AFP
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
46 min
Astroworld: metà delle famiglie delle vittime rifiuta l'offerta di Travis Scott
Il rapper si era offerto di pagare le spese per i funerali dei giovani che hanno perso la vita durante il suo concerto
Francia
47 min
Parla un sopravvissuto: «Abbiamo aspettato i soccorsi per dieci ore»
Mohamed Isa Omar ha ripercorso il tragico evento dello scorso mercoledì in cui hanno perso la vita 27 persone
STATI UNITI
2 ore
Donald Trump positivo al Covid già prima del dibattito con Joe Biden?
È la tesi dell'ex-capo del personale della Casa Bianca che ne parla nel suo libro, per il magnate però sono «fake news»
GERMANIA
4 ore
29enne dell'ISIS condannato all'ergastolo per «genocidio»
Una sentenza storica, la prima che riconosce il genocidio dello Stato islamico contro il popolo Yazida
UNIONE EUROPEA
5 ore
«È tempo di discutere sull'obbligo vaccinale»
La variante Omicron costringe a compiere «una corsa contro il tempo», ha dichiarato Ursula von der Leyen
FOTO
GERMANIA
5 ore
Un ordigno bellico è esploso a Monaco
Il bilancio è di quattro feriti, uno dei quali sarebbe in gravi condizioni. Il traffico ferroviario è stato bloccato
ISRAELE
6 ore
Eitan tornerà in Italia il 3 dicembre
Il bimbo superstite alla tragedia del Mottarone saluterà questa sera i nonni, suoi rapitori, e poi ritornerà nel Pavese
STATI UNITI
7 ore
Alice Sebold ha chiesto scusa all'uomo assolto dal suo stupro (40 anni dopo)
Il nome di Anthony Broadwater è finalmente pulito: non è più nel registro degli autori di reati sessuali
Milano
8 ore
Corre per le gallerie della metro e poi ha un infarto
Non è ancora chiaro per quale motivo il ragazzo si trovasse sui binari. Il traffico è stato interrotto per circa due ore
STATI UNITI
9 ore
«Il peggior incubo di ogni genitore»
È salito a tre morti e otto feriti il bilancio della sparatoria nel liceo di Oxford. Il racconto di un testimone
RUSSIA
27.10.2021 - 06:000
Aggiornamento : 09:57

I Paesi della quarta ondata: la Russia in testa al flagello

La ripresa dei contagi da Covid nell'est Europa sta portando verso nuovi lockdown.

Ma anche in Austria e Gran Bretagna si dibatte su nuove misure per i non vaccinati.

di Redazione

MOSCA - La solita pausa estiva, la sensazione, o meglio l'illusione, già vissuta un anno fa, che il peggio fosse alle spalle. E invece si inizia a respirare un'aria di déjà-vu perché i positivi da Covid in buona parte dell’Europa sono di nuovo in aumento. I dati in continuo aggiornamento, che arrivano soprattutto dall’est europeo sono allarmanti: Bulgaria, Russia, Romania e gli Stati balcanici. Ma anche Regno Unito e Austria non se la passano bene.

L'Europa che chiude - Si parla ormai di quarta ondata e non sono pochi i Paesi dove si sta correndo ai ripari con nuove forme, larghe o strette, di nuovi lockdown. L'Austria, che pure registra il 62% di vaccinati, è talmente preoccupata di ingolfare le terapie intensive che ha varato un piano in 5 fasi che può portare alla reintroduzione del lockdown per i non vaccinati. La Lituania, invece, lo ha già applicato a tappeto, compreso un rigido coprifuoco, per almeno un mese. La situazione è critica anche nelle altre due Repubbliche baltiche di Estonia e Lituania che ha deciso di introdurre un nuovo lockdown fino al 15 novembre. Il quadro sanitario è critico anche in Romania, penultimo Paese Ue per numero di vaccinati con doppia dose (il 29,4% della popolazione), alle prese con una nuova drammatica fase della pandemia, dove da lunedì sono in vigore nuove, severe restrizioni: scuole chiuse per almeno una settimana, obbligo di green pass in diverse attività, tra cui l’ingresso nei negozi, esclusi alimentari e farmacie, coprifuoco dalle 22, con la chiusura di bar e ristoranti fissata alle 21.

I Grandi tremano - A destare preoccupazione sono le grandi nazioni che sembrava avessero sconfitto il Covid per prime. Picco contagi in Gran Bretagna, tra le prime nazioni ad allargare le maglie dei controlli. Il Governo di Boris Johnson non esclude neanche l'ipotesi di restrizioni, finanche a varare l'obbligo di pass vaccinale per alcune attività sensibili ma il dibattito è aperto. Anche in Germania è in corso il dibattito su misure anticovid più restrittive, alla luce del forte aumento dei contagi che si è registrato la settimana scorsa, quando venerdì si è sfiorato un record di 19 mila contagi che non si toccava da maggio.

L'inferno russo - Ma chi sta messa peggio è la Russia, tra i Paesi col tasso più basso di vaccinazione (con lo Sputnik), ferma a un terzo circa della popolazione e che sta registrando qualcosa come mille morti al giorno. Il presidente Putin ha imposto lo stop a tutte le attività lavorative in presenza dal 30 ottobre al 7 novembre, mentre la capitale Mosca si è spinta anche oltre con la chiusura di scuole, negozi, bar, ristoranti e stadi.

In crisi anche i Balcani - Non diversa la situazione nei Balcani. In Serbia, dove la situazione epidemiologica resta molto critica con un alto numero di contagi e decessi, il governo ha annunciato da questa settimana l’obbligo del pass vaccinale nelle ore serali per ristoranti, caffè, bar e altri locali al chiuso. In Slovenia si è registrato il numero più alto di casi in un solo giorno degli ultimi 10 mesi. La situazione epidemiologica resta molto critica anche in Montenegro e Bosnia-Erzegovina, tutti Paesi con percentuali basse di immunizzati. In Bulgaria da giovedì 21 ottobre è obbligatoria la certificazione verde anti-Covid per le attività negli ambienti al chiuso. Fanno eccezione solo le farmacie, le banche, i negozi per generi alimentari, i trasporti e gli uffici pubblici.

La paura di un Natale nuovamente chiusi in casa comincia a serpeggiare.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-01 19:26:55 | 91.208.130.86