+9
ULTIME NOTIZIE Mobilità
OSAKA
1 gior
Owl, il gioiello elettrico da 400 km/h
L’hypercar della giapponese Aspark in listino a 2,9 milioni di euro in edizione limitata  
ANNECY-LE-VIEUX
2 gior
Da Lazareth una moto a quattro ruote da 200 Cv
La LM 410 permette di piegare in curva senza perdere aderenza
NORWICH
3 gior
Il motore superleggero stampato in 3D
Dall’inglese Equipmake una unità in grado di sviluppare 20 kW per chilo di peso
LONDRA
4 gior
Il display touch in auto? Peggio di alcool e cannabis
Per una (discussa) ricerca usare i sistemi multimediali è più pericoloso che guidare in stato di ebbrezza
PROVO
5 gior
Venice GT, tre ruote e un’anima vintage
La nuova Vanderhall è una roadster dalla riconoscibile estetica retrò 
INGOLSTADT
6 gior
Nathalie, la supercar elettrica che si carica in 3 minuti
L’originale soluzione della nuova Gumpert, dotata di 544 Cv e 820 km di autonomia
GAYDON
1 sett
Aston Martin V12 Speedster, velocità da vivere senza filtri
Una supercar senza parabrezza, dotata di un sistema aerodinamico unico
FUCHU
1 sett
GFG Style, sulla Bandini Dora i sedili che anticipano il colpo di sonno
Realizzati dalla giapponese Delta Kyogo, monitorano lo stato psico-fisico del guidatore
STOCCARDA
1 sett
Porsche personalizza i sedili con la stampa 3D
Chi acquista una sportiva della casa tedesca potrà scegliere tra tre livelli di rigidità 
YVERDON LES BAINS
1 sett
SolarStratos, l’aereo solare che sogna lo spazio
Il progetto svizzero che punta a volare fino ai confini della stratosfera 
INGOLSTADT
1 sett
Nuova A3, più sportiva e tecnologica
Audi rinnova estetica e supporto hi-tech al pilota
ANGELHOLM
1 sett
Gemera, l’hypercar da godere con gli amici
Koenigsegg ha realizzato un “mostro” da 400 km/h con 4 posti
TORINO
2 sett
Vision 2030 Desert Ride, una sportiva “da sabbia”
Una potentissima elettrica per l'offroad firmata dal gruppo Giugiaro 
TEST DRIVE
07.06.2019 - 09:000

A 35 AMG, Mercedes compatta da guidare e per viaggiare

Ricercatezza e tecnologie della nuova berlinetta si combinano alla sportività AMG non estrema, con 2.0 turbo da 306 cv e trazione 4Matic: il dinamismo di qualità sposa il relax vellutato.

È finita l’epoca del lento travaso di tecnologia dall’alto di gamma verso i modelli più piccoli e meno ricercati: l’ultima Classe A ha invertito questa “secolare” tendenza della produzione automobilistica, rendendosi protagonista di una sorta di rivoluzione in seno alla famiglia Mercedes. La piccola di Stoccarda, infatti, di compatto conserva soltanto le dimensioni, mentre sotto ogni altro profilo – in special modo tecnologico – scende in campo con il pacchetto completo di ausili attivi alla guida, sistemi di infotainment e qualità di contenuto da “grande”.

