Andrea Barzaghini
L'OSPITE
17.11.2020 - 12:490

Coraggio e fiducia per il nostro paese

Andrea Barzaghini, membro Giovani Liberali Radicali Ticinesi

Basta aprire qualsiasi quotidiano, qualsiasi testata giornalistica; ogni giorno è sempre più evidente: ci troviamo in piena crisi Coronavirus. Assieme alla crisi sanitaria si aggiungono a stretto contatto crisi politiche, crisi sociali e malcontento dilagante, e una spaventosa crisi economica.

La NZZ, come altri esponenti autorevoli della stampa internazionale, scrive già di una crisi nettamente più grave rispetto al dopo guerra, dopo il secondo conflitto mondiale.

Senza entrare troppo nel merito della gestione della situazione, che secondo me ha mostrato non solo l’impreparazione del nostro Paese ad affrontare questa guerra fin dall’inizio, ma anche un’evidente sottovalutazione della problematica, dato che le misure sono arrivate con un ritardo abissale. Ma cosa ci prospetta il futuro?

Come detto sopra, siamo alle porte di uno dei periodi più bui della storia contemporanea e dal canto mio, sono preoccupato per la mia generazione e per quelle che mi seguiranno.

Non solo stiamo pagando pegno attualmente, come tutta la società, ma ci porteremo sulle spalle un enorme peso per i prossimi decenni. Saremo come Atlante, che nella mitologia greca fu costretto da Zeus a portarsi sulle spalle tutto il peso del globo terracqueo; al posto del globo però avremo a che fare con una recessione importante e con le conseguenze ad essa legate.

Attenzione però, non va dimenticato: Ancor prima dell’inizio di questa crisi persistevano gravi problemi, in particolar modo strutturali, che mettevano in pericolo l’avvenire pacifico e spensierato delle generazioni future: vedasi clima, condizioni lavorative non proprio idilliache, e pensioni.

Quanto dovremo aspettare finché si prendano decisioni con la giusta lungimiranza e anche con un occhio di riguardo per chi il mondo lo porterà avanti per i prossimi 50 anni?

Giovani, rimbocchiamoci le maniche e iniziamo noi a porre delle condizioni tali per cui si possa per lo meno guardare al futuro con più coraggio, positività e serenità. Vi esorto in tal senso a sottoscrivere l’iniziativa popolare “per una previdenza vecchiaia sicura e sostenibile”, lanciata dai Giovani Liberali Radicali, che chiede di assicurare a tutti una pensione e va a garantire un futuro stabile evitando il fallimento dell’AVS, che senza nuove misure fallirà nel (non troppo lontano) 2035. Quest’iniziativa è una soluzione pragmatica che intende rafforzare l’ormai vacillante patto intergenerazionale tramite l’innalzamento dell’età pensionabile di entrambi i sessi a 66 anni a partire dal 2032, per poi essere legata alla speranza di vita. Soluzione che è piaciuta anche alla maggior parte dei paesi europei, molti di essi infatti hanno già optato per questi cambiamenti.

Il futuro inizia ora e la Svizzera non può rimanere indietro. Dobbiamo avere il coraggio di prendere decisioni coraggiose con uno sguardo fresco e fiducioso verso il futuro.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-12-02 20:32:24 | 91.208.130.86