Keystone
Jesus Aguilar, prima base dei Marlins, durante la partita vinta 11.6 contro i Phillies.
STATI UNITI
29.07.2020 - 06:300

Il lanciatore è positivo al Covid-19: «Abbiamo deciso di giocare lo stesso»

La scelta Miami Marlins ha causato 13 contagi all'interno della squadra di baseball e a un suo stop forzato

PHILADELPHIA - Questa domenica, poche ore della discesa in campo, la squadra di baseball Miami Marlins ha scoperto che il suo lanciatore Jose Urena era risultato positivo a un tampone per il Covid-19. Per questo motivo, tutto lo spogliatoio si è riunito via videochat per decidere cosa fare.

«Ne abbiamo parlato, e abbiamo deciso di giocare comunque. Tentare di essere responsabili, fare attenzione e non mollare mai», ha spiegato ai media americani l'interno Miguel Rojas. Alla fine i Marlins hanno poi sconfitto i Philadelphia Phillies 11-6.

Il giorno dopo, riporta la CNN citando il portale sportivo ESPN, 11 giocatori della squadra e 2 degli allenatori sono risultati positivi al coronavirus. Mentre la squadra di Miami resta ancora a Philadelphia, diversi altri tamponi sono stati inviati in laboratorio. Per questo motivo i due team salteranno in tutto 3 incontri. Almeno per ora, però, non si pensa a uno stop dell'intera lega.

Intervistato dopo la partita di domenica il manager della squadra, Don Mattingly : «Non abbiamo mai pensato di non giocare, rischiamo ogni giorno: prendiamo bus, l'aereo, dormiamo in diversi hotel. Siamo in viaggio costantemente. È un rischio che abbiamo preso, tutti assieme, con consapevolezza visto che non c'era alcuna certezza».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-05 10:19:47 | 91.208.130.89