+ 26
ULTIME NOTIZIE Motori
TEST DRIVE
18 ore
EQC 400, anche per Mercedes arriva il “pieno” di corrente
La prima elettrica della Casa sfoggia un carattere a tratti esuberante grazie ai 408 cv dei due motori elettrici, senza trascurare una valida autonomia. Comfort ed accoglienza di qualità.
TEST DRIVE
3 gior
V60 D4 Cross Country, oltre i confini
L’accogliente wagon svedese declinata nell’allestimento crossover si lascia apprezzare per l’isolamento aggiuntivo, senza perdere le conosciute ad apprezzate qualità stradali delle altre versioni.
TEST DRIVE
5 gior
Mazda3 Skyactiv-X, arriva la rivoluzione nel motore a scoppio
La nuova media giapponese porta in dote il 2.0 benzina con accensione spontanea da 180 cv, che promette più efficienza e minori consumi. Abitacolo accogliente, bagagliaio sufficiente.
TEST DRIVE
1 sett
Ford Ranger Raptor, fascino e qualità d’Oltreoceano
Allestito da Ford Performance, è rinforzato, allargato, rialzato per un look tutto muscoli: in 4x4 è spettacolare, ma va bene anche su asfalto. Forte di un 2.0 TD da 213 cv con cambio a 10 marce.
TEST DRIVE
1 sett
Porsche 911 GT2 RS, in pista a Misano Adriatico
Una giornata da piloti: abbiamo provato la più potente delle 911 affrontando cordoli e staccate, gestione delle gomme ed esuberanza dei 700 cv del suo boxer 3.8 biturbo. Ecco come è andata.
PRIME IMPRESSIONI
1 sett
Renault Captur, cambia tutto tranne lo stile
La seconda generazione del crossover segue la scia della Clio e conserva un design “di casa”, in verità evoluto per stile e dimensioni accresciute. Con comfort e accoglienza in evidenza.
Novità
2 sett
Anche Mazda si dà all’elettrico: arriva il crossover MX-30
Strizza l’occhio al fuoristrada ma insiste sulla linea sportiva, ispirata alle coupé. Sotto il cofano un’unità elettrica da 143 cv. Sarà in vendita dalla seconda metà dell’anno prossimo.
TEST DRIVE
2 sett
Hyundai i30 Fastback N, gustosa e pure “cattiva” a comando
Alla grinta del 2 litri turbo da 275 cv, la due volumi con allestimento sportivo N Performance abbina una guida notevolmente reattiva ed incisiva: il coinvolgimento è assicurato.
TEST DRIVE
2 sett
Ford Mondeo Hybrid Wagon, l’economia è servita
La versione ibrida permette una marcia docile e briosa con consumi sempre piacevolmente contenuti. Spazio ed accoglienza generosi ne accompagnano il carattere fluido e rilassante.
NOVITA'
3 sett
Yaris, la compatta Toyota sempre più regina in città
La nuova generazione conserva ingombri “tascabili”, con più abitabilità e look ispirato. Disporrà di tutti gli ausili attivi alla guida, insieme alla variante ibrida ben più potente ed efficiente.
TEST DRIVE
3 sett
718 T: la Porsche Cayman “semplice” sa come farsi adorare
L’allestimento semplificato esalta le doti dinamiche della compatta coupé, attrezzata accuratamente sul piano tecnico: sterzo eccezionale e boxer da 300 cv regalano un “sapore” particolare.
TEST DRIVE
4 sett
Supra, nuova vita per la sportiva “top” Toyota
Dopo lunga attesa torna in vita la tradizionale coupé sportiva di punta della marca giapponese: forte del sei cilindri da 340 cv, spicca per la guida guizzante, incisiva e rapidissima.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
Morde la strada, aggredisce la pista: BMW M8 Competition
La grande coupé bavarese sfrutta tutta la tecnologia della divisione M per offrire un potenziale dinamico capace di renderla davvero rapida ed incisiva. Ma sempre piacevolmente “trattabile”.
TEST DRIVE
1 mese
Kia Sorento, regina di viaggio e di relax
La coreana al vertice della gamma Suv premia i passeggeri con una marcia fluida, versatile e conviviale, all’insegna dell’equilibrio e del comfort. Spazio ed abitabilità in rilievo.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
Turismo di gran carriera per la McLaren GT
Pensata per l’impiego quotidiano e sulle lunghe percorrenze, l’inedita sportiva inglese vanta un look più affusolato con molto più spazio per il bagaglio. Senza rinunciare alla sua anima corsaiola.
PRIME IMPRESSIONI
1 mese
BMW M8 Competition Cabriolet, “pedigree” sportivo anche a cielo aperto
La meccanica di punta della divisione M Sport sprigiona grinta e dinamismo di vertice anche con carrozzeria convertibile: per un raro mix di esuberanza, sportività e coinvolgimento.
TEST DRIVE
1 mese
Ford Focus Active Wagon, la giardinetta veste “offroad”
L’allestimento crossover conferisce più relax e versatilità, grazie all’assetto rialzato e ai programmi aggiuntivi per la gestione della motricità. Vivace ed autorevole il 2.0 turbodiesel.
TEST DRIVE
23.10.2019 - 06:000

Aston Martin Vantage AMR: l'anima prima di tutto

Generosa ed interessantissima la nuova offerta Aston Martin: la nuova Vantage è ora disponibile anche con il cambio manuale. Quale scegliere? La risposta è... dentro di voi.

