Keystone (archivio)
MALTA
30.11.2019 - 18:050
Aggiornamento : 20:35

Caso Caruana, Muscat «lascerà il 18 gennaio»

Spifferi dal partito laburista maltese confermano che il premier maltese ha ormai preso la decisione di dimettersi. Intanto French si dichiara «non colpevole»

di Redazione
ats ans

LA VALLETTA - Il premier maltese Joseph Muscat, travolto dal caso di omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, lascerà il suo incarico il 18 gennaio prossimo. Lo riferiscono fonti del partito laburista del primo ministro citate dal Times of Malta secondo cui l'8 gennaio inizieranno le consultazioni all'interno del partito per la successione. La cronista investigativa maltese Daphne Caruana Galizia era stata uccisa il 16 ottobre 2017 dall'esplosione di una bomba piazzata nella sua automobile.

French: «Non sono colpevole» - Yorgen Fenech è accusato di «aver organizzato o finanziato un crimine compiuto il 16 ottobre 2017, di essere stato complice nell'assassinio di Daphne Caruana Galizia e di essere stato complice con terze persone di essersi procurato gli esplosivi per l'assassinio». Sono queste le accuse formulate contro l'imprenditore maltese, pronunciate in apertura di udienza dall'accusa. Fenech si è dichiarato non colpevole. Lo riporta il blog live di Malta Independent.

La foto incriminata - L'edizione online di Malta Today pubblica in apertura ed in esclusiva una foto in cui compaiono l'ex capo di gabinetto del premier, Keith Schembri, ed il reo confesso intermediario di morte dell'omicidio Caruana, Melvin Theuma. I due appaiono soli e sorridenti nell'ufficio di Schembri nell'Auberge de Castille, la sede del governo alla Valletta. La copia della foto pubblicata è sgranata. Non è indicata la data dello scatto, ma alle spalle dei due si vede una foto di Schembri e Muscat fatta in occasione della storica vittoria elettorale del 2013.

Theuma è il tassista-usuraio che ha ottenuto la grazia presidenziale per le prove portate a carico dell'imprenditore Yorgen Fenech, indicato come mandante dell'assassinio della giornalista. Fu lui a contattare e pagare i tre sicari accusati di aver confezionato, piazzato e fatto esplodere la bomba che uccise la giornalista il 16 ottobre 2017. Schembri, fermato all'inizio della settimana, è stato rilasciato giovedì. La foto proverebbe la conoscenza diretta tra l'ex braccio destro di Muscat e Theuma.

Commenti
 
Bayron 5 gior fa su tio
Così prende la “tredicesima”
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 21:49:02 | 91.208.130.89