lazzaroni nullafacenti......
miba 1 anno fa su tio
Se prima facevano già poco ora non fanno più niente del tutto......
Verbania 1 anno fa su tio
@miba “I ladri pensano che gli altri rubino”, dice un’espressione.
lecchino 1 anno fa su tio
Dovesse scoppiare un'epidemia di Coronavirus alla Rsi potrebbe esserci un blocco del servizio pubblico. Ed è ciò che si vuole scongiurare con questa misura che potrebbe sembrare esagerata. Ma che si giustifica. Stiamo parlando del milanese Cane Peo?

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-30 15:05:19 | 91.208.130.89