Keystone
SVIZZERA
08.06.2021 - 19:010

Karin Keller-Sutter e la nuova strategia su Schengen

La consigliera federale ha partecipato oggi a una riunione sul tema a Lussemburgo.

All'incontro erano presenti gli omologhi di Slovenia, Austria e Grecia.

BERNA - La consigliera federale Karin Keller-Sutter ha partecipato oggi a Lussemburgo all'incontro ministeriale dedicato in particolare alla nuova strategia della Commissione UE per la sicurezza interna dello spazio Schengen e alla lotta al terrorismo.

Per la prima volta dall'inizio della pandemia da Covid-19, l'incontro in Lussemburgo si è nuovamente svolto di persona sul posto e ha permesso alla responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) anche di confrontarsi con i suoi omologhi di Slovenia, Austria e Grecia nel quadro di diversi incontri bilaterali.

Una protezione più efficace e coordinata delle frontiere esterne nonché un potenziamento della cooperazione servono a migliorare la sicurezza e la libertà di movimento nello spazio Schengen, sottolinea una nota odierna del DFGP.

Per la consigliera federale Keller-Sutter è chiaro che ottimizzare la cooperazione alle frontiere esterne dell'UE è nell'interesse della Svizzera. La Confederazione punta quindi a svolgere un ruolo attivo nella lotta al terrorismo e la criminalità organizzata. E a tal fine si intende potenziare la cooperazione di polizia e lo scambio d'informazioni.

Con Karl Nehammer, ministro degli interni austriaco, e Notis Mitarachis, ministro greco del settore dell'asilo e della migrazione, Karin Keller-Sutter ha discusso dei lavori relativi al nuovo pacchetto sulla migrazione e l'asilo nonché della tematica della migrazione secondaria. La consigliera federale ha ribadito che la Svizzera continuerà a impegnarsi per una soluzione europea e una ripartizione equa delle responsabilità tra gli Stati Schengen.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
mastermi 5 mesi fa su tio
la creme' de la creme' della politica svizzeraaaaa che incubo sta gente.
M70 5 mesi fa su tio
tenetela a casa a fare calzetta che fa meno disastri
Princi 5 mesi fa su tio
poveri noi .........
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 11:46:42 | 91.208.130.87