Immobili
Veicoli

SVIZZERA / BULGARIAQuaranta ore in cella invece del mare della Grecia

12.07.20 - 10:14
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
Lettore 20 Minuten
Quaranta ore in cella invece del mare della Grecia
Un giovane vacanziero è stato bloccato all'aeroporto di Sofia perché il suo passaporto era scaduto da due settimane.
Il ragazzo ha passato quasi due giorni in una cella lurida prima di essere rispedito in Svizzera: «I funzionari mi hanno trattato come un parassita».

SOFIA - Sognava la spiaggia, il sole e il mare della Grecia. Ma si è ritrovato imprigionato in una cella dell'aeroporto di Sofia. Vacanze da incubo quelle (non) vissute da un 18enne svizzero che, in compagnia di sei amici, aveva programmato un soggiorno in una casa sul mare ad Atene per festeggiare la maturità appena raggiunta. 

Falsa informazione - Tutto inizia il giorno della partenza - un venerdì pomeriggio di fine giugno - quando il giovane si accorge che il suo passaporto è scaduto da due settimane. Ma il ragazzo non si preoccupa troppo siccome al banco della compagnia aerea bulgara gli assicurano che avrebbe potuto imbarcarsi senza problema. Tutto bene? Non proprio. Perché le informazioni si rivelano false e allo scalo a Sofia i doganieri bulgari gli impediscono di continuare il viaggio in Grecia.

«Trattato come un parassita» - Il 18enne viene separato dai suoi amici, che si imbarcano per il volo diretto ad Atene, e dopo aver trascorso quattro ore nell'ufficio dei controlli doganali, viene trasportato nella cella dell'aeroporto. Una cella che non si presentava benissimo con un materasso lurido. «La stanza era molto sporca», racconta il giovane a 20 Minuten. «I funzionari mi hanno trattato come un parassita».

Quaranta ore in cella - Nel frattempo il padre del giovane - informato della situazione dagli amici - ha contattato il DFAE. Ma ci sono volute più di quaranta ore prima che il ragazzo potesse lasciare Sofia a bordo di un velivolo diretto nel nostro Paese. «L'incertezza è stata la cosa più tremenda da affrontare. Solo nella notte tra venerdì e sabato ho scoperto che avrei potuto tornare a Zurigo».

L'agognata vacanza - Dopo aver passato un'altra notte dietro le sbarre, l'odissea finisce. Il giovane atterra a Zurigo, dove prende subito un altro volo (stavolta per Francoforte) e infine raggiunge la tanto agognata Atene. Sempre, però, senza un passaporto valido. «L'ufficio per ottenere un passaporto provvisorio all'aeroporto di Zurigo era chiuso». Ma il ragazzo, a ogni modo, sembra aver imparato la lezione: «Prima di viaggiare in futuro controllerò con cura i miei documenti di viaggio».

Può capitare - Secondo un portavoce del Dipartimento degli Affari Esteri capita spesso che un cittadino svizzero non possa entrare in un Paese o continuare un viaggio a causa di un passaporto scaduto. «In alcuni casi, l'interessato può essere trattenuto dalle autorità competenti fino a quando non si imbarca su un volo per il suo Paese di origine».

COMMENTI
 
tormar68 2 anni fa su tio
Sono pienamente d’accordo con te. Noi, se ci comportiamo come hanno fatto a Sofia, immancabilmente diventiamo razzisti, ecc. Negli altri paesi no, in Svizzera si ?? Mah...
Giulietto 2 anni fa su tio
Viva gli accordi bilaterali!!!
Wunder-Baum 2 anni fa su tio
Sicuramente fara tesoro di questa esperienza, ma un simile trattamento lo si poteva evitare.
curzio 2 anni fa su tio
Fosse stato il contrario (cittadino straniero che entra in CH senza documenti) sarebbe stato ospitato, coccolato e integrato!
Candlejumbo 2 anni fa su tio
Ma mi domando! Cos’è tutto questo accanimento verso un ragazzo che aveva solo voglia di divertirsi dopo la maturità? Sembra che non abbiate mai avuto 18 anni!
volabas 2 anni fa su tio
Ognuno è responsabile di se stesso. Si sa benissimo che se vai fuori dalla Svizzera devi aspettarti di tutto e di piu'. Non ci sono i " se e i ma",devi assicurarti di essere in regola, e forse gli è andata ancora bene. Spero possa trarne una lezione per il fututro.
roma 2 anni fa su tio
....una vera e propria volpe...
gmogi 2 anni fa su tio
È stato aiutato a rimpatriare per poi cambiare tragitto e permettergli di andare ugualmente in vacanza col passaporto scaduto? Complimenti anche ai genitori!! Ottimo insegnamento!
santo 2 anni fa su tio
ecco cosa succede a lasciar andare i bimbi... in giro per il mondo
Milite Ignoto 2 anni fa su tio
In cella ma ha potuto fare le foto della cella?:-))) roba seria, proprio trattato male senza cibo acqua e telefono
santo 2 anni fa su tio
due giorni in quella topaia??? sono pochi per un furbone del genere
Tenero72 2 anni fa su tio
Cosa pretendeva, lenzuola di seta e servizio in camera? Gli hanno anche lasciato il telefonino per documentare il soggiorno gratuito, non é contento?
sedelin 2 anni fa su tio
carogne!
ArAcNo_J 2 anni fa su tio
Cosi impara a non controllare le date dei documenti... Sfigatello in cerca di due minuti di notorietà...
Gus 2 anni fa su tio
Nessuna compassione!
don lurio 2 anni fa su tio
Ha fatto bene doveva informarsi la validità del passaporto Svizzero che consente di entrare in certi stati .Fai le vacanze in Svizzera Capito. Per quanto concerne la cella trattasi di una prigione e non di un Hotel. Doveva chiedere se poteva pulire la cella almeno faceva qualche cosa di utile. Stai a casa.
centauro 2 anni fa su tio
Essendo in area Schengen sarebbe bastata la carta d'identità che normalmente uno se la porta sempre con sé.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA