Immobili
Veicoli

SVIZZERAIl Consiglio federale è rimasto sorpreso dall'invasione russa dell'Ucraina

25.02.22 - 08:53
L'esecutivo «sta cercando d'interpretarne il significato», ha dichiarato Ueli Maurer
keystone-sda.ch (PETER SCHNEIDER)
Fonte Ats
Il Consiglio federale è rimasto sorpreso dall'invasione russa dell'Ucraina
L'esecutivo «sta cercando d'interpretarne il significato», ha dichiarato Ueli Maurer

BERNA - Il Consiglio federale è rimasto sorpreso dall'invasione russa dell'Ucraina. Lo ha detto Ueli Maurer al programma "Gredig direkt" della TV svizzerotedesca SRF precisando che l'esecutivo «sta cercando d'interpretarne il significato».

Una delle prime lezioni da imparare, ha affermato il ministro delle finanze, è che quando si crea un vuoto militare - in questo caso nella NATO - questo viene sfruttato. Riferendosi alla Svizzera, ha detto: «Abbiamo bisogno di un esercito forte, non possiamo permetterci che si formi un vuoto», riferendosi alla necessità di comprare nuovi aerei da combattimento.

In merito al conflitto in corso, Maurer ha sottolineato come la Russia si sia sentita umiliata dopo la caduta del muro di Berlino. Nella storia, conflitti sono spesso sorti in queste condizioni, ha ricordato. In ogni caso, le azioni della Russia vanno condannate, «questo è assolutamente chiaro».

«Ora dobbiamo fare in modo di evitare il peggio», e sincerarsi che la protezione della popolazione possa essere garantita qui in Europa e, per quanto possibile, nella stessa Ucraina, ha proseguito il consigliere federale. Maurer ha poi auspicato che la Svizzera, come paese neutrale, possa intervenire come mediatrice nel conflitto.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA