keystone-sda.ch
Mohammed Zubair è uno dei due sopravvissuti al disastro aereo di Karachi.
PAKISTAN
23.05.2020 - 11:020

Uno dei due superstiti del disastro aereo di Karachi: «Vedevo solo fumo e fiamme»

L'uomo ha già avuto modo di parlare con gli inquirenti che si occupano dell'inchiesta

ISLAMABAD - «Intorno a me vedevo solo fumo e fiamme». Sono le parole che Mohammed Zubair, uno dei due soli sopravvissuti al disastro aereo avvenuto ieri a Karachi, in Pakistan, ha dichiarato ai media del gruppo Geo News.

L'uomo, ricoverato all'ospedale di Karachi, ha già avuto modo di parlare con gli inquirenti che si occupano dell'inchiesta e ha spiegato come è riuscito a scappare dai rottami dell'aereo in fiamme. «Sentivo urla provenienti da tutte le direzioni. Di ragazzi e adulti. Vedevo solo fuoco ma nessuna persona - udivo soltanto le loro grida» ha dichiarato l'uomo. «Ho slacciato la cintura di sicurezza e ho visto della luce. Sono andato in quella direzione. Ho dovuto fare un salto di circa tre metri per mettermi in salvo».

Le autorità parlano anche oggi di 97 morti, ma non è chiaro se il bilancio includa le persone che si trovavano a bordo dell'Airbus della compagnia di bandiera Pakistan International Airlines o anche eventuali vittime che si trovavano negli edifici del quartiere residenziale, contro i quali l'aereo si è schiantato nel corso del suo secondo tentativo di atterraggio.

Oltre a Zubair, come detto, c'è un secondo sopravvissuto: si tratta di Zafar Masood, presidente della Banca del Punjab. Un portavoce governativo ha dichiarato che presenta diverse fratture ma che è «cosciente e sta rispondendo bene» alle cure.

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 22:02:31 | 91.208.130.86