Immobili
Veicoli

OBVALDONove morti per Covid in casa anziani: «La direzione ci ha detto di togliere le mascherine»

30.10.21 - 21:00
Sotto accusa la casa di riposo Dr Heimä di Giswil, in canton Obvaldo.
Alters- und Pflegheim Dr Heimä
Fonte 20Minuten/Rochus Zopp
Nove morti per Covid in casa anziani: «La direzione ci ha detto di togliere le mascherine»
Sotto accusa la casa di riposo Dr Heimä di Giswil, in canton Obvaldo.
Diversi dipendenti si sarebbero dimessi per il mancato rispetto delle disposizioni dell’UFSP.

GISWIL - Nove decessi nel giro di due settimane. È il triste bilancio della casa per anziani Dr Heimä di Giswil, in canton Obvaldo. Un'ex infermiera ha ora dichiarato che la direzione della struttura ha messo sotto pressione i dipendenti, forzandoli a non indossare la mascherina.

Dopo il focolaio e il susseguirsi di morti dall’8 ottobre a oggi, i parenti dei residenti hanno sollevato gravi accuse contro la gerenza dell’istituto, dichiarando che al personale era stato chiesto di astenersi dall’indossare le mascherine.

E queste accuse sono ora state confermate da un’ex dipendente, riporta il Blick. «La direzione ci ha chiesto in tono serio di togliere le mascherine davanti ai pazienti», ha dichiarato l'infermiera. Questo, per una questione di immagine. «A chiunque indossasse comunque una maschera, è stato detto di toglierla e attenersi al regolamento della struttura», ha detto l'ex collaboratrice. Il personale avrebbe protestato, non capendo perché non gli fosse permesso indossare le mascherine quando era invece obbligatorio secondo le disposizioni federali. 

«La direzione ha messo pressione. Molti dipendenti avevano paura», ha continuato a raccontare l’infermiera. Lei stessa, come anche altri membri del personale, avrebbe lasciato la posizione dopo solo due mesi da Dr Heimä. «Mi sono dimessa perché il regolamento dell’UFSP non veniva rispettato. Non riuscivamo a proteggere noi stessi né i residenti della casa di cura», ha spiegato.

Una volta appreso dei decessi, l'infermiera è rimasta sconvolta: «Si sarebbe potuto semplicemente rispettare le norme igieniche e le misure di protezione». È ora importante, ha dichiarato al quotidiano svizzero tedesco, che le linee guida federali siano finalmente rispettate. E che i responsabili rispondano delle loro azioni.

Interpellato dal Blick, il direttore della casa di riposo ha risposto con un comunicato scritto: «Vi chiedo di segnalare tutto immediatamente alla polizia - o lo faremo noi». E ha aggiunto: «Non prenderemo più posizione in merito alle accuse e indagini in corso, vale la presunzione di innocenza». 

NOTIZIE PIÙ LETTE