Tanta tecnologia a bordo; ma quanto vale il “mordente” AMG?
Grazie all’evoluzione di sensori ed informatica di bordo, ad esempio, la navigazione tiene conto anche dei dati cartografici per ottenere un funzionamento del regolatore di velocità attivo ancor più puntuale e raffinato, in grado tra l’altro di modificare la velocità impostata in prossimità di curve, incroci o rotonde. La vettura può inoltre correggere da sola la traiettoria in frenata, su fondi con coefficienti di attrito diversi sui due lati o in caso di vento laterale, ma anche per evitare possibili urti con veicoli che procedono parallelamente. Viene inoltre impedita l’apertura della portiera, ad auto parcheggiata, in caso sopraggiunga un ciclista. Niente di meglio che godere di tutta questa protezione con il “vestito” più adatto al modello, firmato dall’ingegneria AMG nelle forme della potente ma non estrema A 35 (da 59'200 CHF): versione capace di combinare al meglio il mondo di profonda evoluzione tecnologica di bordo con prestazioni e intensità di guida di ampio respiro, adatte a tutti i fronti del piacere dello stare al volante. Il due litri, benzina turbo curato dalla divisione sportiva Mercedes assicura “sound” e prestazioni di notevole portata, grazie ai 306 cv e 400 Nm erogati dal 2 litri turbo con un carattere pieno e deciso ma, al tempo stesso, anche elastico e molto raffinato; a garantire la miglior motricità in ogni condizione di fondo stradale provvede inoltre l’immancabile trazione integrale 4Matic, qui ulteriormente evoluta per rapidità e raffinatezza di intervento – sposta la coppia verso le ruote posteriori secondo necessità e fino al 50-50%, partendo dalla trazione iniziale sull’avantreno – mentre i cambi di marcia più secchi e fulminei sono permessi dal cambio doppia frizione 7G SPEEDSHIFT DCT AMG.

Che guida offre questa Classe A sportiva ma non estrema?
Con le sospensioni regolabili, le modalità di guida facilmente accessibili e configurabili e la notevole versatilità della meccanica, al volante della A 35 si assapora la guida raffinata a 360 gradi. C’è spazio, naturalmente, per il pilotaggio impegnato, che mostra tutto il mordente dell’auto nello scatto (0-100 km/h in appena 4,7 secondi e punta massima di 250 km orari) così come nella percorrenza di curva, con controllo sempre lineare ed intuitivo; il coricamento laterale è ridotto, il sottosterzo negli ingressi curva aggressivi si fa sentire ma resta accennato, mentre anticipando la successiva uscita con il gas la coppia al retrotreno contribuisce a chiudere la traiettoria, a vantaggio di ritmo e scorrevolezza. Lo sterzo non è mai troppo pesante pur essendo ben preciso; la frenata intensa è solida e potente, di soddisfazione. Non essendo estrema come la A 45 AMG, la 35 AMG lascia però spazio anche ad una marcia più rilassata e rilassante, tanto in città come nei lunghi trasferimenti autostradali, dove l’assetto standard lascia spazio ad un isolamento di qualità: sia dalle imperfezioni stradali che dai rumori esterni. Sotto questo profilo, questa A sportiva ma non eccessiva incarna al meglio la voglia di Gran Turismo nella classe delle berlinette compatte, facendosi infatti apprezzare con facilità anche nell’impiego quotidiano. A bordo, anche qui, la piccola Mercedes non teme la concorrenza con le “grandi” di famiglia: la carrozzeria più ampia assicura un’abitabilità a tutta prova avvolgendo i passeggeri in un’atmosfera altamente moderna, hi-tech e ricercata con numerosi tocchi sportivi che aggiungono sapore e intensità alla qualità della vita a bordo. Spettacolari ma pratici, i due grandi schermi piatti da 10,25” che realizzano strumentazione e navigazione/infotainment monopolizzano il design lineare e minimalista della plancia aggiungendo l’indispensabile spettacolarità all’ambiente; il pulsante del freno a mano relegato alla sinistra del piantone di sterzo, invece, è poco pratico e pure non raggiungibile dagli altri componenti dell’equipaggio. Di qualità notevole per seduta ed ergonomia i due sedili sportivi anteriori, mentre dietro si apprezzano lo spazio di movimento per le gambe e le bocchette di aerazione centrali. Comodo il bagagliaio, con cubatura da 380 litri.

Guarda tutte le 13 immagini
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-06 04:37:18 | 91.208.130.89