BOS Bruins
0
Detroit Red Wings
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
FLO Panthers
1
WAS Capitals
3
2. tempo
(1-2 : 0-1)
NJ Devils
0
SJ Sharks
4
2. tempo
(0-1 : 0-3)
MIN Wild
1
ARI Coyotes
1
1. tempo
(1-1)
NAS Predators
1
COB Jackets
0
1. tempo
(1-0)
STL Blues
0
TB Lightning
3
1. tempo
(0-3)
DAL Stars
CAR Hurricanes
02:30
 
BOS Bruins
0
Detroit Red Wings
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
FLO Panthers
1
WAS Capitals
3
2. tempo
(1-2 : 0-1)
NJ Devils
0
SJ Sharks
4
2. tempo
(0-1 : 0-3)
MIN Wild
1
ARI Coyotes
1
1. tempo
(1-1)
NAS Predators
1
COB Jackets
0
1. tempo
(1-0)
STL Blues
0
TB Lightning
3
1. tempo
(0-3)
DAL Stars
CAR Hurricanes
02:30
 
AFP
+1
IL SORPASSO... A QUATTRO RUOTE
29.09.2021 - 19:000
Aggiornamento : 23:10

Norris: quegli errori che... piacciono

Domenica a Sochi si è corsa una gara bellissima: si sono visti gli eredi di Hamilton, pieni di talento e personalità

La F1 è già pronta al cambio generazionale?

SOCHI - Primo Hamilton, secondo Verstappen. Chi giudica il Gran premio di Russia solo dal risultato rischia di prendere un abbaglio. Perché la gara di domenica è stata una delle più belle della stagione, movimentata dai giovani che stanno cercando di prendersi il palcoscenico anche a rischio di fare figuracce sulla pista scivolosa come una pista di hockey su ghiaccio. La Formula 1 è uno sport fortunato perché mentre si avvicina la fine dell'era Hamilton, all'orizzonte si vede già una pattuglia di eredi pieni di talento e di personalità. Ragazzi che non hanno timore di sua maestà Lewis e non hanno rispetto neppure del proprio box preferendo fare di testa loro. 

Lando Norris a Sochi ha gettato una vittoria che si era costruito mattoncino su mattoncino fino al 50° giro perché si è fidato di quella che Niki Lauda giudicava la parte più importante per un pilota: il suo c… quello con cui sentiva la macchina. Ha mandato a quel paese gli ingegneri che gli consigliavano di tornare ai box a cambiare le gomme, ha continuato fino a che dopo essersi mezzo girato sull’acqua, ha capito che doveva passare alle gomme intermedie anche lui. Lo stesso ha fatto Leclerc, che però non stava vincendo la gara e il suo azzardo poteva davvero avere un senso. I loro no ai box li aiuteranno a crescere e a non sbagliare più. Non è da un errore così che si giudica un pilota di Formula 1. Ma è da errori così che si può giudicare il carattere di un pilota di Formula 1. Ed è meglio avere in squadra gente che ragiona d'istinto, che gioca d'azzardo, che si prende dei rischi che piloti computer destinati ad andare nel panico il giorno che mancheranno i messaggi dai box o si incepperà la telemetria. Gente che sbaglia, ma che sa anche improvvisare in caso di necessità, gente che fa dello straordinario e non dell'ordinario la sua regola di vita e di sport.

Norris e Leclerc, ma anche Verstappen e Russell, sono i degni eredi di Hamilton. A qualcuno ricordano Gilles e in effetti la generosità con cui si buttano in pista è molto villeneuviana. Sono ragazzi che cercano sempre di estrarre dalla loro auto il 110% e questo può portarli a sbagliare, ad esagerare. Sono errori che li aiuteranno a diventare campioni. Guardate come è cresciuto Max in questi anni. La cometa Gilles si è spenta troppo presto, non gli ha permesso di fare lo step successivo per diventare campione del mondo. Questi ragazzi hanno tutto dalla loro. Il talento, l'età, il carattere. Il futuro sta arrivando. Anzi è già arrivato.

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (Yuri Kochetkov)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 2 mesi fa su tio
Tutto giusto quello che si afferma nell’articolo, il campione deve dare il110%, deve osare, deve avere istinto poi arriva l’esperienza. Naturalmente tra i vari talenti vince quasi sempre chi ha l’auto più veloce.
Princi 2 mesi fa su tio
Lauda aveva ragione , ma con le F1 di 30anni fa ! oggi conta la tecnologia e i dollari e il talento in ogni caso
Aka05 2 mesi fa su tio
@Princi Di pure tranquillamente 40/50 anni fa… era ancora più dura
Aka05 2 mesi fa su tio
Vero, affermazione che fu pure ripresa nel film Rush.. Splendido film tra parentesi.👍🏻
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 02:31:30 | 91.208.130.89