Deposit (immagine illustrativa)
SVIZZERA
19.05.2021 - 11:350

Niente più chiamate "moleste" dagli intermediari delle casse malati

Lo prevede il messaggio sul disciplinamento dell'attività degli intermediari assicurativi, adottato oggi da Berna.

BERNA - Gli intermediari nel settore dell'assicurazione malattie non potranno più effettuare chiamate pubblicitarie senza preavviso e la loro rimunerazione sarà limitata. È quanto prevede il messaggio riguardante il disciplinamento dell'attività degli intermediari assicurativi, adottato oggi dal Consiglio federale.

Il governo avrà la possibilità di rendere obbligatori alcuni punti dell'accordo tra assicuratori relativo agli intermediari. Nel 2015 entrambe le associazioni mantello delle casse malattia avevano stabilito una convenzione, ma non tutti gli assicuratori si sono adeguati. Il tema quindi è tornato in Parlamento e nell'autunno 2018 è stata adottata una mozione della competente commissione del Consiglio degli Stati per permettere di conferire l'obbligatorietà per alcuni punti della convenzione.

Con la modifiche previste, il Consiglio federale potrà quindi rendere vincolanti le disposizioni per tutti gli assicuratori, sia nel settore dell'assicurazione malattie obbligatoria sia in quello delle complementari. Per conferire carattere obbligatorio al regolamento è necessaria una richiesta esplicita da parte delle casse malattia che rappresentano almeno il 66% degli assicurati dell'assicurazione obbligatoria e il 66% delle entrate dei premi delle complementari.

Tra le regole in questione figurano la limitazione della rimunerazione degli intermediari, la loro formazione, il divieto delle chiamate pubblicitarie senza preavviso nonché la redazione e la firma di un verbale del colloquio di vendita firmato dal cliente e dall'intermediario. In caso di mancato rispetto delle disposizioni sono previste sanzioni.

Il progetto include sia gli intermediari esterni che quelli legati all'assicuratore per contratto, e richiede la modifica della legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA) e della legge sulla vigilanza sull'assicurazione malattie (LVAMal).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Tato50 2 mesi fa su tio
Che bello, finalmente. Ieri una per i materassi e oggi la solita dei surgelati. Nel 2027 fermeranno anche quelle ? ;-(
dan007 2 mesi fa su tio
Eppure. Chiamano dall’estero siete sicuri
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-28 06:12:43 | 91.208.130.87