Esistevano solo 200 esemplari di Aston Martin Vantage AMR, andate a ruba come deliziose pagnotte fresche e croccanti. Ma le preghiere di chi era rimasto "a bocca asciutta" sono state esaudite, perché da oggi la Vantage AMR è a listino. Per chi non si accontenta. Per chi non accetta di lasciar morire il caro, vecchio terzo pedale. Perché, a dispetto della dipendenza dalla tecnologia di cui siamo affetti, che va aggravandosi e ci allontana sempre più dalla vera interazione con le automobili, c'è ancora chi non vuole rinunciare a Guidare davvero.
Aston Martin, brand che si pone da sempre come uno dei principali obiettivi quello della connessione fra le anime di uomo e macchina (ricordate lo slogan "Power, Beauty, Soul"?), con questa Vantage già parecchio "connessa" e aggressiva butta il cuore oltre l'ostacolo e osa dove solo pochi altri osano al giorno d'oggi: affida al fortunato proprietario della Vantage la grande responsabilità di trasferire la potenza e la coppia del V8 anteriore alle ruote posteriori attraverso il piede sinistro.

Com'è fatto questo cambio manuale?
Prima ancora di accendere quel V8, la Vantage regala già buone notizie: il suo peso è infatti di quasi 100 kg inferiore a quello della controparte automatica. E il merito va principalmente proprio al cambio manuale, di ben 70 kg più leggero; ma anche ai freni carboceramici e ai cerchi forgiati. Chi ama guidare sa quanto sia importante il peso; quanto importante sia la stessa distribuzione dei pesi, rivista per l'occasione proprio per via di tale, intensa "cura dimagrante". E poco importa se la coppia è meno generosa: mancano infatti all'appello 60 Nm (una scelta voluta, a favore dell'affidabilità e del comfort), ma basta un giretto di pochi minuti per capire che i 625 Nm disponibili sono più che sufficienti per far sudare le mani e aumentare il battito cardiaco, senza contare che la massa inferiore in gioco va a compensare.
Il nuovo cambio manuale è un 7 rapporti Dana Graziano con la prima in basso (un dettaglio che parla da sé) dotato di AMSHIFT,  funzione rev-matching (escludibile) che interviene sia in cambiata che in scalata, un interessante valore aggiunto che regala una esperienza di guida più fluida ed elimina parecchi grattacapi a chi non è particolarmente avvezzo al punta-tacco. Cambiare e scalare è più semplice che mai, addirittura mantenendo il piede destro sull'acceleratore. E' un cambio che riflette tutto il carattere della Vantage: appariscente ma concreto, tosto ma con carattere. La leva, dal pomello delle corrette dimensioni e dalla breve escursione, ha innesti precisi e una gradevole pesantezza; si cambia "in alto", con il braccio disteso sul grande tunnel.

Quanto cambia l'esperienza di guida?
Si cambia, tuttavia, meno velocemente del previsto. Non pensiate di "strapazzare" quella leva snocciolando rapporti come succose ciliegie fresche: le marce vanno quasi "cercate", sentite in punta di dita, assecondando il naturale movimento della leva con delicata fermezza. Lottare contro la leva del cambio porterà inevitabilmente ad una battaglia dall'esito infelice (per voi) e ad una esperienza poco gratificante.
Abbiamo passato mezza giornata a bordo della Vantage AMR e ancora non sappiamo decidere quale, fra automatica e manuale, vorremmo davvero acquistare. Ma la risposta è evidentemente dentro ciascuno dei potenziali proprietari di questo modello: in altre parole, è soggettivo. Proprio perché si parla di soggettività, la doppia opzione manuale/automatico rivela due importanti dettagli: dal punto di vista commerciale, si tratta di un'offerta piuttosto rara, che solo pochi costruttori hanno deciso di sostenere; dal punto di vista della bontà del prodotto e dell'esperienza di guida, l'indecisione che ci affligge mostra che il matrimonio fra motore e cambio funziona egregiamente. Molte altre vetture, infatti, non digeriscono altrettanto bene entrambe le tipologie di cambio.
Il V8 di origine Mercedes-AMG da 510 Cv è la scelta migliore che Aston Martin potesse fare per la sua nuova Vantage: relativamente compatto ma muscoloso, generoso, dalle prestazioni effettive ben più consistenti rispetto ai numeri che dichiara. La Vantage fila via spinta da una coppia e da una potenza che paiono essere superiori di una volta e mezza e questo, con il cambio manuale, consente di partire tranquillamente in seconda marcia o, in curva, di lasciare inserito un rapporto superiore senza rinunciare al gratificante "calcio nella schiena" in fase di uscita.
Rivisto e corretto da Aston Martin, dall'esterno questo motore offre un ringhio gutturale tipicamente "british", dichiarando senza tanti complimenti il suo nuovo "passaporto"; dall'interno, è altresì molto "americano", un sound da muscle car assolutamente presente (specie in modalità "Track" con valvola aperta) ma mai asfissiante. Il nuovo cambio manuale riesce ad entrare in sintonia perfino con tale colonna sonora: la relativa lentezza che contraddistingue il passaggio da una marcia all'altra consente infatti di godere appieno di quella deliziosa pausa che anticipa il risalire dei giri e il ritorno del ruggito che pervade l'abitacolo.

Manuale o automatica quindi?
Si tratta di una scelta da ponderare con estrema attenzione: le indiscutibili doti velocistiche della nuova Vantage si sposano alla perfezione con il motore e meritano di essere assecondate dall'ottimo cambio automatico, veloce e preciso e in grado di offrire quella che certamente è la massima esperienza di guida Vantage dal punto di vista delle prestazioni. Ma, per chi brama fondere la propria anima con quella della Vantage, probabilmente la scelta più corretta è quella del cambio manuale.

Trovi la Aston Martin Vantage AMR da...

Aston Martin Cadenazzo

Via San Gottardo, 27 

 

6593 Cadenazzo

 

+41 91 850 20 24

 

http://cadenazzo.astonmartindealers.com

 

Guarda tutte le 30 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 02:35:46 | 91.208.130.85