Segnala alla redazione
TiPress - foto d'archivio
L'OSPITE
03.07.2019 - 18:000

Revisione del piano regolatore di Besazio: che peccato!

Giovanni Poloni, Capogruppo PLR

Il nuovo Piano regolatore di Besazio non entrerà in vigore. Così ha deciso il Consiglio comunale di Mendrisio, riunitosi lunedì sera in una seduta fiume. E` un vero peccato e il gruppo PLR si impegna sin d’ora ad individuare soluzioni ancora più condivise in modo che anche questo quartiere della città emerga dagli Anni Ottanta puntando ad un futuro pianificatorio al passo con i tempi. Purtroppo è mancata la maggioranza qualificata per varare un documento che ne avrebbe sostituito uno vecchio di quarant’anni, una versione rivista del piano presentato dall’allora esecutivo ed approvato dal Consiglio Comunale dell’ex Comune di Besazio, poi annullato nel corso del 2013 con sentenza del Consiglio di Stato.

L’iter del PR bocciato dal Legislativo è stato lungo ed è toccato al Dicastero Pianificazione riprendere l’incarto, seguendo un percorso democratico e burocratico complesso, ripartendo dalla seduta pubblica (3 maggio 2017) con il coinvolgimento della popolazione. Il Dipartimento del territorio ha, poi, dato il suo benestare, affermando nelle sue conclusioni che “il Municipio ha assicurato in modo adeguato le esigenze di adeguamento agli indirizzi di politica territoriale fissati nelle nuove disposizioni federali e cantonali”. La revisione tutela meglio a tutti gli effetti il paesaggio e il territorio agricolo, preservando dall’edificazione alcune zone rilevanti del quartiere (comparti Vendembiée, Cios e Sanc).

Il Gruppo PLR, per il tramite dei suoi Commissari Cesare Sisini e Luca Pestalacci, nel rapporto di Maggioranza, ha proposto un emendamento per il mantenimento di un passaggio pubblico nel quartiere, in ottica di favorire la mobilità lenta. Tale opzione è stata poi sostenuto all’unanimità da tutti i gruppi, tranne che dal PPD, spaccato sul tema.

La popolazione di Besazio merita di essere tutelata nei propri interessi, nel rispetto del territorio e del patrimonio storico del quale il quartiere è testimone. Il nostro impegno va e andrà sempre in questa direzione.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-16 04:57:56 | 91.208.130.85