ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Le vendite per corrispondenza affossano le entrate fiscali
Sulle merci provenienti dall'estero non è infatti possibile garantire un corretto prelievo dell'IVA.
SVIZZERA
3 ore
Flotta svizzera, la sorveglianza è sempre "in alto mare"
Il Controllo federale delle finanze bacchetta i due enti di vigilanza, pur riconoscendo (leggeri) miglioramenti.
ZURIGO
4 ore
Trascinata a morte dal suo cavallo: «Il suo cuore batteva per l’equitazione»
Parlano il padre della giovane e il contadino che l’ha, invano, soccorsa.
SVIZZERA
8 ore
«Test pilota anche per le discoteche»
Lo chiede la Conferenza dei direttori cantonali della sanità in vista dei prossimi allentamenti
GRIGIONI
8 ore
Sempre più bambini subiscono violenza sessuale su internet
L'allarme lo lancia Adebar, l'ente grigionese per la salute sessuale e la pianificazione familiare
SVIZZERA
9 ore
Violenza sulle donne: «Ci vuole una rete attiva 24 ore su 24»
La richiesta è stata fatta da PS e PLR con due mozioni adottate oggi dal Consiglio Nazionale.
SVIZZERA
9 ore
Tra pandemia e turismo
I responsabili del settore hanno chiesto una serie di richieste per la libertà di viaggio
GRIGIONI
9 ore
Schianto con l'e-bike, muore una 72enne
L'anziana ha perso la vita dopo essersi scontrata con un motociclista di 16 anni a Igis.
SVIZZERA
11 ore
Covid: la posizione dei Cantoni sulle riaperture
Si richiede chiarezza per il settore del turismo e una velocità maggiore nell'introduzione di nuovi allentamenti.
BERNA
11 ore
«Le persone tra i 50 e i 60 anni dovrebbero essere considerate a rischio»
La variante inglese preoccupa la Task Force.
SVIZZERA
12 ore
Paesi a rischio: due liste e parecchi cambiamenti
La prima sarà valida da domani - stralciate Emilia Romagna, Toscana e Friuli Venezia Giulia - la seconda dal 17 maggio.
SVIZZERA/GEORGIA
12 ore
Incidente in montagna, svizzera muore in Georgia
Secondo alcune fonti, si tratterebbe di un'alpinista originaria di Neuchâtel.
SVIZZERA
10.07.2017 - 06:010
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Lavoriamo sempre meno: allora perché non abbiamo mai il tempo di far niente?

Rispetto al 1950 siamo scesi da 2.400 a 1.562 ore l'anno, ma la settimana da 42 ore e l'incapacità di separare vita professionale e privata non aiutano a stare meglio

Ore di lavoro

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

ZURIGO - Cinquant'anni fa, eravamo quelli che lavoravano di più in Europa, assieme ai tedeschi. Con 2.400 ore all'anno, ci accontentavamo di due settimane di vacanza e cinque giorni di festa, il sabato era libero solo per un dipendente su sette e gli altri si presentavano in azienda sei giorni di fila, godendosi solo la domenica senza mai recriminare. Era prassi, consuetudine, normalità.

Germania anche più "pigra" di noi - E oggi? Siamo precipitati sotto quota 1.600. In Germania, il declino è stato anche più significativo: non si toccano le 1.400. Conseguenza dell'«aumentare della prosperità nella nostra società», dice Michael Siegenthaler, autore dello studio condotto dal Politecnico di Zurigo secondo cui, oggi, in Svizzera si è occupati in media appena 1.562 ore all'anno.

Ma quanto ci piace il tempo parziale? - Quarantadue ore a settimana invece di 49; 55 e oltre nel caso di alberghi e ristoranti. Crollo del tempo pieno, specie fra le donne, che si fermano al 41%; 83% gli uomini. Derive di una società del benessere che, altrove, non ha però prodotto i medesimi risultati. Stakanovista il Messico (2.248), come la Corea del Sud (2.113). Poi, è vero, si scende ovunque sotto le due migliaia, ma si resta per lo più sopra la Svizzera. Si lavora molto negli Usa, 1.770 ore, seguiti nell'ordine da Italia (1.723), Giappone (1.719), Spagna (1.701). Poi gli inglesi (1.674), gli svedesi (1.611), gli austriaci (1.608). 

Come la Francia, ma lì sono solo 35 a settimana - Ed ecco la Confederazione elvetica, più "virtuosa" della Francia (1.474) per neanche mezz'ora circa al giorno. Lì, la settimana lavorativa è di 35 ore, ma il ricorso al tempo parziale è molto più modesto rispetto alla Svizzera, dove raggiunge il 37%. «A conti fatti, quello che si può constatare a livello internazionale è una maggiore voglia di tempo libero - osserva Siegenthaler - In questo, non siamo un'eccezione». 

Mai meno di 21 o non saremmo felici - Ora, la domanda - scontata - è: perché non introdurre anche in Svizzera le 35 ore, se è vero che - dice il professore emerito di psicologia del lavoro al Politecnico di Zurigo Theo Wehner - non bisogna scendere sotto le 21 ma neanche superare le 34 ore se si vuole essere felici? Perché, secondo Rudolf Minsch di Economiesuisse, l'organizzazione attuale, con un ricorso importante al tempo parziale, garantisce lavoro a un maggior numero di persone e assottiglia le fasce cosiddette deboli e problematiche per lo Stato. 

Si produce cinque volte tanto - Da segnalare, rispetto alla metà del secolo scorso, l'incremento della produttività. Nel 1950, si producevano 4 franchi ogni ora, pari a 18 odierni adattati a inflazione e potere d'acquisto. Oggi si arriva a 85 franchi, quasi cinque volte tanto. Si raggiunge con più facilità l'età della pensione (il 90% contro il 60% circa allora) e l'aspettativa di vita è cresciuta di sette anni, passando da 77 a 84. 

Lavorare, che stress: colpa (anche) di internet - Certo, è aumentato lo stress ed è sempre più difficile separare vita professionale e privata, complici internet e i social. Come spiegarsi, altrimenti, perché ci sembra di non avere mai il tempo di far nulla, rispetto a una volta? 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Equalizer 3 anni fa su tio
Comunque un po' di mate: 42 ore la settimana per 47 settimane lavorative (tolto il mese di vacanza e 1 settimana x 5 giorni di festività varie) a me da 1974 ore lavorative.
moonie 3 anni fa su tio
un interessante punto di vista ce lo da dago: "lavoriamo gratis per creare altri disoccupati - dalla spesa alla benzina, dalle voci registrate al check-in online per i voli: facciamo tutto da soli, ovvero regaliamo il nostro tempo libero alle compagnie che ci "offrono" questi servizi innovativi, dando loro la possibilità di licenziare qualche altro milione di dipendenti."
Equalizer 3 anni fa su tio
Beh, il dettaglio non da poco sta anche nel fatto che oggi in Svizzera devi rendere per 2500 ore in 1500, con il risultato che uno/a arriva a casa sfinito. Per ciò che concerne il tempo libero effettivamente la gente dovrebbe imparare che non è obbligata a riempirlo di attività, come ben scriveva nell'altro articolo bisogna vivere piuttosto che solo consumare.
chico2017 3 anni fa su tio
... mi chiedo cosa ci sia ancora da scoprire e da costruire al giorno d'oggi...abbiamo già tutto e anche troppo, il dopoguerra è finito da un pezzo. Dobbiamo imparare a volare ... come il tempo.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-06 02:51:55 | 91.208.130.89