Cerca e trova immobili

SVIZZERAMolestie e mobbing, il lato oscuro della ristorazione

17.05.23 - 21:00
Un sondaggio Unia mette in luce i problemi e il malumore dei dipendenti che lavorano nel settore alberghiero.
Deposit
Molestie e mobbing, il lato oscuro della ristorazione
Un sondaggio Unia mette in luce i problemi e il malumore dei dipendenti che lavorano nel settore alberghiero.

BERNA - I risultati di un sondaggio condotto dal sindacato Unia sono allarmanti e non lasciano spazio a molte interpretazioni: i dipendenti del settore alberghiero e della ristorazione sono vittime di abusi. «Le molestie sessuali, il mobbing, la cattiva organizzazione del lavoro e i bassi salari sono problemi comuni», spiega il sindacato attraverso un comunicato stampa.

Mobbing e abusi - Il 42% delle persone intervistate ha dichiarato infatti di essere già stato vittima di mobbing sul lavoro. E il 27% ha già subito molestie sessuali. Particolarmente grave è il fatto che solo poco meno di una persona su quattro che ha subito molestie o mobbing ha potuto contare sul sostegno del proprio superiore. Cifre queste spaventose. 

Oltre ad abusi e mobbing il sondaggio, condotto tra febbraio e aprile 2023, ha riscontrato anche altri problemi e complicazioni. Il sindacato afferma che i dipendenti sono insoddisfatti della pianificazione e dell'orario di lavoro. Solo un terzo degli intervistati riceve sempre i piani di lavoro con due settimane di anticipo, come lo prescrivono la legge e il CCNL. Un quarto riceve i piani di lavoro «a volte» con meno preavviso, un buon 40% «quasi sempre».

Pause e giorni festivi - Il 65% degli intervistati dichiarano inoltre che a volte le pause o persino i giorni di riposo vengono cancellati quando c'è molto lavoro. E tre quarti vengono contattati costantemente o occasionalmente dal loro superiore durante il tempo libero.

Problemi di trasparenza si riscontrano anche nella parità salariale. Mentre il 21% afferma che nella propria azienda le donne guadagnano meno degli uomini, una maggioranza pari al 56% dichiara di non saperlo o di non poterlo verificare.

Le proposte - Oltre a constatare una situazione ormai insostenibile Unia ha presentato la sua proposta: in febbraio, il sindacato ha consegnato all'associazione padronale Gastrosuisse un manifesto firmato da quasi 10'000 occupate e occupati dell'industria alberghiera e della ristorazione. Il personale rivendica in particolare salari migliori, una pianificazione anticipata del lavoro, il pagamento di tutte le ore pianificate, il diritto alla disconnessione al di fuori dell'orario di lavoro e misure efficaci contro il mobbing e le molestie. 

COMMENTI
 

Soleluna 9 mesi fa su tio
Reception hotel il 99% lavorano solo stranieri .

Stranita 9 mesi fa su tio
Il settore alberghiero e quello della ristorazione sono piuttosto particolari in quanto non è sempre facile pianificare l’afflusso dei clienti. Ho lavorato in ambedue i settori sia in Svizzera che all’estero, da dipendente e da titolare. Anni fa sono stata discriminata perché non mi hanno assunta come cameriera in un ristorante svizzero in Svizzera solo perché ero Svizzera 😳. Posso affermare che nella nostra nazione il datore di lavoro cerca di essere più corretto soprattutto nel rispettare gli orari di lavoro. Purtroppo per quanto riguarda il mobbing è praticato in quasi tutte le professioni indistintamente dai settori. É una piaga che andrebbe perseguita penalmente in quanto distrugge letteralmente le persone. Sulle molestie secondo me bisognerebbe distinguere bene la vera molestia da quella “leggera” e magari male interpretata. Tengo a precisare che disapprovo totalmente le molestie che vanno assolutamente denunciate, ma al giorno d’oggi sembra che faccia “tendenza” denunciare anche la più banale battuta fatta a sproposito da un collega o superiore.

Brissago 9 mesi fa su tio
Tutti stranieri o quasi i lavoratori, e a parte UNIA nessuno ne parla! siamo una nazione che insabbia bene lo schifo che accade !

Roki 9 mesi fa su tio
Mi piacerebbe un giorno vedere un ristorante con l’insegna UNIA. Sicuramente sarà tutto perfetto, dai salari alla felicità dei dipendenti.

dan007 9 mesi fa su tio
Terzo mondo peggio perché c’è ricchezza economica ma Povertà d’animo

Keope1963 9 mesi fa su tio
Terzo mondo…
NOTIZIE PIÙ LETTE