Cerca e trova immobili

COREA DEL NORDLavrov vola da Kim per «relazioni di livello nuovo e strategico»

19.10.23 - 12:31
Il ministro degli esteri russo denuncia la politica militare USA e prepara il terreno per una futura visita di Putin.
Reuters
Fonte ats ans
Lavrov vola da Kim per «relazioni di livello nuovo e strategico»
Il ministro degli esteri russo denuncia la politica militare USA e prepara il terreno per una futura visita di Putin.

PYONGYANG - Dopo l'incontro del 13 settembre allo spazioporto di Vostochny tra i leader russo e nordcoreano Valdimir Putin e Kim Jong-un, i rapporti tra i due Paesi si sono rafforzati.

Il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov ha incontrato oggi a Pyongyang il leader nordcoreano Kim Jong-un, con il quale ha avuto un colloquio di oltre un'ora. Lo riferisce l'agenzia Tass.

Lavrov, intrattenutosi anche con la sua omologa Choe Son-hui - in base al resoconto delle agenzie russe - ha dichiarato di poter «dire con sicurezza che queste relazioni hanno raggiunto un livello qualitativamente nuovo e strategico»

Il ministro degli esteri russo è arrivato ieri sera nel Paese eremita per una visita di due giorni dopo aver accompagnato Putin in un viaggio a Pechino, nell'ambito del terzo forum della Belt and Road Initiative (Bri). La missione di Lavrov a Pyongyang, secondo gli osservatori, getterà le basi per una visita del leader del Cremlino da Kim, invitato ufficialmente a settembre.

L'incontro di settembre tra Putin e Kim ha alimentato i timori occidentali che Pyongyang potesse fornire a Mosca le armi per la guerra all'Ucraina. Venerdì gli Stati Uniti hanno affermato che le spedizioni di armamenti erano già in corso, con la Corea del Nord che nelle ultime settimane ha consegnato alla Russia più di 1'000 container di attrezzature militari e munizioni. La Corea del Nord, invece, stata cercando in cambio una serie di aiuti militari, comprese le tecnologie avanzate, secondo il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby.

Da Usa e alleati «pericolosa» politica militare
Dopo i colloqui a Pyongyang con i leader nordcoreani, Lavrov ha denunciato la "pericolosa" politica militare degli Stati Uniti e dei suoi alleati giapponesi e sudcoreani nei confronti della Corea del Nord.

«Come i nostri amici nordcoreani, siamo gravemente preoccupati dall'intensificazione delle attività militari di Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud nella regione e dalla politica di Washington. Ci opponiamo a questa linea non costruttiva e pericolosa», ha dichiarato il ministro russo alla stampa, aggiungendo che gli Stati Uniti stanno posizionando «infrastrutture strategiche, inclusi elementi nucleari» nella regione, ma senza aggiungere ulteriori dettagli.

Lavrov ha affermato che la Russia sostiene «un regolare processo negoziale sulle questioni di sicurezza nella penisola coreana", aggiungendo che Mosca, Pechino e Pyongyang stanno cercando di proporre "alternative costruttive» per attenuare le tensioni nella regione.

Gli incontri del ministro degli Esteri russo a Pyongyang dovrebbero gettare le basi per una futura visita del presidente Vladimir Putin, invitato il mese scorso dal leader nordcoreano Kim Jong Un a un vertice di alto profilo nell'estremo oriente della Russia.

COMMENTI
 

Fox81 4 mesi fa su tio
la gente muo..re, e voi a criticare e a tifare per Rus..sia ed Ha..mas. qui qlc non va. dobbiamo diffondere la verità. e conda...nnare Ruzziia ed Hama...s. slava Ukraini

Dex 4 mesi fa su tio
Il giorno dopo che è iniziata la guerra in Ucraina, per magia il Covid è sparito. Il giorno che è iniziata la guerra in medio oriente, la guerra in Ucraina non se la fila più nessuno. Vediamo cosa sarà la prossima scusa per spennare il popolo

sergejville 4 mesi fa su tio
Risposta a Dex
Questo forse (ripeto, forse) vale per lei e per (ahinoi) una grossa fetta di media. Non certo per i governi o per chi lavora e si impegna nel condannare e combattere la Russia (come tutti dovrebbero fare) e dare una mano ad una nazione invasa (l'Ucraina) e cerca di salvare-aiutare la popolazione civile di israele e palestina, senza schierarsi in un conflitto che dura (per 10 motivi diversi) da 70 anni.

medioman 4 mesi fa su tio
Risposta a sergejville
Perché schierarsi con l’ Ucraina e non schierarsi con i palestinesi, sono tutti e due invasi?

medioman 4 mesi fa su tio
Risposta a sergejville
Devi essere coerente….

F/A-19 4 mesi fa su tio
Risposta a medioman
Sono due cose ben diverse.

sergejville 4 mesi fa su tio
Chi si assomglia si piglia. Ma forse la cosa più grave (e triste, nonché pericolosa) è che c'è pure gente in Europa che fa il tifo (per così dire) per questi due.

Braun30 4 mesi fa su tio
Si dice, Sono senza munizioni e vengo con la lista della spesa.
NOTIZIE PIÙ LETTE