keystone-sda.ch (Colin Mulvany)
CANADA
30.06.2021 - 16:100
Aggiornamento : 17:20

Caldo estremo, terzo record in tre giorni: 49.6°

Il Canada occidentale è flagellato in queste ore da un'ondata rovente.

Da venerdì la polizia nell'area di Vancouver è intervenuta in oltre 130 casi di morti improvvise.

LYTTON - Il Canada occidentale è nella morsa di un'ondata di caldo estrema. Per il terzo giorno consecutivo, la cittadina di Lytton ha fatto segnare un nuovo record, con le colonnine che sono schizzate fino a sfiorare quasi la soglia dei cinquanta gradi.

Termometro alla mano, le temperature hanno toccato ieri pomeriggio il picco di 49.6° centigradi. Per contestualizzare al meglio l'intensità di questa ondata è sufficiente pensare che il precedente primato canadese, prima di questi ultimi tre giorni, era rimasto imbattuto per quasi 84 lunghi anni: era il 5 luglio del 1937 e in quell'occasione i termometri si fermarono a "soli" 45° centigradi.

«C'è qualcosa di diverso» in questa ondata, ha commentato alla CBC il professor Joseph Shea, esperto di geomatica ambientale dell'Università della Columbia Britannica settentrionale. «Ho cercato nel fine settimana la parola giusta e credo sia una parola minacciosa. Sembra proprio essere un caldo pericoloso».

E con il crescere delle temperature è purtroppo aumentato anche il numero di decessi legati al caldo estremo di questi giorni. Stando agli ultimi bollettini, gli agenti di polizia nella regione di Vancouver sono stati chiamati a intervenire in oltre 130 casi di morti improvvise da venerdì scorso a ieri. In molti casi si è trattato di persone anziani o malate, quindi particolarmente vulnerabili in queste situazioni (che però, va ricordato, pongono rischi sanitari importanti per tutti).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 3 mesi fa su tio
Ne uno né l'altro, il problema dell'umanità è sempre stato l'ignoranza scientifica e la credulità delle masse che seguono come il vangelo "l'informazione" censurata, manipolata e dogmatica. Come diceva Einstein, forse l’universo non è infinito ma lo è sicuramente la stupidità umana. Intanto viviamo in mezzo ai rifiuti e mangiamo pesticidi, il problema principale è se o quando i veneziani si bagneranno i piedi…
Aargauer 3 mesi fa su tio
@Don Quijote Concordo al mille per mille
Dex 3 mesi fa su tio
😡
Dex 3 mesi fa su tio
Sarà il cambiamento climatico a sterminarci, non il covid
angie2020 3 mesi fa su tio
Pazzesco
Dex 3 mesi fa su tio
non sarà di certo il covid a sterminarci. Ci stiamo suicidando da soli.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-22 08:59:17 | 91.208.130.85