Immobili
Veicoli
Colpito e spinto a giocar male, il Lugano contro il San Gallo non ha saputo raddrizzare il match

FCLColpito e spinto a giocar male, il Lugano contro il San Gallo non ha saputo raddrizzare il match

21.02.22 - 12:00
I bianconeri sono incappati nella seconda sconfitta filata, la quarta nelle ultime cinque partite di campionato.
Ti-press (Samuel Golay)
Colpito e spinto a giocar male, il Lugano contro il San Gallo non ha saputo raddrizzare il match
I bianconeri sono incappati nella seconda sconfitta filata, la quarta nelle ultime cinque partite di campionato.
La classifica resta serena col quarto posto in solitaria, ma già dal prossimo weekend - proprio contro il Servette, quinto a -4 - dalla truppa d Croci-Torti ci si aspetta una reazione.
CALCIO: Risultati e classifiche

LUGANO - Non ha concesso molto e non si può certo dire che sia stato in balia del San Gallo - bravo a colpire al momento giusto e soprattutto arginare i rivali -, ma intanto è rimasto a mani vuote finendo ko davanti ai propri tifosi. È stato un sabato avaro di soddisfazioni per il Lugano, che contro i biancoverdi di Zeidler ha peccato soprattutto a livello di precisione e qualità, rimediando la seconda sconfitta consecutiva dopo il 3-0 con lo Zurigo.

Colpito in avvio da un guizzo di Duah, sfuggito alla difesa bianconera e freddo nel fulminare Saipi già al 5', il gruppo di Croci-Torti non ha trovato le giuste idee né soluzioni per raddrizzare la sfida. Nemmeno dopo l'espulsione di Quintillà - spedito sotto la doccia al 57' per un'entrataccia su Bottani -, il Lugano (opaco e un po' nervoso) è così riuscito fare breccia nella retroguardia sangallese. In pieno recupero Görtler ha poi completato l'opera, trasformando il rigore che ha sancito lo 0-2 e il ko dei ticinesi.

La classifica resta tutto sommato serena col quarto posto in solitaria, ma già dal prossimo weekend - proprio contro il Servette, quinto a -4 - ci si aspetta una bella reazione. Per tornare a sorridere a Cornaredo, per migliorare un trend che nel 2022 ha visto il Lugano battuto in tre partite di campionato su quattro. Non è il momento di fasciarsi la testa, ma di rimboccarsi le maniche e lasciarsi subito alle spalle anche le notizie di mercato (come i mancati rinnovi di Custodio e Lavanchy) che potrebbero aver in parte condizionato l'avvicinamento all'ultimo impegno.

Nel frattempo in vetta ha rallentato lo Zurigo, che dopo nove vittorie ha pareggiato a Sion (1-1). Per i tigurini un punto colto in extremis, col penalty di Marchesano al 97'. Non ne ha comunque approfittato l'YB (2-2 col GC), raggiunto dal Basilea a quota 40. Entrambe sono a -10 dalla capolista.

COMMENTI
 
F/A-19 9 mesi fa su tio
Forza Lugano che poi con lo stadio nuovo quei 4 gatti che vengono a condividere le vostre delusioni sembrerà ancora più vuoto. Sempre che tra qualche anno non sarete in B con giocatori imposti dalla nuova dirigenza, alias gente senza fede nella maglia che porta e quindi senza pubblico che vi segue.
cle72 9 mesi fa su tio
Pochi ma buoni. Forza Lugano sempre! e sempre quarti in classifica... vi brucia?
Diablo 9 mesi fa su tio
quanto é bello vedere quando si rosica ancora per la votazione di novembre . Eh giá infatti normalmente uno va allo stadio in base alla dirigenza ed ai giocatori ....giá perche oggi gioca gente con fede nella maglia ? ma per favore...
Evry 9 mesi fa su tio
sei proprio il solito starnazzatore, ti brucia perche il popolo vuole iol Centro Sportivo !!! e i tuoi dell'Ambri ... hanno speso oltre 60 milioni per 4 Gatti Piottini ma il sussidi vengono dall'sottoceneri, capito !
F/A-19 9 mesi fa su tio
Ah bene, attaccamento ai colori zero, quindi mi stai dicendo che i tifosi seguono una squadra fatta di giocatori che guardano solo i soldi, interessante. Per il resto posso dirti che del FCL non me ne può f.....e di meno, a me interessa che i soldi pubblici vengano spesi bene e nell’interesse generale. Tutta questa montatura invece serve a tutt’altro, forse non mi avevi ancora capito, spiacente.
Evry 9 mesi fa su tio
dimostri di capire molto poco... i giocatori professionisti sono tutti uguali giocano solo per i soldi e non con il cuore della squadra poi ci sonoi anche quelli che sputano nel pioatto dove hanno mangiato....
F/A-19 9 mesi fa su tio
Al contrario, i tifosi amano la propria squadra, tanto è vero che non perdonano ad un giocatore della propria squadra, sopratutto se è un simbolo, se se ne va da un’altra parte. Se come dici i giocatori sono tutti mercenari e non amano la maglia che portano non ci sarebbero più nemmeno i tifosi. Mai visto un tifoso, sopratutto un ultrà che non ama visceralmente la propria squadra sopra ogni cosa. Mah, beata coerenza....., comunque io non tengo all’Ambri, caso mai all’HCL in quanto tanto per dirne una ero presente a Davos in occasione del primo titolo. E poi stavamo parlando di stadio di calcio, cosa c’entra l’Ambri?
NOTIZIE PIÙ LETTE