Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 ore
«Tutte le aziende in crisi vanno aiutate, anche quelle nuove»
Il Consiglio Nazionale vuole togliere il limite temporale del primo ottobre per la richiesta dei casi di rigore.
SVIZZERA
4 ore
Premi cassa malati, i Cantoni siano coinvolti
Il Consiglio degli Stati ha accettato la mozione Lombardi e altre quattro iniziative
ZURIGO
5 ore
«Il Böögg brucerà lo stesso», nonostante il Covid-19
La tradizione popolare sarà mantenuta, ma senza la presenza di pubblico e senza la festa delle corporazioni di Zurigo.
VALLESE
5 ore
Sospetta frode nell'elezione del Parlamento
Ieri i cittadini di Briga hanno eletto 11 rappresentanti in Gran Consiglio: un socialista, un verde, tre UDC e sei PPD
SAN GALLO
6 ore
Tragedia sfiorata a un passaggio a livello
A Staad un bambino di tre anni ha attraversato le rotaie proprio mentre transitava un treno.
TURGOVIA
6 ore
Una manovra errata e l'automobile finisce di sotto
L'incidente è avvenuto oggi a mezzogiorno in un parcheggio di Rickenbach bei Wil.
SVIZZERA
6 ore
Blocher: «Non sottomettiamoci ai diktat del Governo»
Il plenum dovrà decidere se iscrivere nella legge la data del 22 marzo per riaprire ristoranti e altre attività.
GRIGIONI
7 ore
Brienz “scivola” sempre più velocemente
La montagna che sovrasta il paesino si sposta fino a 8 metri all'anno. I residenti non sono però a rischio
SVIZZERA
7 ore
I “milionari della mascherina” sostituiscono quelle non usate gratis
La Farmacia dell'esercito aveva acquistato il materiale dalla Emix Trading AG, ma l'aveva poi ritirato precauzionalmente
SVIZZERA
8 ore
Tassazione individuale, lanciata un'iniziativa
Il testo chiede che le coppie non vengano più considerate in modo congiunto.
NEUCHÂTEL
8 ore
Sommozzatore muore in immersione
Un 55enne neocastellano è deceduto mentre si trovava nelle acque del lago di Neuchâtel
SVIZZERA
06.02.2021 - 12:250
Aggiornamento : 17:42

Proteggere, indennizzare e vaccinare: sono le priorità del PLR

La presidente nazionale Petra Gössi chiede una chiara strategia d'uscita dal semi-confinamento

BERNA - Durante l'assemblea dei delegati del PLR, che si svolge online fino a domani, la presidente Petra Gössi ha auspicato una chiara strategia di uscita dalle misure restrittive imposte per far fronte all'epidemia di Covid-19. Il piano del partito, che si estende su cento giorni, mostra la strada da seguire, ha affermato.

Le priorità attuali sono proteggere, indennizzare e vaccinare, ha detto. Per la protezione individuale contro il coronavirus servono incentivi; le insensate regole di quarantena devono scomparire; e gli indennizzi nei cantoni vanno accelerati e migliorati. La consigliera nazionale svittese ha anche criticato il piano vaccinale, a suo avviso partito malamente.

Ricetta del PS per PMI errata - Se il PS si profila ora come il salvatore delle piccole e medie imprese (PMI), ignora il fatto che le aziende dipendono da condizioni quadro liberali. L'aiuto alle PMI è attualmente opportuno, ma non con un annaffiatoio.

Le libertà sono fortemente limitate, è ciò fa particolarmente male ai liberali radicali, ha sottolineato Gössi, auspicando un rapido ritorno alla normalità. Anche il Consiglio federale si sta stufando della pandemia di Covid-19. Ma la crisi non è ancora finita, ha ammonito dal canto suo il consigliere federale Ignazio Cassis.

Cassis: Accordo quadro, tutto aperto - Con le varianti del coronavirus in circolazione, il numero di casi potrebbe aumentare ancora, ha avvertito. Un nuovo confinamento sarebbe il peggiore scenario immaginabile e va assolutamente evitato. Società, federalismo ed economia devono tornare a vivere normalmente.

Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri si è anche espresso sull'accordo quadro istituzionale con l'Unione europea. Un fallimento dev'essere un'opzione in ogni negoziato, ma coloro che ora auspicano la rinuncia all'intesa devono chiedersi se hanno paura di un buon accordo. Le alternative avranno un prezzo, ha sottolineato il capo della diplomazia. Non bisogna dimenticare che l'accordo quadro riguarda un trattato con vicini buoni.

Sì a legge Covid-19 - Dopo i discorsi i delegati, con 146 voti contro 31, hanno raccomandato al popolo di accogliere la Legge Covid-19, combattuta da un referendum e sottoposta al voto il prossimo 13 giugno. La norma è voluta per dare una base legale alle misure adottate dal governo nell'ambito della pandemia da coronavirus.

Gli argomenti del comitato referendario contro la Legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all'epidemia di Covid-19 (Legge Covid-19) sono privi di logica, hanno affermato vari delegati. Ad esempio, non si può parlare di vaccinazione obbligatoria.

Un aspetto centrale della norma sono gli indennizzi per chi è penalizzato dalle misure restrittive, ha sottolineato il consigliere agli Stati Damian Müller (PLR/LU). La validità della legge è limitata fino alla fine di quest'anno, ha inoltre indicato.

Legge antiterrorismo: nessuna discussione - I delegati hanno poi respinto una mozione d'ordine volta a tenere un dibattito sulla Legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT), pure sottoposta a votazione federale alla metà di giugno. I Giovani liberali radicali, contrari alla norma, hanno sostenuto che su un progetto tanto lesivo delle libertà avrebbero dovuto esprimersi i delegati.

Gössi si è limitata a ricordare l'esito senza storia del voto di ieri della Conferenza dei presidenti delle sezioni cantonali (in cui siedono anche presidenti di organizzazioni vicine al PLR), che raccomanda al popolo di accettare la MPT con 29 voti contro cinque e due astensioni.

Sulle raccomandazioni di voto sulle iniziative "Per una Svizzera senza pesticidi sintetici" e "Acqua potabile pulita e cibo sano - No alle sovvenzioni per l'impiego di pesticidi e l'uso profilattico di antibiotici", pure in votazione in giugno, i delegati possono votare fino a domani. Solo allora sarà pubblicato il parere dell'assemblea.

Oggi il voto dei delegati è stato inizialmente ostacolato da problemi tecnici.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-03-08 23:23:48 | 91.208.130.89