mobile report Segnala alla redazione
GAMES
09.01.2019 - 07:000
Aggiornamento 10.01.2019 - 11:29

5 videogame (più uno) che non vediamo l'ora di provare nel 2019

Dal remake di un classico assoluto con gli zombi della prima Play passando per i samurai bionici di "Sekiro" fino al controverso kolossal "Anthem", quest'anno è tutto da giocare

 

LUGANO - Come scritto anche nell'ariticolo dedicato, per quanto riguarda i videogiochi il 2018 è stata proprio una buona annata. Il 2019, dal canto suo, ha tutte le carte in regola per fare pure meglio. Per darvi un po' un'idea di quello che ci aspetta abbiamo deciso di fare una mini-lista assolutamente non esaustiva di quelli che aspettiamo con più ansia. E voi, a cosa non vedete l'ora di giocare?

25 gennaio, "Resident Evil 2" (Playstation 4, Xbox One, Windows Pc)


Capcom
Un Leon Kennedy in forma smagliante.

Se avete almeno 25 anni, l'originale l'avete giocato (e probabilmente amato). Quindi il ritorno, con un lifting totale, del classicone di Capcom "Resident Evil 2" non potrà che riempirvi di gioia. Addio però alla camera fissa (favoriva l'effetto spavento ma era molto ingessata) e bentornata visuale in terza persona da sopra la spalla. Le stelle saranno sempre loro: Leon e Claire (con i visi un po' rivisti per restare moderni) alle prese con il proverbiale mare di zombi e... Nemesis! Riuscirà a farci paura, gasarci e non farci rimpiangere l'originale? 

22 febbraio, "Anthem" (Playstation 4, Xbox One, Pc Windows)


Electronic Arts/BioWare
La nostra armatura Javelin e una parte di amici-alleati del cast.

 Ambizioso, non originalissimo e a tratti persino scomodo. "Anthem", il nuovo kolossal di Electronic Arts e BioWare esordisce in maniera quantomeno controversa. Da una parte sa di già fatto - un pizzico di "Halo", uno di "Battletech", un po' di "Gears" e una spruzzata di "Destiny" - dall'altra la curiosità di vedere i maestri del gioco di ruolo occidentale cimentarsi con un action/shooter multiutente online è parecchia. In questi casi, come si dice, o la va o la spacca.

22 marzo, "Sekiro: Shadows die Twice" (Playstation 4, Xbox One, Pc Windows)


Activision/From Software
La ricetta cambia ma lame, spade e sangue sono una costante.

Al giorno d'oggi, era dei titoli sviluppati da team di centinaia di persone, la "mano" di un regista autore si è davvero persa. I nomi noti e garanzia di qualità, o almeno di stile personale, sono pochini. Fra questi c'è però Miyazaki-san, genio (perverso?) dietro a titoli tanto spietati quanto leggendari. "Sekiro" è per il game designer giapponese un'altra opportunità per portare avanti il suo discorso - iniziato col capolavoro "Bloodborne" - per mostrare che non sa fare solo "Dark Souls". Anche qui azione e cattiveria a catinelle, ma sarà abbastanza?

23 aprile, "Mortal Kombat 11" (Playstation 4, Xbox One, Nintendo Switch, Pc Windows)


Warner Bros./NetherRealm Studios
Raiden, sempre... elettrico!

Già solo il trailer, saltato fuori negli scorsi giorni è bastato per infiammare (già, anche perché c'era Scorpion) gli animi degli affezionati. Già perché di Mortal Kombat non si parlava più dall'ottimo X del 2015! Le promesse di NetherRealm Studios sono ambiziose: un gioco di lotta customizzabile come non mai, dinamico e con un sacco di personaggi. Firma in calce (rosso sangue) il gore sanguinosissimo tipico della serie. E già ci prudono le mani.

 

Prima o poi nel 2019, "Bloodstained: Ritual of the night" (Playstation 4, Xbox One, Nintendo Switch, Pc Windows)


505 games
Miriam, la protagonista dell'erede spirituale di "Castlevania"

Forse a voi non importa (ma  a noi un po' sì) di "Castlevania" 2D di quelli belli non se ne vedono da 10 anni a questa parte. A provare a riportare il genere - e le ambientazioni - alla ribalta vuole pensarci proprio il papà del game vampiresco Koji Igarashi. "Bloodstained" è un titolo finanziato dal basso e dallo sviluppo decisamente tribolato e con moltissime cose da dimostrare. 

Si spera nel 2019, "The Last of Us 2" (Playstation 4)


Naughty Dog
Ellie è cresciuta, e il mondo è sempre più tetro. Potremo giocarlo già quest'anno?

Molto poco si sa sulla data d'uscita di quello che è stato forse il maggior capolavoro della scorsa generazione. Di "The last of us 2" di Naughty Dogs è stato mostrato poco o nulla: un trailer cinematografico assai enigmatico, qualche immagine e uno scorcio di gameplay. Fra le uniche certezze c'è il ritorno dell'ex-ragazzina Ellie (ora donna fatta), una grafica davvero pazzesca e l'oscurità assoluta di un mondo ormai alla deriva. Dite che può bastare?

 

2 sett fa Questi sono i nostri game dell'anno per il 2018
Commenti
 
KilBill65 5 gior fa su tio
Avete dimenticato Ace Combat 7 (17.01.2019) aspetto la prossima recensione.....
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-22 20:38:54 | 91.208.130.86