TiPress - foto d'archivio
LOCARNO
08.05.2019 - 17:480
Aggiornamento : 09.05.2019 - 08:26

Condannati i “picchiatori del Locarnese”

Pene tra 25 e 30 mesi. Decisa «una chance» per il 22enne tedesco, che non sarà espulso

LOCARNO - Avevano detto di voler finalmente condurre una vita diversa e trovarsi un lavoro. Ma il rischio di recidiva è alto. Così la Corte delle Assise criminali - come riferiscono alcuni media - ha deciso che i tre “picchiatori del Locarnese” dovranno restare in carcere.

Il 19enne è stato condannato a 2 anni e 6 mesi, il 20enne - cresciuto con lui nella zona - a 2 anni e 4 mesi. Entrambi dovranno sottoporsi al trattamento ambulatoriale in carcere. 2 anni e 1 mese, invece, per il 22enne di passaporto tedesco ma residente da tempo nella regione. Il giudice Francesca Verda Chiocchetti ha annunciato la rinuncia alla sua espulsione, per dargli «una chance», considerati i legami familiari e la dichiarata volontà di cambiare vita.

Nella regione erano diventati tristemente noti come il trio dei "picchiatori del Locarnese". La lista dei reati commessi tra aprile 2017 e l'estate del 2018 è lunga. Furti (di cui uno tentato in chiesa), aggressioni, consumo e spaccio di droga e guida senza licenza. Accanto a loro anche una ragazzina con meno di 16 anni che ha intrattenuto rapporti sessuali (consenzienti) con due dei componenti del terzetto. Nei giorni trascorsi in carcere (in regime di espiazione anticipata della pena) dopo l’arresto, i tre hanno espresso la volontà di redimersi.

Gli avvocati difensori non ricorreranno contro la sentenza.

3 mesi fa Il trio di picchiatori vuole redimersi
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 09:47:23 | 91.208.130.87