Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
2 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
5 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
8 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
8 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
LUCERNA
10 ore
Trovato il corpo di un escursionista sul Tannhorn
Si trattava di un 63enne del Canton Berna, dato per disperso. La salma avvistata dalla Rega
SVIZZERA
10 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
11 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
11 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
12 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
12 ore
I ghiacciai perdono ancora terreno, nonostante la neve e l'estate fresca
Nel 2021 hanno perso l'1% del loro volume, come rilevato dall'Accademia svizzera di scienze naturali
BERNA
03.09.2021 - 14:460

Restrizione troppo severa per le manifestazioni nel canton Berna

La regola del limite di 15 persone per le riunioni politiche che il cantone di Berna aveva fissato è incostituzionale.

Lo ha stabilito retroattivamente oggi il Tribunale federale (TF). I giudici di Mon Repos hanno invece ammesso il limite di 300 persone imposto a Uri.

Fonte ATS
elaborata da Redazione

LOSANNA - La regola del limite di 15 persone per le riunioni politiche che il cantone di Berna aveva fissato sino a fine maggio è incostituzionale. Lo ha stabilito retroattivamente oggi il Tribunale federale (TF). I giudici di Mon Repos hanno invece ammesso il limite di 300 persone imposto a Uri.

La seconda Corte di diritto pubblico si è riunita in seduta pubblica questa mattina per giudicare due ricorsi contro le restrizioni imposte alle riunioni politiche nei cantoni di Berna e Uri. Queste misure, ora abrogate, violavano l'ordinanza del Consiglio federale Covid-19 "situazione particolare". Il governo federale non aveva in effetti fissato un limite al numero di partecipanti per questi eventi.

I giudici hanno deciso con una maggioranza di 4 a 1 di dichiarare che il limite di 15 persone fissato dal Consiglio di Stato bernese nel novembre 2020 è contrario alla libertà di riunione. Il ricorso presentato da diversi partiti e organizzazioni di sinistra è stato accettato.

Proporzionalità - Il dibattito si è incentrato sulla proporzionalità della misura, che il governo bernese ha giustificato con il gran numero di manifestazioni organizzate nella città federale. La maggioranza della corte ha stabilito che un numero così basso equivaleva praticamente a un divieto del diritto di manifestare.

I giudici hanno anche insistito sull'importanza di rendere visibili le opinioni. In particolare in una situazione di crisi, dove la popolazione deve poter esprimere la sua frustrazione nei confronti delle misure che subisce. Questa è d'altra parte una delle ragioni fornite dal Consiglio federale quando ha previsto un'eccezione per le riunioni politiche nella sua ordinanza.

Margine di discrezionalità - Anche se la legge sulle epidemie concede loro un ampio margine di discrezionalità nell'applicazione delle misure, i Cantoni non possono fare completamente astrazione delle preoccupazioni del governo federale, hanno concluso i giudici.

Al contrario, il limite di 300 persone imposto da Uri nel marzo 2021 è stato ammesso. Il ricorso presentato da un privato è stato respinto all'unanimità. La corte ha ritenuto che questo numero sia ancora nel quadro del potere discrezionale del Consiglio di Stato e non privasse le riunioni politiche di ogni significato.

Il giudice minoritario ha difeso la posizione secondo la quale non c'è ragione di trattare differentemente un incontro politico da un incontro culturale, sportivo o privato. A questo proposito, la distinzione fatta dal Consiglio federale gli sembrava inappropriata e discutibile dal punto di vista della parità di trattamento. Proponeva quindi di respingere entrambi i ricorsi e di confermare le restrizioni cantonali.

Berna si sente giustificato e Uri contento - Il governo cantonale bernese si vede "in gran parte giustificato" dalla sentenza del Tribunale federale sulle restrizioni ai partecipanti ai raduni. In particolare, il TF ha dichiarato che il cantone di Berna ha poteri di regolamentazione in materia di raduni.

Il governo bernese ha scritto in un comunicato odierno che ha sempre adattato il numero massimo di partecipanti ammessi ai raduni alle circostanze. Quando ha limitato il numero di partecipanti a quindici, la situazione era precaria e incerta. All'epoca, aggiunge, il Consiglio federale aveva anche imposto restrizioni simili ai raduni generali negli spazi pubblici.

Da parte sua il cantone di Uri si rallegra della decisione del TF riguardo alla restrizione di 300 persone imposta dalle autorità cantonali. La situazione a Uri la scorsa primavera era molto tesa, indica in una presa di posizione odierna.

Soddisfazione sulla decisione del TF è stata espressa anche dagli avvocati democratici di Berna (Demokratische Juristinnen und Juristen Bern) e da altre organizzazioni e partiti denuncianti, secondo un comunicato. Dimostra che i diritti fondamentali e i principi dello stato di diritto si applicano anche in tempi straordinari e che le loro restrizioni sono ammissibili solo in un quadro giuridico chiaramente definito.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 00:47:22 | 91.208.130.85